ESCLUSIVA VG - Losi: "Futuro da terzino per Florenzi? No, quando gioca più avanti è micidiale"

13.11.2015 15:00 di Claudio Lollobrigida Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Claudio Lollobrigida
ESCLUSIVA VG - Losi: "Futuro da terzino per Florenzi? No, quando gioca più avanti è micidiale"
Vocegiallorossa.it
© foto di Mancini

Tra le ultime roboanti dichiarazioni rilasciate da Walter Sabatini, ce n'è una in particolare che ha suscitato l'interesse comune e sulla quale il DS è stato molto deciso: "Florenzi è più forte di Dani Alves e nel ruolo di terzino destro sarà un craque per i prossimi anni". Per commentare questa valutazione, la redazione di Vocegiallorossa.it ha contattato in esclusiva un ex giallorosso che di quel ruolo se ne intende e non poco, vale a dire Core de Roma Giacomo Losi: "Florenzi è un buon terzino ma non è il suo ruolo, lui si adatta a farlo. E' un ragazzo a cui puoi chiedere di fare qualsiasi cosa e lui cerca di farla al meglio, ma non è un difensore. All'occorrenza può diventare un ottimo terzino, però dalla metà campo in su è micidiale perché ha un tiro importante, che mette paura. Come difensore dovrebbe invece avere altre qualità, soprattutto fisiche. Nemmeno io ero molto alto, ma ero tosto, lui non ha queste caratteristiche. E' veloce, scattante e sempre in movimento, un ragazzo che dà sempre il massimo e la sua generosità non la scopro certo io, è uno dei grandi giocatori della Roma. Io lo farei sempre giocare in qualsiasi ruolo, dà sempre il suo apporto al massimo e questo è importantissimo. Secondo me dovrebbe però giocare in una posizione più avanzata in campo, può fare anche il terzino ma non è una difensore come caratteristiche fisiche. E' un giocatore utilissimo alla squadra".

Il fatto di giocare per la squadra per cui tifa, nella città in cui è nato, sta aiutando Florenzi a dare quel qualcosa in più per interpretare un ruolo originariamente non suo?
"Certamente. Questo è importante, ama la Roma come la amavo io, si vede che è innamorato della propria squadra e che darebbe la vita per vederla vincere ed esserle utile. Quando non lo vedo in campo mi infastidisco, devo dire la verità, merita di giocare tutte le partite. Si adatta a fare qualsiasi ruolo, chiaramente non può fare la punta centrale, ma quando gioca verso la porta esprime le capacità che possiede".

Che squadra vede favorita nella corsa allo scudetto?
"La Roma può senz'altro battersi per lo scudetto ma ci sono almeno quattro o cinque squadre a concorrere. La Roma è una grande squadra che può vincere lo scudetto, ma ci sono tante componenti da prendere in considerazione per riuscirvi: la fortuna, una palla che prende il palo invece di andare dentro... Non vedo una favorita al momento, potrebbe anche tornare in corsa la Juventus che è partita molto male. Poi ci sono la Fiorentina e l'Inter: i nerazzurri hanno anche molta fortuna, ai miei tempi l'Inter vinse uno scudetto facendo sua la maggior parte delle partite per 1-0, perché aveva una grande difesa. Gli scudetti si vincono con le grandi difese, la casa si costruisce sempre dalle fondamenta".