ESCLUSIVA VG - Floridia: "L'Inter avrà la coperta corta. Ecco dove potrà decidersi il match"

18.03.2016 18:00 di Alessandro Carducci Twitter:   articolo letto 11926 volte
ESCLUSIVA VG - Floridia: "L'Inter avrà la coperta corta. Ecco dove potrà decidersi il match"

Ancora ventiquattro ore e poi allo stadio Olimpico andrà in scena una sfida fondamentale per le ambizioni europee di Roma e Inter. I giallorossi possono contare su un rassicurante +5 sui nerazzurri, che hanno l'obbligo di vincere e, assolutamente, di non perdere se non vorranno dire addio anticipatamente al sogno Champions. Per capire di più che squadra si troverà di fronte la Roma, Vocegiallorossa.it ha contattato il conduttore di Radio Milan Inter e opinionista di Sportitalia, Fulvio Floridia: “A Milano c'è un po' di scetticismo tra la gente, tra i tifosi. Questi ultimi due mesi sono stati difficili e nessuno avrebbe mai pensato di perdere stupidamente tutti questi punti, a volte giocando anche bene come con il Sassuolo. Paradossale che quando è migliorato il gioco siano peggiorati i risultati. Non è da escludere anche un calo atletico da parte dell'Inter”.

ULTIMA SPIAGGIA - Floridia continua analizzando come potrebbe disporsi l'Inter in campo: “Dovrà ovviamente cercare di vincere ma sarà fondamentale non perdere perché andare a -8 dalla Roma renderebbe la rincorsa Champions durissima.
Mancini potrebbe schierare un accorto 4-4-2, almeno inizialmente, con Medel e Felipe Melo in mezzo al campo, Perisic a sinistra e magari Biabiany a destra, con Ljajic ed Eder in avanti. Icardi sarà quasi sicuramente out e Palacio è squalificato mentre Brozovic non sta benissimo, ecco perché la coperta sarà un po' corta. Nel caso il calciatore croato dovesse recuperare, allora l'Inter potrebbe schierarsi con un 4-3-3 con Perisic a sinistra, Eder in avanti e il ballottaggio Ljajic/Bianiany a destra. L'ex giallorosso potrebbe anche partire dalla panchina per entrare poi nella ripresa e provare a vincere la partita”.

LE MOSSE - “La chiave del match potrebbe essere proprio questa: partire accorti, senza scoprirsi per poi cercare di vincerla nel secondo tempo, inserendo un giocatore fresco come Ljajic. Mi auguro non venga comunque riproposto il centrocampo a 2 del 4-2-3-1 perché l'Inter soffre questo schieramento e rischia di spezzarsi in due tronconi”.

DUELLI CHIAVE – “Sarà una bella sfida vedere Medel marcare Perotti – continua Floridia -, così come Perisic insidiare Florenzi. Su quella fascia potrebbe decidersi la partita e Mancini dovrà essere bravo a scegliere chi dovrà affrontare Salah. Nagatomo è veloce ma non molto attento in fase di copertura. D'Ambrosio è più affidabile ma anche più lento. In alternativa, come terzino sinistro potrebbe giocare Juan Jesus, che è sia rapido che affidabile”.

PRONOSTICO - “L'Inter potrebbe accontentarsi di un pareggio, diciamo di un 2-2. Entrambe sono solite prendere gol e per i nerazzurri non sarà per niente facile sbancare Roma”.