ESCLUSIVA VG - De Santis: "Benedetto nome caldo per la Roma"

L'agente FIFA, esperto di calcio sudamericano, commenta il recente accostante di Darío Benedetto del Boca Juniors alla Roma
09.07.2019 14:25 di Alessandro Paoli Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA VG - De Santis: "Benedetto nome caldo per la Roma"

Lorenzo De Santis, agente FIFA ed esperto di calcio sudamericano, ha rilasciato la seguente intervista ai microfoni di VoceGialloRossa.it facendo un po' il punto sul momento della Roma tra possibili arrivi, partenze e obiettivi per la stagione appena cominciata.

Il Boca Juniors sembra essersi assicurata l'attaccante venezuelano, classe 2000, Jan Carlos Hurtado Anchico dal Club de Gimnasia y Esgrima La Plata, il che potrebbe riaprire il discorso legato all'attaccante argentino di passaporto messicano, classe '90, Darío Ismael Benedetto in chiave Roma. Un suo commento sul calciatore.
"Il Pipa Benedetto è un attaccante di movimento dotato di un'ottima tecnica, bravo a giocare con la squadra. A questo va aggiunta una grande personalità ed una carica agonistica che lo ha reso uno dei beniamini della Bombonera. Lo stesso Benedetto, classe '90, ha recentemente espresso il desiderio di un'esperienza in Europa e il suo sarebbe un nome decisamente intrigante per una piazza passionale come quella giallorossa. Gli unici dubbi sul suo acquisto potrebbero essere legati alla tenuta fisica del suo ginocchio, che si ruppe nel novembre 2017 costringendo a saltare il Mondiale in Russia con Selección. In questa stagione il 'Pipa' è stato impiegato in maniera graduale, disputando comunque una stagione positiva, soprattutto nella fase conclusiva della Libertadores, se pur al di sotto della media realizzativa prima dell'infortunio".

Darío Ismael Benedetto potrebbe essere l'attaccante giusto per sostituire il partente Edin Džeko.
"Edin Džeko, forte del contratto in scadenza tra un anno, si è ormai promesso all'Inter e la Roma è alla ricerca di un sostituto dell'attaccante bosniaco. Quello di Darío Benedetto è al momento uno dei nomi più caldi per l'attacco giallorosso, su di lui la Roma potrebbe spendere più o meno gli stessi soldi ricavati dalla cessione di Džeko, confidando in un piccolo sconto sulla clausola rescissoria del giocatore di 21 milioni, visti anche gli ottimi rapporti col Direttore Sportivo xeneize Nicolás Burdisso. Un'altra pista per il numero 9 porta ad un altro argentino e per la precisione al Pipita Higuaín, attaccante che non ha certo bisogno di presentazioni ma che viene da una stagione molto deludente tra Milan e Chelsea e sulla cui valutazione pesano le trentadue primavere oltre al costo del cartellino e di un ingaggio decisamente più pesanti rispetto a quelli di Benedetto".

In conclusione, come le sembra finora il lavoro che stanno svolgendo il DS Gianluca Petrachi e la società giallorossa?
"Si è scelto di sacrificare Manōlas, che, a mio avviso, era l'unico giocatore insostituibile della rosa della passata stagione. La Roma sta pagando e pagherà a caro prezzo due anni di gestione Monchi fatti di cessioni sanguinose di giocatori chiave e acquisti molto onerosi di calciatori poi rivelatisi grandi delusioni. Il compito che spetta a Petrachi, chiamato a costruire una Roma competitiva abbattendo il monte ingaggi e ringiovanendo la rosa, è davvero improbo, ma l'ottimo lavoro svolto dal neo DS giallorosso negli anni al Torino ispira fiducia. Sarà necessario ripartire da un progetto ambizioso, che possa basarsi su scelte di mercato tempestive e mirate in grado di riportare entusiasmo e senso di appartenenza in un ambiente depresso e sfiduciato".