ESCLUSIVA VG - Ag. D'Urso: "Diverse squadre lo seguono, valuteremo il suo futuro con la Roma"

01.06.2016 12:20 di Danilo Magnani Twitter:    vedi letture
Fonte: TMW Radio
ESCLUSIVA VG - Ag. D'Urso: "Diverse squadre lo seguono, valuteremo il suo futuro con la Roma"
© foto di Luciano Sacchini

Questa mattina è intervenuto durante la trasmissione VG Radio in onda su TMW Radio David Caringi, agente del giocatore della Primavera giallorossa, Christian D'Urso. Queste le parole dell'agente sportivo sul giovane classe '97 che ha conquistato la finale delle Final Eight:  

 

Che giocatore è Christian D'Urso?
“Grazie al ruolo datogli da De Rossi è un centrocampista moderno. È un ottimo incursore e sta migliorando molto nel gioco offensivo. Magari deve migliorare".

Ci sono delle squadre che lo stanno seguendo?
“Il ragazzo già lo scorso anno aveva attirato l'attenzione di squadre di Serie B. Ora è aumentata, attendiamo la finale e poi parleremo con la Roma del suo futuro. Sarebbe importante che trovasse una squadra dove giocare con continuità”.

Già a Pinzolo aveva attirato l'attenzione di Garcia. Non sarebbe un bene fare una prima parte di ritiro sotto la guida di Spalletti?
“L'esperienza con Garcia è stata molto positiva. Verso la fine dello scorso anno veniva portato spesso in panchina con la Prima Squadra. Ora Spalletti ha messo i giovani un po' da parte quindi dovremo valutare bene il futuro di D'Urso”.

Per la sua crescita è più giusto andare a giocare in Serie B o in Serie A, tipo Pellegrini con il Sassuolo?
“Dipende da calciatore a calciatore. Pellegrini ha trovato un allenatore che lo ha plasmato durante l'anno. La cosa importante è che ci sia una squadra che punti seriamente su D'Urso. Andare in una squadra in cui non è titolare sarebbe una perdita di tempo”.

Che richieste ha avuto l'anno scorso?
“Sono state diverse ma la Roma ha voluto ultimare un percorso di crescita in Primavera. Erano comunque squadre di Serie B. Ora è cresciuto, è un giocatore moderno, quello che serve nel calcio”.

Sabatini ha detto che il settore giovanile italiano non ha dato la sufficiente qualità alle prime square. È d'accordo?
“Penso che siano giocatori importanti anche nei nostri vivai. Bisogna partire dai ragazzi per favorire anche il bacino della Nazionale. Ci sono realtà più piccole come l'Empoli che danno la possibilità di crescere ai giocatori italiani. Forse vanno coccolati un po' di più perché non hanno la fame dei giocatori esteri”.