Speriamo di riprendere Burdisso, assurda la decisione della Figc

Nato a Roma il 9 aprile del 1962. Risiede a Roma, è laureato in medicina. Da luglio 2008 Presidente del Roma Club Palazzo Madama.
18.07.2010 00:00 di Stefano De Lillo   vedi letture
Speriamo di riprendere Burdisso, assurda la decisione della Figc
Vocegiallorossa.it
© foto di Stefano De Lillo

Da pochi giorni è ufficialmente ricominciata la stagione della Roma. Una stagione iniziata con molte incognite ma con alcune certezze, tra cui quella di ripartire con la stessa squadra e con lo stesso staff tecnico dello scorso anno. E non è poco, considerando che le altre grandi, Inter, Juve e Milan, hanno cambiato tutte l’allenatore. Noi invece ripartiremo da un telaio ben collaudato, che tanto ha fatto bene la scorsa stagione, con il vantaggio che quest’anno Ranieri potrà seguire la squadra fin dal ritiro. I presupposti per far bene, quindi, ci sono tutti. In sede di mercato, speriamo che si riesca a riscattare Burdisso, in modo da poter avere la miglior coppia di centrali del campionato. Bisognerà lavorare un po’ sugli esterni ma la squadra è competitiva. In particolare, bisognerà trovare un vice Riise. Per la verità, la Roma lo aveva già trovato raggiungendo l’accordo con il nazionale argentino Clemente Rodriguez. La società giallorossa è però rimasta spiazzata dall’assurda decisione della Figc che ha limitato ad uno il numero di extracomunitari che una squadra può tesserare ogni anno. Non è certamente questo il modo di rispondere al fallimento italiano in Sudafrica e, così facendo, si finisce solo per penalizzare i club. Una soluzione potrebbe essere quella di imporre un tot di italiani in ogni squadra, così da valorizzare i giovani che costituiranno il futuro della nostra Nazionale.