Servono pochi, grandi, acquisti

Nato a Roma il 9 aprile del 1962. Risiede a Roma, è laureato in medicina. Da luglio 2008 Presidente del Roma Club Palazzo Madama.
18.06.2012 00:00 di Stefano De Lillo   vedi letture
Servono pochi, grandi, acquisti
Vocegiallorossa.it
© foto di Stefano De Lillo

Il mercato sta lentamente entrando nel vivo, con la Roma chiamata a un gran lavoro per consegnare a Zeman una squadra all'altezza. La rosa giallorossa è già piena di grandi giocatori ma, per renderla maggiormente competitiva, occorrerebbe concentrare le spese su pochi, grandi, calciatori. Due-tre, al massimo, che facciano fare alla Roma il salto di qualità che le servirebbe. Per integrare poi la squadra si potrebbero impiegare i tantissimi giovani che annualmente escono dal settore giovanile capitolino: Florenzi, Crescenzi, Viviani, Antei, Caprari, solo per citarne alcuni. Tutti ragazzi che conoscono il calcio italiano, che hanno talento e che potrebbero crescere tantissimo con mister Zeman. Il budget potrebbe quindi essere utilizzato per rafforzare prevalentemente le fasce laterali, con due giocatori di altissimo spessore. Poi servirebbe un centrocampista oppure un centrale di livello. In difesa, la coppia formata da Burdisso e Juan offre comunque ampie garanzie mentre Kjaer sarebbe utile tenerlo solo in prestito, o comunque senza pagare la cifra chiesta dal Wolfsburg. A centrocampo, si potebbe provare il trio formato da Pizarro, De Rossi e Pjanic, che garantirebbe quantità e tanta qualità.