Roma, si riparte: in bocca al Lupo

28.08.2010 00:05 di Giulia Spiniello   vedi letture
Roma, si riparte: in bocca al Lupo
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Il calciomercato è ancora in fibrillazione, tanto che la sensazione più diffusa è che tutto quello che non è stato fatto nei primi cinquanta giorni potrebbe essere compiuto negli ultimi dieci, leggasi Roma-Inter e la telenovela Burdisso.

Un mercato strano quello di quest'estate. E non soltanto perchè di soldi ne sono girati pochi, ma veramente pochi. Ha entusiasmare gli animi di tifosi e addetti ai lavori sono state alcune sorprese come quella di Aquilani piombato all'improvviso a Torino (con gran stupore da parte dei romanisti), l'improvvisa accelerata per una trattativa, quella di Ibrahimovic al Milan, che sembrava impossibile, e invece è emersa dal nulla. E' stata anche l'estate dei grandi no: quello di Totò di Natale alla Juventus e quello dell'argentino Nicolas Burdisso, sempre alla Juventus. In entrambi i casi le società di appartenenza avevano già concluso gli affari, ma senza sentire l'oste!!!!

A questo proposito vale la pena fare una riflessione: sono davvero finiti i tempi in cui tutti i giocatori avrebbe desiderato un giorno approdare alla corte della Vecchia Signora, sono proprio lontani quei giorni. I calciatori sembrano preferire nidi sicuri, tra mura amiche, realtà considerate più come famiglie che come club professionistici.

Ma questo week-end (più il posticipo del lunedì sera) i riflettori torneranno ad illuminare i campi della Serie A. Per qualche ora, quindi, si parlerà soprattutto di calcio giocato, con le trattative sullo sfondo, alimentate o smorzate dalle prestazioni delle varie squadre. Il primo turno si giocherà prevalentemente in notturna, con otto gare (spalmate nei tre giorni) su dieci previste per le 20.45. Sarà anche il campionato dello spezzatino. Il modello inglese è ancora lontano ma alla formula tradizionale si aggiunge la sfida domenicale delle 12.30 che, in caso di necessità, come in questa giornata, può essere spostata alle 20.45 del lunedì. I primi a "testare" la nuova fascia oraria saranno proprio i campioni d'Italia. A causa dell'impegno di venerdì sera in Supercoppa Europea contro l'Atletico Madrid, i nerazzurri esordiranno dopo tutti gli altri, affrontando il rinnovato Bologna di Sergio Porcedda e Carmine Longo. Come sempre negli ultimi anni, l'Inter parte con i favori del pronostico: la formazione nerazzurra rimane la più attrezzata sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo, nonostante la partenza di Mario Balotelli. E le altre pretendenti allo scudetto? La Roma ripartirà dal neopromosso Cesena che, stasera alle 20.45, si presenterà all'Olimpico sulle ali dell'entusiasmo per la storica promozione, voglioso di fare il primo sgambetto ai giallorossi.

La scommessa di Claudio Ranieri si chiama Adriano Leite Ribeiro, che ha tutta l'intenzione di tornare l'imperatore dei tempi nerazzurri. Il responso, però, almeno per il momento è rinviato. La punta, infatti, sarà indisponibile per circa un mese a causa di uno stiramento. Sarà un'annata complicata per la Roma dal punto di vista della società, e occorrerà l'impegno di tutti per cercare di rimanere concentrati sull'obiettivo. Già, ma qual'è sarà l'obiettivo della Magica? Forse saremo in grado di capirlo dopo le prima 5-6 giornate di campionato, dove la Roma è attesa a partite non proprio complicate prima di incontrare l'avversaria di sempre, l'Inter. E in mezzo la Champions League, con un girone abbordabile (ma meglio dirlo sottovoce), in cui i giallorossi sono chiamati a fare bella figura e a passare il turno. Ma pensiamo partita per partita.... Stasera tutti vicino alla Roma e buon campionato a tutti!