La Roma insegna calcio al Milan. Lamela straripante, Piris ha annullato El Shaarawy, De Rossi si riprende la Roma

23.12.2012 00:16 di Alessandro Carducci Twitter:    vedi letture
La Roma insegna calcio al Milan. Lamela straripante, Piris ha annullato El Shaarawy, De Rossi si riprende la Roma
Vocegiallorossa.it
© foto di ALBERTO LINGRIA/PHOTOVIEWS

La Roma ha insegnato calcio al Milan e l’ha fatto per un’ora abbondante, prima di ritenersi sazia e subire lo scatto d’orgoglio dei rossoneri. Difficile trovare un migliore in campo quando è tutta la squadra a muoversi come un blocco unico. La squadra di Allegri ha fatto da sparring partner praticamente per tutta la gara, tentando di rendersi pericolosa solo con i lancioni lunghi per El Shaarawy, fermato benissimo dal tanto vituperato Piris. Il terzino paraguaiano ha giocato un’altra partita ben sopra la media e non si può non sottolineare la sua costante crescita. Oggi bene anche Balzaretti, che ha confezionato un assist perfetto per il colpo di testa di Lamela. L’argentino, dopo l’infortunio alla caviglia, è tornato dal primo minuto e l’ha fatto a modo suo, in sordina, segnando semplicemente una doppietta e scoprendosi così un goleador di razza. In gol anche Osvaldo che, rete a parte, ha trascinato l’attacco giallorosso, facendo a sportellate con chiunque indossasse la maglia avversaria. Il suo colpo di testa è anche dovuto al cross millimetrico di Francesco Totti. Del Capitano capitolino è stato scritto e detto di tutto: finite le parole, resta la prestazione e le innumerevoli rincorse agli avversari fin quasi all’area romanista. Le partite però, è noto, si vincono o si perdono a centrocampo ed è lì che la Roma ha sfoderato un mix letale di qualità e quantità. Un mix rappresentato bene da Daniele De Rossi: questa era anche la sua partita e lui ha risposto facendo “grandissime cose”, come ha dichiarato Zeman a fine gara. Un’immagine sola descrive il tutto: a metà primo tempo, De Rossi prende palla al limite dell’area e avrebbe tutta la possibilità di tentare il tiro, preferendo però altruisticamente servire Lamela in profondità, con l’argentino che insacca siglando il provvisorio 3-0. Chapeau!