La Roma come i minatori cileni torna a rivedere la luce

17.10.2010 00:07 di Giulia Spiniello   vedi letture
La Roma come i minatori cileni torna a rivedere la luce
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Non segna da 160 giorni, ma ieri sera Francesco Totti, neo vincitore del Golden Foot, è stato decisamente il migliore tra i giallorossi in campo. Ha voluto dimostrare a tutti che Totti è ancora Totti. Gli è mancato soltanto il gol, ma ha fatto segnare e ha fatto divertire. Ha giocato leggermente più avanzato nel 4-4-2 rispolverato da Claudio Ranieri: l'impressione è che il capitano si muovesse abbastanza in linea con Marco Borriello. E questa "novità" tattica ha giovato alla Roma. Nelle ultime esibizioni, infatti, nei vari 4-2-3-1, 4-3-2-1 impiegati dal mister di San Saba, Totti arretrava molto in prossimità del centrocampo per andare a prendersi la palla. Ma questo movimento rallentava e molto la manovra romanista, sopratutto perchè in campo non c'era uno come Rodrigo Taddei che di correre non la smette mai, nemmeno in un match come quello di ieri sera al rientro dopo un lungo infortunio.

E intanto i giallorossi tornano a vincere, danno un calcio alle polemiche e ottengono tre punti pesanti per la classifica. Si è rivista una buona Roma, che ha fatto la partita e ha tenuto l'iniziativa per quasi tutti i 90 minuti. Peccato per il gol subito.... ma è stata lo stesso una bella serata.

Da applausi il gesto di David Pizarro che ha regalato ai compagni una maglia per festeggiare il salvataggio dei minatori suoi connazionali, i 33 cileni che in questi giorni hanno rivisto la luce dopo settimane di buio. Che anche la Roma sia tornata a rivedere la luce?