L'attacco sottovalutato

24.07.2018 12:40 di Alessandro Carducci Twitter:    vedi letture
Fonte: L'editoriale di Alessandro Carducci
L'attacco sottovalutato

Storicamente, il tre viene considerato il numero perfetto. Così ci hanno insegnato religioni e filosofi ed è proprio quello che manca per rendere perfetto il mercato della Roma. Tre acquisti: un portiere, un centrale di centrocampo e un esterno destro.
In queste settimane abbiamo parlato molto della rivoluzione a centrocampo, con l'operazione qualità che ha portato a Trigoria gente del calibro di Pastore, Cristante e Coric.
Poco si è parlato, invece, del reparto offensivo. Lo scorso anno Di Francesco aveva a disposizione Ünder e Defrel a destra, Dzeko e Schick al centro e la coppia Perotti-El Shaarawy a sinistra.
Quest'anno, invece, i giallorosso potranno schierare uno tra Ünder e Malcom (?) a destra, con il turco che ormai si è ambientato e l'esterno del Bordeaux che, se dovesse arrivare, sarebbe un rinforzo di assoluta qualità. In mezzo, Di Francesco potrà contare su Dzeko e su uno Schick carico, motivato, fisicamente pronto, lontano parente del giocatore visto lo scorso anno. Già dalle prime amichevoli e dagli allenamenti, si vede la differenza rispetto alla scorsa stagione. A sinistra, uno tra Perotti ed El Shaarawy andrà via per far posto al neo arrivato Justin Kluivert, dotato di tecnica, velocità, intelligenza tattica e un buon tiro. Potenzialmente pronto in tempi abbastanza rapidi per essere titolare, molto prima rispetto a Ünder, non fosse altro per il perfetto inglese sciorinato dall'ex Ajax al contrario del turco, arrivato in Italia senza parlare né l'italiano e né l'inglese. Gol, qualità, intelligenza tattica, gioco di squadra e anche tanta qualità. Un attacco forse sottovalutato da tutti, almeno per ora.