Cala il sipario su una stagione indimenticabile

16.05.2010 19:20 di Giulia Spiniello   vedi letture
Cala il sipario su una stagione indimenticabile
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Fa male vedere il capitano in lacrime mentre i suoi tifosi, 20.000 sugli spalti del Bentegodi, hanno voglia di fare festa per ringraziare i propri giocatori che hanno dato vita ad una stagione-show da applausi. Non vorremo mai vedere Francesco Totti piangere, al pari di quanto non vorremmo vedere piangere un nostro parente. Qualcuno ha cominciato a mormorare che quelle lacrime sanno di addio al calcio. Ma noi non vogliamo crederci. In questo momento vogliamo soltanto ringraziare il mister Ranieri per quello che è stato capace di fare da quando è arrivato a Trigoria e con lui ringraziare la squadra, che dopo la brutta stagione dello scorso anno, ha capito che bisognava rimboccaris le maniche e cambiare corso. Chi scrive, all'arrivo dell'allenatore di San Saba, era scettica: non credevo potesse essere la persona giusta per la piazza romana, nonostante fosse la sua città. Adesso, dopo otto mesi, non riuscirei a vedere sulla panchina della Roma un timoniere diverso da Ranieri. Un uomo con una fermezza, una lucidità, un'eleganza e un entusiasmo tali che difficilmente si incontrano in un allenatore di calcio. Complimenti a Ranieri dunque, ma anche alla società che proprio dopo l'innesto dell'ex tecnico juventino, ha saputo completare il team dirigenziale con la figura di raccordo rappresentata da Gian Paolo Montali, di cui quest'anno abbiamo iniziato ad apprezzare le doti di comunicazione e di organizzazione. Nella domenica che vede assegnare il tricolore all'avversaria di sempre, l'Inter, ci sentiamo di rimandare l'appuntamento con lo scudetto alla stagione prossima. Oggi cala il sipario su un campionato da 80 punti che sa di impresa: speriamo invece che sia soltanto l'inizio di un ciclo e che 80 punti possano significare vittoria tra 12 mesi!