Diamo i numeri - Udinese-Roma: bianconeri ancora inviolati in casa, ma vittima preferita di Dybala

04.09.2022 16:40 di Gabriele Chiocchio Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
Diamo i numeri - Udinese-Roma: bianconeri ancora inviolati in casa, ma vittima preferita di Dybala
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Nella quinta giornata di Serie A, la Roma è ospite dell’Udinese alla Dacia Arena. I giallorossi sono secondi in classifica a quota 10 punti, con 6 gol segnati (quinto attacco del campionato) e un solo gol subito (migliore difesa del campionato), mentre i friulani sono ottavi a quota 7, con 5 reti realizzate (ottavo attacco del campionato) e 5 incassate (decima difesa).

STATO DI FORMA - La Roma non perde in campionato dallo scorso 9 maggio, 2-0 in casa della Fiorentina: da lì 4 vittorie e 2 pareggi. L’Udinese ha perso la prima partita contro il Milan in questo campionato, poi ha conquistato il suo primo punto contro la Salernitana e ora è in una mini-serie di due successi consecutivi.

CASA E TRASFERTA - La Roma ha raccolto 7 punti nelle ultime 3 uscite esterne in Serie A, subendo un solo gol, quello di Vlahovic all’Allianz Stadium . L’Udinese invece ha raccolto 4 punti nelle prime 2 gare interne dopo 3 sconfitte nelle ultime 3 dello scorso campionato, e non ha ancora subìto gol tra le mura amiche.

I PRECEDENTI - Sono 96 i precedenti in Serie A tra Udinese e Roma, con 50 vittorie giallorosse, 24 pareggi e 22 successi friulani. In casa bianconera i successi esterni sono 21, con 12 pareggi e 15 vittorie dei padroni di casa.

GLI ALLENATORI - José Mourinho non ha mai incontrato in carriera Andrea Sottil, che sfiderà la Roma per la primavolta. Mourinho ha affrontato l’Udinese 6 volte, per un bilancio di 5 vittorie e 1 pareggio.

I CANNONIERI - Il capocannoniere della sfida è Paulo Dybala, che all’Udinese ha segnato ben 12 volte: bersaglio preferito in carriera. Lo segue Andrea Belotti a 7, poi c’è Stephan El Shaarawy a 5. Dopo di loro, a 1 ci sono da una parte Tammy Abraham, Chris Smalling, Bryan Cristante, Lorenzo Pellegrini e Nicolò Zaniolo, e dall’altra il solo Iljia Nestorovski.