Diamo i numeri - Roma-Cagliari: isolani col penultimo rendimento esterno del campionato

16.01.2022 15:20 di Gabriele Chiocchio Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
Diamo i numeri - Roma-Cagliari: isolani col penultimo rendimento esterno del campionato
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Nella ventiduesima giornata di Serie A, la Roma ospita il Cagliari allo Stadio Olimpico. I giallorossi sono settimi a quota 32 punti, con 35 reti segnate (ottavo attacco del campionato) e 38 subite (settima difesa) , mentre gli isolani sono al diciottesimo posto a quota 16, con 21 gol realizzati (sedicesimo attacco del campionato) e 42 incassati (diciottesima difesa del campionato insieme all’Empoli, solo la Salernitana ha fatto peggio con 43).

La Roma ha raccolto 20 punti in 11 gare interne di campionato, per una media di 1,82: è il sesto rendimento assoluto, il settimo per media punti. Il Cagliari ha ottenuto 6 punti in 10 gare esterne di campionato, per una media di 0,60 che la pone al penultimo posto come rendimento esterno, davanti solamente al Torino.

Sono 83 i precedenti tra le due squadre, con 37 successi della Roma, 27 pareggi e 19 vittorie del Cagliari; in casa giallorossa i precedenti sono 41, con 21 vittorie interne, 16 pareggi e appena 4 affermazioni isolane.

José Mourinho ha incontrato il Cagliari per 5 volte, ottenendo 3 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta. Otto gli incroci contro Walter Mazzarri, che ha sconfitto 4 volte a fronte di 2 pareggi e 2 sconfitte. Il tecnico toscano ha incontrato 26 volte la Roma, battendola 7 volte, ottenendo 5 pareggi e finendo sconfitto 14 volte: è la squadra che più di tutte lo ha battuto.

Il capocannoniere della sfida è Joao Pedro, già a segno per 6 volte contro la Roma. Dopo di lui c’è Keita Balde, a quota 3; gli stessi di Federico Fazio contro il Cagliari, ma l’argentino è fuori rosa. A 2 ci sono Jordan Veretout, Stephan El Shaarawy, Lorenzo Pellegrin e Leonardo Pavoletti, a 1 Gianluca Mancini, Bryan Cristante, Henrikh Mkhitaryan, Carles Perez, Eldor Shomurodov, Roger Ibanez, Charalampos Lykogiannis, Razvan Marin e Gaston Pereiro.