Diamo i numeri - Hellas Verona-Roma: i giallorossi non perdono la prima in calendario da 11 anni, Juric sempre sconfitto contro i capitolini

17.09.2020 22:30 di Gabriele Chiocchio Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Diamo i numeri - Hellas Verona-Roma: i giallorossi non perdono la prima in calendario da 11 anni, Juric sempre sconfitto contro i capitolini

Nel match di apertura della Serie A 2020-2021, la Roma è ospite dell’Hellas Verona allo Stadio Marcantonio Bentegodi. Questa partita si è giocata nella prima giornata anche nelle stagioni 1972/1973 (2-2 il risultato finale), 1978/1979 (gara finita 1-1), 1991/1992 (giallorossi vittoriosi per 1-0), 2001/2002 (un altro 1-1) e 2015/2016 (ancora un 1-1).

I giallorossi non perdono la prima partita della stagione in Serie A dall’11 settembre 2011, quando furono sconfitti dal Cagliari in quella che però era la seconda giornata da calendario (la prima fu recuperata a dicembre, un Bologna-Roma 0-2). Per ritrovare un KO nella prima giornata in calendario, bisogna tornare fino al 23 agosto 2009, quando il Genoa batté i giallorossi a Marassi per 3-2.

Nella stagione da poco conclusa, l’Hellas Verona ha avuto l’ottavo rendimento interno con 32 punti raccolti in 19 partite, mentre la Roma ha chiuso con il terzo rendimento esterno, 36 punti in 19 partite (dietro solamente a Inter e Atalanta).

Sono 58 i precedenti complessivi tra le due squadre, con 30 vittorie della Roma, 19 pareggi e 9 vittorie del Verona. In casa degli scaligeri, il bilancio resta favorevole ai giallorossi, vincenti 10 volte a fronte di 12 pareggi e 7 sconfitte in 29 precedenti.

Terzo incrocio dopo le due sfide dello scorso anno tra Paulo Fonseca, sempre vincente, e Ivan Juric, il quale ha incontrato la Roma da allenatore in quattro occasioni, perdendo sempre.

Il capocannoniere della sfida è Edin Džeko, autore di tre gol contro il Verona. Il bosniaco è seguito da Diego Perotti e Jordan Veretout a 2; a 1 ci sono Lorenzo Pellegrini, Bryan Cristante, Jordan Veretout, Cengiz Ünder, Justin Kluivert, Henrikh Mkhitaryan, Darko Lazovic, Marius Stepinski e Davide Faraoni.