Roma-Bologna 2-1 - Da Zero a Dieci - Kolarov contro tutti, i dubbi sul rigore e le parate di Olsen

19.02.2019 21:50 di Gabriele Chiocchio Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
Roma-Bologna 2-1 - Da Zero a Dieci - Kolarov contro tutti, i dubbi sul rigore e le parate di Olsen
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

0 - Non ci sono dubbi sul calcio di rigore fischiato alla Roma per l’1-0. Qualche dubbio, invece, sarebbe dovuto esserci sull’annullamento del gol di Sansone, che calcia con Svanberg in posizione di fuorigioco e sulla linea di visione di Olsen: in quattro (arbitro, assistente, VAR e assistente VAR) partecipano a una decisione che si rivela probabilmente sbagliata.

1 - È stato un po’ un uno contro tutti quello di Aleksandar Kolarov, quando si è trattato di andare sul dischetto e trasformare l’occasione regina del gioco del calcio. Non solo Skorupski, ma un intero settore pronto a fischiarlo in caso di errore come avversario: il serbo non si è tirato indietro ed è stato impeccabile nel momento decisivo della partita.

2 - Il calendario mette la Roma di fronte a due trasferte consecutive, seppur una di queste atipica come il derby in casa della Lazio: seppur lo score dica altro (25 punti raccolti all’Olimpico contro i 16 realizzati lontano da Roma), i giallorossi sembrano meno preoccupati quando non devono rendere conto all’esigente pubblico capitolino.

3 - I passaggi chiave di Lorenzo Pellegrini: anche da mezzala il numero 7 può aggiungere qualità al reparto.

4 - Quarto gol in campionato per Federico Fazio: quasi meglio da attaccante (un solo gol meno di Edin Džeko) che da difensore in questa stagione. E non è un bene.

5 - Mancano 5 partite, Porto compreso alla prossima sosta, quella di marzo. Presentarvisi con il pass per i quarti di finale di Champions League e con un buon bottino di punti sarebbe fondamentale per il rush finale.

6 - Robin Olsen ha compiuto 6 parate, risultando decisivo per portare a casa l’intera posta. Fondamentale.

7 - Nelle ultime sette partite di campionato, vale a dire dopo il KO in casa della Juventus dello scorso 22 dicembre, la Roma ha vinto 5 volte e pareggiato 2. Esattamente come i bianconeri, meglio di tutte le concorrenti per i posti-Champions (Inter, Milan, Lazio e Atalanta) e anche del Napoli saldamente secondo. Una media da continuare a mantenere.

8 - Si diceva che per la sua stazza, Steven Nzonzi fosse poco efficace nei duelli aerei. Contro il Bologna ne ha vinti 8, il migliore della gara.

9 - Ennesima partita di lotta per Edin Džeko, che di occasioni per colpire Skorupski quasi non ne ha avute; in compenso, però, tanta qualità nel gestire il pallone e lavarlo per i compagni, con la ciliegina finale dei secondi guadagnati nel recupero. L’essenziale, a volte, è invisibile agli occhi.

10 - “Diamo dieci partite a ‘sto ragazzo prima di giudicarlo”: Justin Kluivert ha cominciato Roma-Bologna con 10 gettoni da titolare alle spalle e ancora fatica a focalizzare le proprie capacità senza disperderle. A 19 anni - 20 da compiere a maggio - l’unica cosa che non manca è il tempo: il resto, però, deve mettercelo lui.