COVID - Francia, niente coprifuoco a Natale. Italia, 853 morti nelle ultime 24 ore. Spadafora: "Da ministro mi vergogno per come funzioni la burocrazia in Italia". Lazio, depositata la perizia sui tamponi

24.11.2020 22:16 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    Vedi letture
COVID - Francia, niente coprifuoco a Natale. Italia, 853 morti nelle ultime 24 ore. Spadafora: "Da ministro mi vergogno per come funzioni la burocrazia in Italia". Lazio, depositata la perizia sui tamponi
Vocegiallorossa.it

L'emergenza Coronavirus continua a non dare tregua non solo in Italia, ma in tutto il pianeta. Per quanto riguarda il nostro paese, nelle ultime 24 ore i nuovi contagi sono 23.232, che portano il totale a 1.455.022   Nello specifico, rispetto alla giornata precedente, +1.537 attualmente positivi (+798.386 il totale), +20.837 guariti ( 605.330 il totale) +853 i decessi (51.306 il totale). I tamponi effettuati sono stati 188.659 con un'incidenza del 12.31%  (il giorno precedente era stata del 15,4%). Vocegiallorossa.it propone nuovamente ai nostri lettori tutti i principali aggiornamenti legati alla pandemia.

22:16 - Migliora la situazione della Lombardia, come testimonia le parole del Presidente Attilio Fontana a Rai Radio 1: "Noi dal 27 potremo chiedere di entrare nella zona arancione. I dati oggi addirittura ci accrediterebbero in zona gialla, ma io non voglio precorrere i tempi".

20:28 - La Francia prepara il piano per le festività. Il presidente Macron ha annunciato di voler alleggerire le misure in vista di Natale: "Se le misure funzioneranno, il lockdown sarà alleggerito dal 15 dicembre e tornerà un coprifuoco dalle 21 alle 7 ad eccezione del 24 dicembre e del 31 dicembre".

18:48 - Seconda ondata: per la prima volta calano i ricoveri - Per la prima volta dall'inizio della seconda ondata, calano i ricoveri per Covid nei reparti in area medica: dal bollettino del ministero della Salute emerge che ad oggi ci sono 34.577 persone ricoverate, 120 meno di lunedì, quando erano 34.697.

17:40 - CLICCA QUI per leggere il bollettino odierno

17:17 - Nessuna novità nel giro di tamponi in casa Torino - Ulteriore giro di tamponi per il Torino: i positivi restano cinque, mister Giampaolo più quattro giocatori non comunicati dal club. Per i granata non ci sono nuove positività, il resto del gruppo squadra è infatti risultato negativo. Per i granata, che hanno perso Verdi e Belotti per infortunio nella gara contro l'Inter, la prossima sfida sarà quella contro la Virtus Entella di giovedì pomeriggio.

17:11 - Von der Leyen: "Presto contratto per vaccino Moderna" - La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha parlato del vaccino anti-Covid, la cui distribuzione è ora la priorità nella lotta al Covid: "Domani approveremo un sesto contratto che garantirà all'Ue fino a 160 milioni di dosi del vaccino Moderna. Stiamo costruendo uno dei più completi portafogli di vaccini contro il Covid-19".

14:14Pierpaolo Sileri, viceministro della salute nel Governo, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni durante la trasmissione Tiki Taka in onda su Italia 1: "Rischio stop per la Serie A? Questo che stiamo vivendo è il momento peggiore, ma da qui in avanti con il rispetto delle regole e con questo monitoraggio stretto vivremo forse altri cinque-sei mesi di difficoltà ma andremo verso la fine del tunnel".

13:30 - Buone notizie per Simone Inzaghi sul fronte tamponi. Danilo Cataldi è infatti risultato negativo all'ultimo test effettuato, dopo che quello di domenica aveva dato esito dubbio, e questa sera sarà a disposizione del tecnico biancoceleste nella sfida di Champions League contro lo Zenit San Pietroburgo.

13:00 - Con l'annunciato stop allo sci per Natale i gestori degli impianti di risalita italiani temono di bruciare il 70 per cento del fatturato della stagione invernale. L'allarme e' dell'Associazione nazionale esercenti funiviari (Anef) che riunisce in Italia 1.500 impianti. "Il Natale pesa un terzo della stagione - spiega Valeria Ghezzi, presidente di Anef - pero' quest'anno, vista la situazione, considerato che non ci saranno gli stranieri e che gli italiani viaggeranno di meno, in ogni caso saltare il Natale e aprire anche solo a meta' gennaio vorrebbe dire perdere il 70 per cento della stagione, ammesso che si riesca ad aprire".

12:30 - Uno studio, pubblicato sul Journal of American Medical Association Pediatrics, condotto dagli esperti del Children's Hospital di Philadelphia, hq fatto emergere il dato che virus Sars-Cov 2 potrebbe infettare solo il 4 per cento dei bambini e il tasso di mortalità tra i pazienti pediatrici potrebbe essere dello 0,15 per cento.

12:00 - "Mi vergogno da ministro per come funzioni la burocrazia nel nostro Paese e per lo stesso fatto di doverlo ammettere". Comincia così il duro sfogo del ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, che sulla sua pagina Facebook lamenta le lentezze burocratiche che rendono tuttora impossibile erogare i fondi stanziati dal decreto ristori per le società sportive dilettantistiche."Il decreto Ristori è stato approvato il 29 ottobre e ad oggi le risorse non sono ancora nella disponibilità del Dipartimento per lo Sport affinche' possa erogarle alle ASD e SSD che stanno soffrendo e rischiano di chiudere, forse per sempre - prosegue Spadafora - Sollecitiamo ogni giorno burocrati, che evidentemente non avvertono la drammaticità del momento e non sentono il peso delle loro (non) azioni, ad essere celeri negli adempimenti amministrativi che gli competono".

11:30 - In Alto Adige venerdì 4 dicembre potranno riaprire, fino alle ore 18, bar e ristoranti. Saranno riaperti anche i negozi al dettaglio. Lo ha annunciato il governatore altoatesino Arno Kompatscher. "Speriamo di uscire dalla zona rossa al piu' tardi il 3 dicembre, il 4 non saremo più zona rossa anche perchè si cambierà sistema a livello nazionale", ha aggiunto Kompatscher. 

11:00 - Il Ministro della Salute Speranza ha firmato una nuova ordinanza con cui si rinnovano le misure restrittive relative alla Provincia autonoma di Bolzano e a Basilicata, Liguria e Umbria. L'ordinanza è valida fino al 3 dicembre. Per la prima volta dall'inizio della seconda ondata, calano gli attualmente positivi: secondo il bollettino del ministero della Salute sono 796.849, 9.098 in meno rispetto a domenica quando erano 805.947. Superata la soglia delle 50mila vittime per Covid. Governo al lavoro sul nuovo Dpcm. Conte: "No alle vacanze sugli sci. Natale non sarà come ferragosto”. 

10:35 - Il Corriere della Sera riferisce che il nuovo DPCM, in vigore dal 4 dicembre, afferma che saranno consentiti gli spostamenti solo tra regioni che si trovano in fascia gialla.

10:30 - Il Fatto Quotidiano rivela che solo una regione su due ha indicato la lista dei siti e il dettaglio sullo stoccaggio dei primi vaccini, in arrivo a gennaio.

10:20 - "Lazio, depositata la perizia sui tamponi. La Procura FIGC attende" , titola stamane La Gazzetta dello Sport. È stata depositata ieri pomeriggio l’attesa perizia disposta dalla Procura di Avellino sui 95 tamponi della Lazio, sequestrati nelle scorse settimane e riprocessati lo scorso 10 novembre dal perito d’ufficio, Maria Landi, presso i laboratori dell’azienda ospedaliera di Avellino “San Giuseppe Moscati”. La Procura federale già il 3 novembre ha aperto un’inchiesta sulla Lazio per accertare eventuali violazioni ai protocolli sanitari. Procede parallelamente l’inchiesta degli ispettori della Figc che adesso potrebbe ascoltare nuovi testimoni, giocatori compresi. Per concludere la fase istruttoria però si attende anche che venga tolto il segreto istruttorio sulle indagini dell’ufficio giudiziario di Avellino per poter andare più a fondo sui rapporti della Lazio con il laboratorio irpino. Serve capire se, in alcuni casi di bassa viralità o di positività solo al famoso gene N, il medico possa aver gestito il caso senza aver coinvolto la Asl. Sulla questione comunicazioni alle autorità la versione della Lazio è comunque poco lineare e va verificata con scrupolo per garantire la regolarità del campionato.