COVID-19 - Sileri: "Con calo contagi ci sarà rimodulazione delle regole". Lazio, lieve calo dei ricoveri del giorno. Con Omicron la letalità diminuisce del 91%. Via alla quarta dose in Ungheria

13.01.2022 23:15 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    vedi letture
COVID-19 - Sileri: "Con calo contagi ci sarà rimodulazione delle regole". Lazio, lieve calo dei ricoveri del giorno. Con Omicron la letalità diminuisce del 91%. Via alla quarta dose in Ungheria
Vocegiallorossa.it

La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi al 13 gennaio. Sono stati effettuati 1.181.179 tamponi e individuati 184.615 nuovi positivi al COVID-19. Nell'ultimo giorno sono morte 316 persone. Come di consueto, Vocegiallorossa.it vi fornirà le notizie LIVE riguardo la situazione del Coronavirus.

23:15 - La Spagna ha autorizzato la somministrazione della quarta dose del vaccino anti-Covid alle persone molto vulnerabili come gli immunodepressi: lo hanno annunciato le autorità sanitarie iberiche. La dose potrà essere somministrata 5 mesi dopo la terza. Lo riporta Skytg24.

22:43 - Migliorano i numeri dei nuovi positivi in Spagna, nella giornata odierna sono stati individuati 159.161 nuovi casi di Covid, mentre ieri ne erano stati notificati 179.125.

22:15 - La Corte suprema degli Usa ha bocciato l'introduzione dell'obbligo vaccinale nelle grandi aziende (con oltre 100 dipendenti). L'obbligo di vaccino o di test anti Covid per le grandi aziende era stato introdotto a livello nazionale dall'amministrazione Biden, ma la Corte suprema ha bloccato l'iniziativa.

21:41 - Come riporta Skytg24, il tribunale amministrativo di Parigi ha sospeso il provvedimento del prefetto che impone l'obbligo della mascherina all'esterno nella capitale francese dal 31 dicembre scorso. La stessa decisione è stata presa ieri dal tribunale amministrativo di Versailles, secondo il quale l'obbligo è una "offesa eccessiva, sproporzionata e non appropriata alla libertà individuale".

21:10 - Diminuisce il numero di positivi del Catania, il comunicato del club siciliano: "Il Calcio Catania rende noto che la più recente sessione di test molecolari non ha evidenziato ulteriori positività al Covid-19. È stata riscontrata, inoltre, l’avvenuta guarigione di due calciatori precedentemente contagiati. Al momento, pertanto, i tesserati positivi al Covid-19 sono sei: tre calciatori ed altrettanti componenti dello staff tecnico".

20:44 - "Il richiamo o booster è efficace al 97,8% nell'evitare forme gravi di #COVID19", secondo i dati dell'Istituto superiore di Sanità. "Vacciniamoci o facciamo il richiamo. Continuiamo anche a mantenere comportamenti prudenti e a rispettare le regole. #facciamolopernoi". Così il ministero della Salute in un Tweet.

20:15 - Il Piemonte resta in zona gialla. È quanto emerge dal pre report del ministero della Salute e dell’Istituto superiore di Sanità che evidenzia che settimana tra il 3 e il 9 gennaio il numero dei nuovi casi e dei focolai cresce, come nel resto del territorio nazionale. In particolare, l’Rt puntuale calcolato sulla data di inizio sintomi passa da 1,44 a 1,88 e la percentuale di positività dei tamponi sale al 30%. L’incidenza è di 2.227,32 casi ogni 100 mila abitanti, il tasso di occupazione dei posti letto di terapia intensiva è del 23,2% e quello dei posti letto ordinari è del 28,4%

19:52 - La carenza dell'antibiotico Azitromicina è dovuta ad una "elevata richiesta, superiore alle stime e alla consueta domanda". Il medicinale "tornerà disponibile alla fine del mese di febbraio". Lo comunica l'azienda farmaceutica produttrice Pfizer. In merito alla carenza del farmaco Zitromax (azitromicina), Pfizer informa di aver già provveduto a comunicare all'AIFA, il 3 gennaio 2022 e 12 novembre 2021, rispettivamente, l'indisponibilità della formulazione in compresse da 500mg e della polvere per sospensione orale da 200mg/5ml.

19:30 - Prosegue un rassicurante trend in calo per i dati relativi al COVID-19in Gran Bretagna: nell'ultimo giorno sono stati registrati 109.133 contagi con 335 morti, in diminuzione rispetto ai 129.000 casi e ai 398 decessi di ieri e in linea con la flessione segnalata su base settimanale. Inoltre rallentano i ricoveri in ospedale, mentre prosegue la campagna di vaccinazione: sono state somministrate più di 126 mila terze dosi e booster nelle ultime 24 ore, portando il totale a oltre 36 milioni. Intanto il professor Tim Spector, a capo dello studio Zoe COVID-19, in base ai dati raccolti dal suo centro ha dichiarato che l'ondata scatenata dalla variante Omicron del coronavirus ha raggiunto il suo picco e ormai il Paese naviga verso l'uscita dal difficile periodo. Le sue dichiarazioni confermano quanto già affermato da altri eminenti scienziati del Regno. 

19:01 - Le autorità sanitarie spagnole hanno dato l'ok alla somministrazione di una quarta dose di vaccino anti COVID-19 a persone con alta fragilità, come i pazienti sottoposti a chemioterapia o radioterapia, quelli trapiantati o sotto terapia con farmaci immunosoppressori. Lo si apprende da un comunicato del Ministero della Sanità La quarta dose potrà essere somministrata dopo almeno cinque mesi da quella precedente.

18:41 - Il presidente Joe Biden ha rivolto un "appello speciale" ai media e "in particolare" ai social media: "La disinformazione deve smettere", ha detto. "Dobbiamo lavorare insieme, non gli uni contro gli altri, siamo tutti americani", ha affermato il presidente Usa, annunciando dalla Casa Bianca nuovi provvedimenti sul fronte della pandemia. 

18:16 - "Aspettiamo le decisioni, anche perché questa continua ricerca di informazioni può creare solo confusione nella popolazione. La verità è che la linea viene dettata da quello che è l'andamento della circolazione virale". Lo ha detto a Timeline, su Sky TG24, il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, che sottolinea: "In questo momento abbiamo un virus che, probabilmente, creerà molti meno problemi di quelli attesi, nel senso che abbiamo una variante più diffusiva ma molto meno cattiva". 

17:52 - "Abbiamo un urgente bisogno di vaccini universali contro i coronavirus": lo ha detto l'immunologo Anthony Fauci, durante la lectio magistralis tenuta in collegamento video con la Sapienza di Roma in occasione della cerimonia di conferimento del Dottorato di ricerca honoris causa in Advances in infectious diseases, microbiology, legal medicine and public health sciences. Citando un articolo che ha recentemente pubblicato sul New England Journal of Medicine, Fauci ha ricordato che servono vaccini universali contro i coronavirus perche' in futuro "vedremo certamente nuove varianti, non solo con SarsCoV2, ma magari con altri coronavirus". 

17:30 - I numeri di oggi.

• Attualmente positivi: 2.323.518
• Deceduti: 140.188 (+316)
• Dimessi/Guariti: 5.691.939 (+82.803)
• Ricoverati: 19.316 (+338) di cui in TI: 1.668 (-1)
• Tamponi: 152.519.212 (+1.181.179)

Totale casi: 8.155.645 (+184.615, +2,32%)

16:55 - "Oggi nel Lazio su 25.567 tamponi molecolari e 69.001 tamponi antigenici per un totale di 94.568 tamponi, si registrano 10.272 nuovi casi positivi (-1.755). Sono 34 i decessi (+19 - il dato comprende recuperi di notifiche), 1.620 i ricoverati (-9), 204 le terapie intensive (+2) e +4.207 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi e' al 10,8%. I casi a Roma città sono a quota 5.061". Lo rende noto l'assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato al termine del consueto monitoraggio. L'incidenza in aumento e valore rt stabile, i casi sono in diminuzione rispetto a giovedì della scorsa settimana, due giorni di seguito in calo. "Per la prima volta nelle ultime settimane - prosegue -  c'è un lieve calo nel numero dei ricoveri giornalieri". 

16:11 - La risalita dei contagi e le restrizioni scoraggiano i viaggiatori, mentre salgono i prezzi delle materie prime come il carburante e l’energia elettrica. Italo e le imprese di trasporto privato, fra cui Flixbus, riducono i servizi e scrivono al governo per chiedere ristori. Trenitalia cancella 180 treni regionali, Trenord riduce il servizio diurno del 12% e sopprime le corse in circolazione fra le 23.30 e le 5.

15:34 - Da oggi in Ungheria c'è la possibilità per chiunque lo richieda di ricevere la quarta dose del vaccino contro il Covid. Lo ha annunciato il capo di gabinetto del premier Viktor Orban, Gergely Gulyas, secondo quanto riportato dal Guardian. Si tratta del primo Paese in Ue a partire con la campagna per la quarta dose per tutti. La Grecia e la Danimarca hanno dato il via libera solo per i vulnerabili. Fuori dall'Europa hanno già iniziato a somministrare la quarta dose soltanto Israele e Cile. 

15:05 - Il ministro francese della Salute, Olivier Vèran, è risultato positivo al Covid-19: è quanto riferiscono persone vicine al ministro citate dalla France Presse. 

14:19 - Per il secondo giorno consecutivo sono state oltre 70 mila le somministrazioni eseguite nel Lazio e di queste oltre 6 mila sono le prime dosi di vaccino. Il 25% in più del target assegnato dalla struttura commissariale. Sono state superate le 2,6 milioni di dosi booster coprendo il 50% della popolazione over 12 anni.

13:55 - Tutta l'Europa occidentale risulta in rosso scuro nella nuova mappa epidemiologica dell'Ecdc, il Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie. In rosso scuro anche tutte le regioni italiane. Rimangono in rosso solo alcune regioni di Polonia e Romania.

13:13 - Sono state 49.677 le vaccinazioni anti-Covid eseguite ieri in Veneto, numero sospinto (41.121) soprattutto dalle terze dosi, che coprono il 48,8% della popolazione. Il dato emerge dal report regionale. Ieri sono state somministrate anche 3.894 prime dosi, che portano il totale della popolazione con almeno una dose a oltre 3,9 milioni, l'87,9% dei residenti over 12. Nella fascia pediatrica 5-11 anni il 21,3% ha ricevuto una dose di vaccino, e il 3,3% ha avuto il richiamo. 

12:20 - L’infezione da coronavirus diventerà una semplice influenza? Negli ultimi giorni, complice lo scudo vaccinale che, pur non azzerando la possibilità di contagio, diminuisce le occasioni di morti e ricoveri per gli immunizzati, alcuni esponenti della comunità scientifica sembrano avvallare questa ipotesi. La letalità influenzale è dello 0,1%, vicina allo 0,12% di quella del Covid-19.

11:20 - Sono 2,21 milioni, in Italia, gli over 50 anni che non hanno ancora ricevuto nessuna dose di vaccino anti-Covid e sono per questo, in base all'età anagrafica, ad elevato rischio di malattia grave e ospedalizzazione. Nella settimana 3-9 gennaio 2022, sono stati solo 73.690 i nuovi vaccinati in questa fascia di età, per la quale è stato introdotto l'obbligo vaccinale in base alle ultime norme introdotte dal Governo. Lo rileva il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe. 

10:28 - ''Normalizzare la gestione della pandemia per i vaccinati oggi significa sburocratizzare. Però non partirei tanto dai dati: non fornirli potrebbe sembrare un modo di nascondere qualcosa", piuttosto, "si può cambiare il modo in cui vengono presentati, sottolineando quali sono davvero quelli importanti. Ma i numeri devono essere disponibili per tutti". Queste le parole dell'assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato, riportate dal sito di SkyTg24.

10:10 - La Danimarca inizierà a breve a offire la quarta dose ai soggetti più fragili.

10:00 - Uno studio statunintense rivela che, con la variante Omicron, diminuisce del 52% la probabilità di ricovero, del 74% la probabilità di essere ricoverato in terapia intensiva e diminuisce del 91% la possibilità di decesso.

9:40 -  I dati diffusi ieri dall'agenzia governativa Agenas indicano che, nel Lazio, è occupato il 25% dei ricoveri ordinari (nessuna variazione rispetto al giorno precedente) e il 21% dei ricoveri in terapia intensiva (stessa percentuale del giorno precedente).
Nella settimana dal 3 gennaio al 9 si sono registrati 1484,94 casi ogni 100.000 abitanti.

Di seguito i parametri per il passaggio in zona arancione, che avviene nel momento in cui vengono superate tutte e tre le seguenti soglie:

- L'incidenza sfora i 150 casi per 100mila abitanti;
- La percentuale di posti letto nelle terapie intensive va oltre il 20%;
- Il tasso di ricoveri in area medica supera il 30%.