COVID-19 - OMS: "Vaccinazione obbligatoria dovrebbe essere temporanea". Costa: "Con 30-35% contagiati possibile stop al calcio". Agenas: terapie intensive al 18%. Lazio si avvicina la zona arancione

12.01.2022 23:38 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    vedi letture
COVID-19 - OMS: "Vaccinazione obbligatoria dovrebbe essere temporanea". Costa: "Con 30-35% contagiati possibile stop al calcio". Agenas: terapie intensive al 18%. Lazio si avvicina la zona arancione
Vocegiallorossa.it

La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi al 12 gennaio. Sono stati effettuati 1.190.567 tamponi e individuati 196.224 nuovi positivi al COVID-19. Nell'ultimo giorno sono morte 313 persone. Come di consueto, Vocegiallorossa.it vi fornirà le notizie LIVE riguardo la situazione del Coronavirus.

23:38 - L'Azienda sanitaria dell'Alto Adige comunica un adeguamento delle regole relative all'isolamento che ora potrà terminare anche con un test antigenico effettuato in farmacia o dal medico di medicina generale a condizione che la persona non presenti sintomi da 3 giorni. Fino ad ora le persone non vaccinate e quelle vaccinate, ma la cui seconda dose risaliva a più di 120 giorni prima, necessitavano di un test molecolare negativo per poter concludere l'isolamento.

23:10 - L'aula del Senato ha approvato con 172 sì, 2 no e 15 astenuti l'ordine del giorno, proposto dalla Lega, che impegna il governo a garantire più fondi per poter indennizzare anche chi ha riportato danni irreversibili dai vaccini anti COVID-19. Proposto inizialmente come emendamento e trasformato in ordine del giorno, era stato approvato dalla commissione Affari costituzionali durante l'esame del decreto sul green pass rafforzato. La proposta, del senatore leghista Luigi Augussori, è stata sottoscritta da Pd, LeU, M5s, FI. L'obiettivo è aumentare i fondi previsti per chi riporta lesioni permanenti a causa delle vaccinazioni obbligatorie.

22:50 - La vaccinazione obbligatoria dovrebbe essere "temporanea". È il monito lanciato dall'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), mentre alcuni Paesi hanno già introdotto e altri potrebbero farlo il vaccino obbligatorio contro il COVID-19. "Molte persone esitanti hanno dubbi sinceri a cui si deve rispondere", ha avvertito Mike Ryan, direttore esecutivo del programma di emergenza dell'Oms, secondo cui l'obbligo della vaccinazione dovrebbe essere "chiaro, esplicito e limitato nel tempo", oltre che "accompagnato da un'appropriata comunicazione e chiarimento dei rischi". In sostanza, "consideriamo l'obbligatorietà come l'ultima spiaggia", ha ribadito ancora Ryan, esortando i governi a bilanciare  benefici della vaccinazione con "le limitazioni ai diritti ed alle libertà individuali".

22:25 - "I dati di oggi mettono in evidenza un aspetto molto importante: la diminuzione dei ricoveri in terapia intensiva. Lo stiamo vedendo gia' da tempo. Se questo trend, figlio della campagna vaccinale e della terza dose, si stabilizzera' come si spera, abbiamo bisogno di andare incontro alle esigenze dei cittadini e di snellire le procedure di isolamento e quarantena". Lo afferma il direttore dello Spallanzani, Francesco Vaia, ricordando che "i cittadini e le famiglie sono nostri alleati per uscire da questa situazione".

22:03 - La Francia ha registrato nelle ultime 24 ore 361.719 casi di COVID-19, in lieve calo rispetto al giorno prima, quando è stato stabilito un record assoluto dall'inizio della pandemia con più di 368.000 contagi. La situazione negli ospedali è segnalata in leggero peggioramento, con 23.889 posti letto occupati, mezzo migliaio in più rispetto al giorno precedente, mentre i pazienti in terapia intensiva sono 3.985, un numero simile a quello del giorno prima. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati anche 294 decessi legati alla malattia. 

21:34 - "La Conferenza delle Regioni non ha preso alcuna decisione, né approvato alcun documento sulla ripresa dell'attività didattica nelle scuole o sui criteri delle ordinanze". Lo afferma il vicepresidente della Conferenza delle Regioni, Michele Emiliano, che oggi ha presieduto la riunione. "Sono stati affrontati nell'ambito di una discussione generale -  spiega il presidente della Puglia - diversi temi legati all'esigenza di rendere più efficace la collaborazione fra il Governo e le Regioni e ciascuno ha potuto liberamente esprimere il proprio pensiero rispetto a diversi aspetti che caratterizzano tale rapporto. Ma non e' stata tratta - conclude - alcuna conclusione dal dibattito rispetto al quale abbiamo invece deciso un approfondimento ulteriore in una prossima riunione della Conferenza delle Regioni".

21:07 - Favorevole ad una comunicazione settimanale, del bollettino sanitario sul Covid? "O settimanale o comunque più istituzionale e forse anche più diluita". Lo ha detto il presidente dell'Aifa, Giorgio Palù, nella puntata in onda stasera di Porta a Porta

20:35 - La Francia ha registrato nelle ultime 24 ore 361.719 casi di Covid, in lieve calo rispetto al giorno prima, quando è stato stabilito un record assoluto dall'inizio della pandemia con più di 368.000 contagi. 

20:00 - "I dati di oggi mettono in evidenza un aspetto importante: sono diminuiti i ricoveri in terapia intensiva. Se questo trend, figlio della campagna vaccinale della terza dose, si stabilizzerà abbiamo bisogno di andare incontro alle esigenze dei cittadini e snellire le procedure di isolamento e quarantena". Lo dice il direttore dello Spallanzani Francesco Vaia."Così come avviene negli Usa le persone vaccinate e asintomatiche, se positive, dopo 5 giorni di isolamento possono e devono tornare alle loro attività quotidiane", sostiene Vaia. 

19:00 - Sono 41.050 i nuovi positivi al Covid registrati in Lombardia nelle ultime 24 ore e 91 i decessi, portando così a 35.610 il totale di vittime dall'inizio della pandemia. Lo rende noto la Regione. A fronte di 223.167 tamponi effettuati, il rapporto positivi/test è pari al 18,3%. Calano i ricoveri in terapia intensiva: sono 253 (-3) mentre i pazienti ricoverati non in terapia intensiva salgono a 3.317 (+115).-

18:00 IL BOLLETTINO DI OGGI

16:44 - il calciatore del Milan Ballo-Touré è risultato positivo al Covid: è in Coppa d’Africa col Senegal.

16:08 - "L'obbligo di vaccino sopra i 50 anni ha l'obiettivo di ridurre l'area dei non vaccinati che sono particolarmente esposti a malattia grave e ospedalizzazione. Quel 10% di non vaccinati comporta i due terzi degli ingressi in terapia intensiva e il 50% in area medica. Ridurre l'area dei non vaccinati significa abbassare la pressione sugli ospedali, salvare vite umane e consentire al Paese di ripartire dal punto di vista economico e sociale". Lo ha riferito il ministro della Salute Roberto Speranza al Question time. 

15:25 -  La Russia è attualmente il Paese in Europa più colpito in termini di decessi causati dal virus. "Vediamo ciò che sta accadendo nel mondo. Abbiamo almeno un paio di settimane per prepararci all'ondata causata da omicron", ha detto Putin durante una riunione di governo, aggiungendo che le autorità regionali e federali dovrebbero adottare misure per limitare l'impatto della nuova variante e ricordando che il Paese si è trovato in una situazione estremamente difficile.

14:45 - "Il tempo di attesa per aiuti economici massicci a famiglie e imprese è scaduto. I rincari della bollette pesano. Servono altri aiuti, servono nuove, immediate misure". Lo scrive su Facebook il leader M5s Giuseppe Conte. "Noi abbiamo una lunga lista di proposte pronte, dall'azzeramento Iva 2022 sull'aumento delle bollette a un contributo di solidarietà da parte degli operatori", afferma. "Cosa aspettiamo? Si vada subito in Cdm per i ristori: non basteranno pannicelli caldi e cifre modeste, va alzata l'asticella e il M5s è pronto a sostenere un nuovo scostamento di bilancio".

14:15 - C'è l'Italia fra i 5 Paesi del mondo che hanno registrato il numero più alto di nuovi casi Covid in 7 giorni. Il Belpaese supera la soglia del milione. E' quanto registra l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) nel suo ultimo aggiornamento settimanale sulla situazione pandemica globale. Nel periodo compreso fra il 3 e il 9 gennaio, il dato record è quello degli Stati Uniti: 4,6 milioni di nuovi casi in 7 giorni, con un aumento del 73% rispetto alla settimana precedente. Seguono Francia (quasi 1,6 mln di nuovi casi; +46%) e Regno Unito (1,2 mln di casi; 10% di aumento). Il quarto Paese per contagi settimanali è l'Italia: 1,01 milioni i nuovi casi in 7 giorni, in aumento del 57% (poco sopra la media globale del +55%) rispetto alla settimana precedente. Alle spalle dell'Italia c'è l'India con 638mila nuovi casi, dato che segna però un aumento del 524%. Tornando in Europa, dal bollettino settimanale emerge che il numero di nuovi casi ha continuato ad aumentare anche nell'ultima settimana monitorata dall'Oms. Ci sono sati in 7 giorni oltre 7,1 milioni di nuovi casi, in aumento del 31% rispetto alla settimana precedente. Tuttavia, il numero di decessi ha continuato a calare, -10%, raggiungendo quota 20mila circa. 

13:50 - "Io credo che bisogna semplificare le procedure per gli asintomatici completamente vaccinati: negli Usa in questo caso la quarantena finisce dopo 5 giorni. Se il Cts intraprendesse questa linea di conseguenza non servirebbe contare gli asintomatici. Serve semplificare". E' quanto dichiara l'assessore alla sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato. 

13:20  - "Stiamo discutendo con i Laender sulla possibile introduzione dell'obbligo vaccinale in Germania. Per quanto mi riguarda, la ritengo necessaria e mi impegnerà attivamente a suo favore". È quanto ha affermato Olaf Scholz alla prima seduta dell'anno del Bundestag.  A detta del cancelliere, attualmente "la evoluzione dei contagi è migliore di quella in altri Paesi, e questo anche grazie alle misure prese finora".

12:50 - Sull'arrivo a breve di un nuovo protocollo Covid per il calcio, "c'è un percorso avviato con questo mondo, in questi casi occorre creare omogeneità nel Paese. Quindi stabilire regole e protocolli precisi e per questo c'è un percorso avviato con la Lega Calcio, le Regioni e il ministero della Salute e confido che nei prossimi giorni si possa arrivare a un nuovo protocollo che farà chiarezza. Si parla di una percentuale del 30-35% di contagiati nelle squadre e potrebbe essere un parametro che ci permetta di arrivare ad una mediazione". Così Andrea Costa, sottosegretario alla Salute. 

12:20 - Per la prima volta in 4 mesi in Giappone le infezioni di coronavirus a livello nazionale superano i diecimila casi, mentre il Paese si confronta con l'imminente arrivo di una sesta ondata, sebbene con numeri più contenuti rispetto ai valori segnalati dalle nazioni occidentali. È ancora una volta la capitale Tokyo a far salire la curva dei contagi, con 2.198 positività accertate nelle ultime 24 ore, quasi il doppio del bollettino di martedi', e un livello quintuplicato dalla settimana scorsa. Nelle prefetture di Hiroshima, Yamaguchi e nell'isola di Okinawa da domenica è entrato in vigore lo stato di 'quasi' emergenza, con nuovi limiti agli orari di apertura delle attività commerciali, e alla vendita di alcool negli orari serali. I governatori delle tre regioni hanno sollevato dubbi sulla gestione della pandemia nelle basi militari statunitensi. 

11:50 - La Fiorentina ha comunicato che "un membro del gruppo squadra regolarmente vaccinato e asintomatico è risultato positivo al Covid-19 ad un tampone eseguito nella giornata di ieri. La Società ha attivato tutte le procedure previste dal protocollo in vigore e informato le Autorità competenti", spiega il club in una nota.

11:28 - Sale al 18% (+1%) in Italia l'occupazione delle terapie intensive (era all'11% il 24 dicembre) e, a livello giornaliero, cresce in 11 regioni: la PA di Trento arriva al 31%, sale del 4% in Abruzzo (al 18%) e del 3% in Sicilia (20%) e Umbria (16%). Ma cresce anche in Calabria (20%), Campania (12%), Lombardia (17%), Piemonte (24%), Puglia (10%), Sardegna (14%), Toscana (21%). È quanto emerge dal monitoraggio Agenas dell'11 gennaio. Il tasso cala in Friuli (al 21%) e PA Bolzano (17%). Stabile in Basilicata (3%),Emilia Romagna (17%), Lazio (21%), Liguria (20%),Marche (22%), Molise (5%),Val d'Aosta (18%),Veneto (20%).

10:54 - “Omicron, con il suo grado di trasmissibilità senza precedenti, alla fine troverà tutti. I vaccinati e chi ha la terza dose saranno esposti alla nuova variante del coronavirus e molti di loro saranno probabilmente infettati. Ma, altrettanto probabilmente, non finiranno in ospedale e non moriranno”. Queste le parole di Anthony Fauci, immunologo e consigliere del presidente americano Joe Biden per il Covid-19, riportate da SkyTg24

10:33 - Il Milan ha comunicato sul proprio sito ufficiale che "Ciprian Tătărușanu è risultato negativo al Covid-19. Il giocatore è guarito ed è a disposizione per l'allenamento odierno".

10:20 - "Pandemia burocratica! Questo è diventato il Covid. Dopo un'intera giornata di lavoro con medici, farmacisti, dirigenti sanitari per cercare di dare risposte ai cittadini in balia di regole complicate e in continuo cambiamento su isolamento, certificati e quarantena, sono sempre più convinto che così non si possa più andare avanti. Il Governo decida al più presto di tamponare solo i sintomatici, altrimenti non saremo travolti dai malati ma dalle carte e dai tamponi. Solo oggi in Liguria ne abbiamo fatti 47mila, il sistema non può più reggere questo tamponificio, nonostante il grande sforzo di tutti". Queste le parole del Governatore della Liguria, Giovanni Toti, sulla sua pagina Facebook

10:00 - In Israele è stato istituito il primo reparto pediatrico Omicron. La grande contagiosità del virus sta, infatti, colpendo anche i bambini. Lo riporta il sito di SkyTg24.

9:45 - I dati diffusi ieri dall'agenzia governativa Agenas indicano che, nel Lazio, è occupato il 25% dei ricoveri ordinari (+1% rispetto al giorno precedente) e il 21% dei ricoveri in terapia intensiva (stessa percentuale del giorno precedente).
Nella settimana dal 3 gennaio al 9 si sono registrati 1484,94 casi ogni 100.000 abitanti.

Di seguito i parametri per il passaggio in zona arancione, che avviene nel momento in cui vengono superate tutte e tre le seguenti soglie:

- L'incidenza sfora i 150 casi per 100mila abitanti;
- La percentuale di posti letto nelle terapie intensive va oltre il 20%;
- Il tasso di ricoveri in area medica supera il 30%.