COVID-19 - Il bollettino del Lazio. Zingaretti: "Ora regole più semplici". L'Olanda allenta il lockdown. Maga: "Vicino il picco dei contagi". Francia, ok all'utilizzo di Novavax

15.01.2022 23:06 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
COVID-19 - Il bollettino del Lazio. Zingaretti: "Ora regole più semplici". L'Olanda allenta il lockdown. Maga: "Vicino il picco dei contagi". Francia, ok all'utilizzo di Novavax
Vocegiallorossa.it

La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi al 15 gennaio. Sono stati effettuati 1.217.830 tamponi e individuati 180.426 nuovi positivi al COVID-19. Nell'ultimo giorno sono morte 308 persone. Come di consueto, Vocegiallorossa.it vi fornirà le notizie LIVE riguardo la situazione del Coronavirus.

23:06Apple rafforza i protocolli di sicurezza man mano che la variante Omicron si diffonde negli Usa. A partire dal 24 gennaio, i dipendenti di Apple non vaccinati o coloro che non hanno presentato la prova della vaccinazione avranno bisogno di test Covid-19 negativi per entrare nei luoghi di lavoro. È quanto scrive The Verge, che cita una mail interna. E dal 15 febbraio, una volta che un dipendente risulti idoneo a ricevere una dose del vaccino avrà quattro settimane per conformarsi, altrimenti dovrà sottoporsi a test frequenti per lavorare in un negozio Apple, in un negozio partner e in un ufficio. Lo riporta SkyTG24.

22:26 - L'Argentina ha registrato nelle ultime 24 ore 96.652 nuovi casi di Covid, mentre i decessi sono stati 88. I nuovi dati segnano un importante calo rispetto a quelli di ieri, quando si era raggiunto il triste record di 139.853 contagi in un solo giorno.

21:59 - Il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, è intervenuto a "Controcorrente" su Rete 4. Le sue parole, riportate da SkyTG24: "L'obiettivo deve essere quello di ridurre la platea dei non vaccinati e per questo si può fare di più anche in termini di comunicazione: evidenziando i dati sulle terapie intensive, ad esempio, mentre dare ogni giorno il numero dei nuovi contagi rischia di veicolare un messaggio di poca fiducia ai cittadini".

21:33 - Per protestare contro il governo che ha confermato la chiusura dei locali pubblici, oggi ristoranti, pub e bar hanno aperto ugualmente le saracinesche in Olanda.

21:08 - A partire dalla prossima settimana la Valle d'Aosta diventerà zona arancione, la Campania - invece - zona gialla. 

20:38 - Si dimezza in Francia la partecipazione alle manifestazioni contro il green pass e i vaccini: secondo il ministero dell'Interno, le manifestazioni di oggi hanno visto sfilare 54 mila persone in tutta la Francia, mentre sabato scorso erano stati 105.200. A Parigi, 4 cortei hanno visto la partecipazione complessiva di 7 mila persone, di cui 5.800 alla manifestazione organizzata dai Patrioti di Florian Philippot; ci sono stati 4 fermi. Nel resto del Paese, hanno sfilato 47 mila persone con 6 fermi in tutto. 

20:10 - La variante Omicron arriva a Pechino a tre settimane dall'avvio delle Olimpiadi invernali, mentre la Cina è alle prese con vari focolai di Covid-19. Il primo caso è stato scoperto nel distretto di Haidian, noto per le molte sedi di società tecnologiche: Pang Xinghuo, un funzionario della municipalità, ha spiegato che è partito un primo ciclo di test nel complesso residenziale e nell'edificio dell'ufficio della persona contagiata. Nelle ultime settimane, la capitale ha sollecitato i residenti, al fine di ridurre i rischi di contagio, a evitare i viaggi se non necessari e a non lasciare la città anche per l'imminente Capodanno lunare.

19:56 - Si conferma la diminuzione dei casi di COVID-19 nel Regno Unito, dove oggi si registrano 81.713 nuovi positivi, dopo che ieri per la prima volta dal 21 dicembre si è scesi  sotto la soglia dei 100mila contagi giornalieri, con 99.652 nuovi casi. Il numero dei decessi, 287, delle ultime 24 ore è più alto di quello registrato ieri, 270.

19:28 - Con l'introduzione del Super Green pass ormai in diversi ambiti della vita sociale e lavorativa, i tempi sono maturi per superare il sistema delle fasce di colori per le Regioni: l'obiettivo è di garantire la massima possibilità di spostamento e la tutela delle attività economiche, evitando chiusure. È l'orientamento delle Regioni, che nella prossima Conferenza dei governatori si riuniranno per discutere di una serie di temi sulle misure anti COVID-19 ed eventuali proposte da avanzare al Governo.

19:00 - "C'è la necessità che, a livello nazionale, in merito al Covid ci sia uno speaker ufficiale del Governo, come accade in Gran Bretagna o in Usa". Lo ha detto il presidente del Veneto, Luca Zaia. "Non sto dicendo che gli altri non possono parlare - ha aggiunto -, ma lo fanno in nome e conto proprio. Sarebbe opportuno ora che ci sia uno speaker ufficiale e un bollettino ufficiale dell'istituzione nazionale". "Ci sono- ha precisato - più istituzioni nazionali, filogovernative o del Governo direttamente, che emanano bollettini per dire le stesse cose che ha detto qualcun altro un'ora prima".

18:32 - Tra le regioni e le province autonome spetta alla Valle d'Aosta il primato di territorio con il maggior numero di casi segnalati di COVID-19, in rapporto alla popolazione, dall'inizio della pandemia. Dal report esteso dell'Istituto superiore di sanità (Iss), aggiornato al 12 gennaio e che integra il monitoraggio settimanale sul COVID-19, emerge infatti che l'incidenza cumulativa nella piccola regione alpina è di 17.702,09 casi per 100 mila abitanti. I valori più alti appartengono poi alla provincia di Bolzano (17.444,7), al Veneto (16.963,75) e alla Lombardia (16.457,05). In numeri assoluti, in base al report dell'Iss, al 12 gennaio scorso erano 21.932 i casi di Covid registrati in Valle d'Aosta dall'inizio dell'emergenza sanitaria, il secondo valore più basso (solo il Molise, con 20.205 contagiati, vanta una cifra inferiore).

18:08 - "Oggi nel Lazio su 24.575 tamponi molecolari e 79.124 tamponi antigenici per un totale di 103.699 tamponi, si registrano 12.096 nuovi casi positivi (-3.211), sono 15 i decessi (-10), 1.734 i ricoverati (+59), 204 le terapie intensive ( = ) e +5.120 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 11,6%. i casi a Roma città sono a quota 6.200. Superata quota 2,7 milioni di dosi booster effettuate, raggiunto il 53% della popolazione over 12 anni. Le somministrazioni totali sono 11,8 mln e l'obiettivo entro fine mese è di arrivare a 3,5 mln di dosi booster superando il 70% della popolazione adulta" È quanto afferma l'assessore alla Sanità della Regione Lazio D'Amato. "Per il quarto giorno di seguito oltre le 70 mila somministrazioni di vaccino, il 26% in più rispetto al target commissariale. Domani 16 gennaio open day dosi booster fascia 12-17 anni nelle strutture messe a disposizione da Aiop (dosi booster con vaccino Pfizer) fino ad esaurimento delle disponibilità.

17:45 IL BOLLETTINO DI OGGI

16:45 - C'è anche l'attore Enrico Montesano sul palco di piazza San Giovanni, a Roma, dove è in corso la manifestazione dei 'no vax' e dei 'no green pass'. "La gente come noi non molla mai", è il coro con cui è stato accolto l'artista, noto per le sue posizioni contro i vaccini.

15:45 - Già tante sono le persone in piazza San Giovanni, arrivate da tutta Italia per il sit in no-vax e no Green Pass, contro l'obbligo vaccinale. Tra i volontari della sicurezza, con le pettorine con scritto 'verità è libertà', anche i portuali Genova

13:19 - Il tasso dei decessi per le persone non vaccinate è pari a 42.4 ogni centomila. Quello dei vaccinati con ciclo completo e dose booster e' 1.4. Lo rileva il rapporto dell'Iss sull'andamento dell'epidemia di Covid 19 in Italia. L'indice di rischio rispetto ai due valori di riferimento è 30.3. 

10:52 - "Il COVID-19 si sconfigge rispettando le regole di comportamento e con il vaccino. Su questo non possono esistere deroghe, ma "è tempo di semplificare. La condizione per un'adesione di massa e convinta alle regole è anche la semplicità". Lo scrive in una lettera a Il Corriere della Sera il governatore del Lazio Nicola Zingaretti. L'ex segretario del Pd fa un appello al governo: "è il momento di lottare contro la burocrazia da COVID-19, per semplificare la vita alle persone e tornare quanto più possibile a una normalità, compatibilmente con l'esigenza di combattere il virus". E aggiunge che la campagna di vaccinazione procede spedita. "Nella mia Regione per il secondo giorno consecutivo sono state oltre 70mila le somministrazioni. Il 97% della popolazione adulta ha ricevuto la doppia dose o una copertura equivalente, il 91% se consideriamo gli over 12".

10:32 - "Il monitoraggio clinico che distingue i pazienti affetti da COVID-19, che è la malattia causata dal Sars-CoV-2, da quelli affetti da altre patologie e che risultano positivi al Sars-CoV-2 può essere un ulteriore dato fondamentale. Consentirebbe, in questa fase della pandemia, di scremare ulteriormente i numeri". Lo ha detto, in un'intervista a Il Corriere della Sera, Fabio Ciciliano, membro del Comitato tecnico-scientifico.

10:11 - La Tunisia ha registrato il 13 gennaio scorso 8.460 nuovi casi di COVID-19 su 30.050 test effettuati, con un tasso di positività salito al 28,15%, e 5 decessi. Sono gli ultimi dati resi noti dal ministero della Salute di Tunisi che segnano un forte aumento di contagi nel Paese nordafricano, che da giovedì scorso ha instaurato un coprifuoco notturno e il divieto di assembramenti e manifestazioni per due settimane.

09:50 - La risposta alla pandemia ha rafforzato il modello di uno Stato democratico forte, che ha protetto i cittadini nel momento più duro. Intervistato da La Stampa, il premier spagnolo Pedro Sanchez parla del rapporto di Madrid con l'Italia: i due paesi sono stati i primi colpiti dal virus, e con il negoziato sui fondi Ue ci si è resi conto della forza che si ha quando si procede uniti. Italia e Spagna i due principali beneficiari del Next Generation Ue: "dobbiamo metterlo in pratica nel modo più efficiente possibile. Dal risultato di queste nostre sfide nazionali dipenderà il successo di uno strumento che può trasformare l'Europa". 

09:22 - Da oggi l'Olanda riapre le scuole secondarie, le università scientifiche e negozi non essenziali dopo il lockdown totale in vigore dal 19 dicembre. Lo hanno annunciato in una conferenza stampa il premier Mark Rutte e il ministro della Salute Ernst Kuipers sottolineando come, nonostante il record di contagi, i ricoveri siano in netta discesa. Sempre oggi riapriranno le attività di contatto, inclusi parrucchieri, i saloni di bellezza e i centri massaggi. Via inoltre l'obbligo di quarantena per chi ha la terza dose di vaccino se ha avuto contatti diretti con un positivo: se asintomatico basterà un tampone molecolare negativo dopo 5 giorni.

09:00 - "Il picco sembra essere vicino e forse arriverà con un po' di anticipo rispetto a quanto previsto, ma ne sapremo molto di più osservando l'andamento dei contagi la prossima settimana". Lo afferma, in un'intervista a Il Messaggero, Giovanni Maga, direttore dell'istituto di genetica molecolare del Cnr. "Diversi modelli statistici hanno previsto che raggiungeremo il famoso plateau a fine gennaio e inizio febbraio. Se il tasso di positività - spiega - si manterrà stabile anche la prossima settimana".

08:40 - L'Alta Autorità della Sanità francese ha annunciato di aver autorizzato il 6 gennaio scorso l'utilizzo del vaccino anti COVID-19 prodotto da Novavax. Si tratta del quinto vaccino autorizzato in Francia, dopo quelli Pfizer/BioNTech, Moderna, Astrazeneca e Janssen. L'Alta Autorità della Sanità ha inoltre autorizzato la somministrazione di una seconda dose del vaccino Johnson & Johnson, inizialmente previsto come monodose.