COVID-19 - Chiusa Via del Corso a Roma. 1.048 nuovi casi nel Lazio. Toti: "Le zone colorate andrebbero individuate su base provinciale e comunale". Domani a Montecitorio la protesta delle guide turistiche e ristoratori

21.02.2021 21:42 di Gabriele Chiocchio Twitter:    vedi letture
COVID-19 - Chiusa Via del Corso a Roma. 1.048 nuovi casi nel Lazio. Toti: "Le zone colorate andrebbero individuate su base provinciale e comunale". Domani a Montecitorio la protesta delle guide turistiche e ristoratori
Vocegiallorossa.it

L'emergenza Coronavirus continua a non dare tregua non solo in Italia, ma in tutto il pianeta. La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 250.986 tamponi e individuati 13.452 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 388.895, 4.272 in più rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 232 persone affette da Coronavirus per un totale di 95.718 decessi dall'inizio dell'epidemia. Il tasso di positività è pari al 5,3%.

21:42 - Si è da poco concluso il vertice in videoconferenza tra i ministri Speranza e Gelmini e i governatori, secondo quanto appreso da Sky TG24. Questi ultimi hanno dato un sostanziale ok alla proroga della mobilità tra Regioni per altri 30 giorni, che sarà domani decisa dal Consiglio dei ministri. 

20:21 - "Non possiamo pretendere di chiamarvi a ratificare decisioni già prese, ma possiamo e vogliamo chiedervi di partecipare ad un processo decisionale che certo dovrà essere tempestivo, che certo dovrà essere snello, ma che non potrà calare sulle vostre teste. Mi impegnerò dunque, per quanto mi compete". Così Mariastella Gelmini - secondo quanto si apprende - ai rappresentanti di Regioni, Anci e Upi.

19:56Il nuovo decreto legge COVID-19 potrebbe prorogare di trenta giorni le limitazioni agli spostamenti legati all'emergenza. È quanto confermano diverse fonti ministeriali, precisando che una decisione definitiva sulla data non è stata ancora presa. I limiti dovrebbero riguardare sia la mobilità tra le Regioni (il blocco scade il 25 febbraio) sia la possibilità di fare visita ad amici e parenti e cioè la regola che, per ora valida fino al 5 marzo, consente di spostarsi verso un'altra abitazione privata massimo in due persone, con i figli minori di 14 anni.

19:33 - "Grazie a tutti i medici di medicina generale del nostro Paese che hanno unitariamente sottoscritto l'intesa con governo e regioni per somministrare il vaccino COVID-19. La loro capillarità e il loro rapporto di fiducia con le persone sono un valore aggiunto importante che ci consentirà, quando aumenteranno le dosi a disposizione, di rendere più forte la nostra campagna di vaccinazione". Lo ha scritto il ministro della Salute Roberto Speranza in un post su Facebook.

19:04 - Sono finora 340.578 le somministrazioni di vaccino anti COVID-19 nel Lazio. Alla stessa ora di ieri risultavano 333.435. Lo riferisce la Regione Lazio. 

18:36 - Dal 1° marzo al via nel Lazio le vaccinazioni anti COVID-19 presso i medici di base. La novità, in attesa dell'atto ufficiale del ministero della Salute, è che si partirà dai nati nell'anno 1956 (quindi persone di 65 anni) con il vaccino AstraZeneca.

18:10 - Gli agenti della polizia locale di Roma Capitale sono intervenuti nel pomeriggio nelle vie del "tridente", a Roma, per contenere l'afflusso del gran numero di persone. I caschi bianchi hanno chiuso via del Corso, via Ripetta e via del Babuino. Numerosi gli interventi anche nei principali parchi e ville storiche della Capitale per far rispettare il distanziamento ed evitare il più possibile la formazione di assembramenti in violazione delle norme per il contenimento dell'epidemia da COVID-19.

17:52 - "Abbiamo sottoscritto oggi un importante protocollo d'intesa con i medici di medicina generale per le vaccinazioni da COVID-19 che ci permette di guardare al futuro organizzativo della campagna vaccinale con maggiore ottimismo". Così il governatore emiliano-romagnolo Stefano Bonaccini, presidente della Conferenza delle Regioni. "Con la sottoscrizione di questo nuovo accordo - spiega Bonaccini - potremo infatti organizzare in modo più efficace e capillare sul territorio le vaccinazioni e implementarle, dando così respiro a tutti gli altri comparti sanitari in prima linea. Ringrazio sia il ministro Speranza che le organizzazioni di rappresentanza dei medici di medicina generale per il positivo lavoro svolto".

17:28 - La Protezione Civile ha diffuso i dati inerenti alla pandemia Coronavirus. I nuovi contagi sono 13.452, che portano il totale a 2.809.246. Nello specifico, rispetto a ieri, +4.272 attualmente positivi (388.895), +8.946 guariti (2.324.633), +232 decessi (95.718). I tamponi effettuati sono stati 250.986, per un’incidenza del 5,3%.

17:15 - È "vincente", secondo il presidente del Consiglio Superiore di Sanità, Franco Locatelli, agire "in modo selettivo" sul territorio e cercare di vaccinare il numero più ampio della popolazione, anche in vista dell'aumento dei contagi da variante."Quella inglese diventerà prevalente nel Paese" ha spiegato durante la trasmissione Mezz'ora in più condotto da Lucia Annunziata, sottolineando che al momento i contagi sembrano essere stati contenuti, alla luce dei dati degli ultimi giorni. Contro le varianti, "ci sono i vaccini ma anche i comportamenti, la mascherina (ne basta una sola indossata correttamente), mantenete le distanze". 

16:50 - Per la fine di marzo l'Italia dovrebbe ricevere quasi 13 milioni di dosi di vaccino. Lo ha affermato il presidente del Consiglio superiore di Sanità, Franco Locatelli, a 'Mezz'ora in più, su Rai3. "A oggi abbiamo avuto 4.700.000 dosi, il che ci indica che ne abbiamo usate circa i tre quarti, e altri 7.700.000 sono attese nel mese di marzo". 

15:40 - Nel Lazio su oltre 9 mila tamponi (-2.399) e quasi 15.000 antigenici per un totale di oltre 24.000 test, si registrano 1.048 casi positivi (+127), 15 decessi (-17) e +1.040 guariti. Diminuiscono i decessi e i ricoveri, mentre aumentano i casi e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 10%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 4%. I casi a Roma scendono sotto quota 400. Aumentano i casi rispetto a domenica scorsa, la Ciociaria è fortemente attenzionata. 

14:15 - È in programma stasera una riunione, in video conferenza, tra il governo e i presidenti delle Regioni, in vista del Consiglio dei ministri convocato domattina per approvare il decreto Covid con le nuove misure restrittive anti contagio. All'incontro, secondo quanto riferiscono fonti governative, parteciperanno la ministra per gli Affari regionali Mariastella Gelmini e il ministro della Salute Roberto Speranza. Sul tavolo l'eventuale proroga del divieto di spostamento tra Regioni in scadenza giovedì. 

12:44 - Il mondo della ristorazione scende in piazza domani a Roma per protestare contro le restrizioni del Governo e chiedere maggiori sostegni economici. La manifestazione nazionale, organizzata da Tutela Nazionale Imprese (Tni) e Ristoratori Toscana che rappresentano oltre 40.000 imprese, si terra' alle 15 a Montecitorio e prevede un presidio a oltranza, anche nei giorni a seguire. Le principali richieste sono indennizzi immediati per il settore, messo in ginocchio dalla pandemia, e il superamento del sistema a colori che provoca chiusure e riaperture ogni settimana

11:01 - Domani le guide turistiche tornano in piazza Montecitorio a manifestare per chiedere al governo tutele verso un comparto che sta pagando carissimo il prezzo della pandemia. La manifestazione nazionale è stata indetta e organizzata da Tutela Nazionale Imprese, per lunedi' 22 febbraio alle 15,00 in piazza Montecitorio, con presidio a oltranza.

9:50 - Grazie al successo della campagna vaccinale, Israele sta allentando le restrizioni: come riporta la Bbc, da oggi negozi, biblioteche e musei in Israele possono riaprire, sempre nel rispetto del distanziamento sociale e dell'obbligo di indossare le mascherine. Si torna anche nei centri commerciali e negli zoo.

9:20 - Il governo britannico accelera ancora nella campagna di vaccinazioni anti Covid e s'impegna ad anticipare entro luglio l'obiettivo della somministrazione almeno della prima dose a tutta la popolazione dai 18 anni in su del Regno. Lo ha fatto sapere stasera Boris Johnson, secondo quanto scrive Sky TG 24.

8:55 - L'Australia ha dato il via alla sua campagna vaccinale, con il premier Scott Morrison nel ristretto gruppo dei primi cittadini inoculati con la prima dose del siero Pfizer/BioNTech. In diretta tv, Morrison è stato vaccinato in un centro medico del Nord-Est di Sidney, nel tentativo del governo di incoraggiare la fiducia della popolazione nei vaccini, secondo quanto scrive Sky TG 24.

8:40 - In un'intervista al Corriere della Sera, il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti ha parlato della divisione dell'Italia a zone: "Siamo ancora un po' sparpagliati, ma certamente non sono tutti d'accordo sull'ipotesi di un'Italia arancione. Le zone colorate andrebbero individuate su base provinciale e comunale".