Roma-Feyenoord 5-3 d.t.r. - Cosa dicono gli xG - Un tempo a viso aperto e nulla più fino alla fine

23.02.2024 22:25 di Gabriele Chiocchio Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
Roma-Feyenoord 5-3 d.t.r. - Cosa dicono gli xG - Un tempo a viso aperto e nulla più fino alla fine
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Negli ultimi anni è stato sviluppato un nuovo tipo di dato che può aiutare ad analizzare ciò che è successo nelle partite di calcio e il rendimento delle squadre. Si tratta del dato degli Expected Goals, vale a dire un numero che quantifica, in media, i gol che si segnano in una partita dai tiri che si prendono durante la gara. Un numero non indiscutibile, in quanto sono stati sviluppati diversi modelli che danno dei risultati diversi (anche se tendenzialmente simili), e al quale non si può ridurre l’intero andamento di un match, ma che può aiutare a dare contezza di determinate situazioni in modo più freddo. Ecco l’analisi di Roma-Feyenoord, con i dati di Fotmob.

DUE CASI - La partita ha visto le due squadre arrivare ai rigori dopo un 1-1 determinato da due gol su tiri a bassa percentuale. Il vantaggio firmato da Gimenez arriva su un tiro da 0,07 xG, tra l’altro il primo della partita, mentre il pareggio di Pellegrini nasce da una conclusione dal valore di 0,05 xG: quest’ultima ha avuto un valore di xG on target di 0,63, a testimoniare la grande qualità della sua finalizzazione.

SUL RING NEL PRIMO TEMPO - Dei quattro periodi giocati, l’unico che ha visto le due squadre giocarsela a viso aperto è stato il primo, terminato con 1,23 expected goals in 11 tiri per la Roma e 0,57 xG in 3 tiri per il Feyenoord. Oltre al gol di Gimenez, un altro tentativo del messicano e uno di Wieffer sono stati vicini alla soglia della grande occasione, rispettivamente 0,23 e 0,27 xG. Dall’altra parte, Lukaku si ha avuto una chance da 0,29 xG e Cristante addirittura una da 0,57 xG.

PARTITA ANNULLATA - La palpabile tensione ha fatto sì che il confronto sia rimasto bloccato fino alla fine: nei 75 minuti più recuperi di secondo tempo e tempi supplementari, entrambe le squadre hanno tirato appena 4 volte ciascuna, creando 0,26 xG la Roma e 0,14 xG il Feyenoord. 

LA DOPPIA OCCASIONE - Nell’ultimo minuto dei tempi supplementari, Lukaku ha impegnato il portiere del Feyenoord e poi ha avuto un’altra chance di testa: nel primo caso ha trasformato 0,07 xG in 0,18 xGOT chiamando alla buona parata il suo avversario, mentre nel secondo ha avuto a disposizione sempre 0,07 xG, anche se a una prima analisi potevano sembrare di più.