Cambio Campo - Gennari: "Gollini? La Roma è un'opzione molto concreta. La crescita di Mancini mi ha stupito molto"

22.04.2021 12:10 di Danilo Budite Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Danilo Budite
Cambio Campo - Gennari: "Gollini? La Roma è un'opzione molto concreta. La crescita di Mancini mi ha stupito molto"
Vocegiallorossa.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Torna l'appuntamento con "Cambio Campo", la rubrica di Vocegiallorossa.it nella quale, prima di ogni partita della Roma, vi proponiamo un'intervista ad un giornalista che segue la squadra avversaria.

L'ospite di oggi è Fabio Gennari giornalista di Bergamopost.it, con il quale abbiamo parlato di Roma-Atalanta.

Che partita si aspetta? Come si affronteranno tatticamente le due squadre?
"Ho qualche dubbio sull'Atalanta visto che da Verona Gasperini ha inziato a proporre la difesa a 4. Dalla Roma mi aspetto i titolari e più brio rispetto a Torino, perché è vero che per la Roma conta l'Europa League, ma non deve fare figure in campionato. Mi aspetto due squadre con grandi valore, ma l'Atalanta ha più motivazioni".

Ultimamente abbiamo visto l’Atalanta passare a 4 in difesa. Come cambiano i nerazzurri?
"Secondo Gasperini cambia poco, in sostanza cambiano le posizioni di Zapata e Muriel. Il primo ha più spazio, il secondo parte più da lontano e ha più possibilità di fare assist. Poi Pessina e Malinovskyi sono giocatori diffiicli da marcare, soprattutto col nuovo modulo. L'Atalanta può cambiare facilmente i due moduli, fermo restando che deve mantenere il pallino del gioco. Mi aspetto una partita molto interessante".

Si parla molto di Gollini alla Roma. È possibile uno scenario del genere?
"Gollini è un giocatore importante, ha fatto bene l'anno scorso ma quest'anno ha fatto qualche errore di troppo. L'Atalanta vuole migliorare il portiere quindi o migliora Gollini o va sul mercato. La Roma è un'opzione molto concreta, ma ci sono anche altri scenari come il giro di portieri che si può scatenare se Donnarumma lascerà il Milan. Gollini vorrà far bene in questo finale di stagione anche per l'Europeo e l'Atalanta spera che lui possa spingere tanto sotto questo punto di vista. La possibilità che Gollini lasci l'Atalanta è concreta".

Quale futuro invece per Zapata e Muriel? Rimarranno a Bergamo?
"Il discorso per tutti i giocatori è semplice: l'Atalanta ha il vantaggio di avere una politica di rinnovi di contratto molto conservativa. Tutti i giocatori dell'Atalanta hanno il contratto fino al 2024 tranne Rossi e Sportiello che comunque rinnoveranno. Quindi l'Atalanta ha una grande forza contrattuale. Certo se arriva una squadra con cifre pesanti per Muriel e Zapata l'Atalanta ascolta e valuta, perché davanti a offerte importanti l'Atalanta cede, lo sa bene la Roma. Per Muriel e Zapata, pagati poco più di 20 milioni, mi aspetto una cifra quasi triplicata, anche perché il panorama delle punte mondiali al momento non è particolarmente fornito. Bisognerà anche vedere come questo pasticcio della Superlega andrà a inficiare, perché mi aspetto qualche cambiamento".

Mancini e Cristante, due ex Atalanta, hanno indossato la fascia da capitano della Roma. Si aspettava che potessero diventare così importanti nella Roma?
"Sinceramente mi ha stupito di più Mancini. Nell'ultimo anno di Atalanta era finito dietro, rispetto a Cristante partiva da più dietro, mentre Cristante dava già l'impressione di avere qualcosa in più, come si era visto anche prima dell'Atalanta. Cristante si sta dimostrando una pedina importantissima, che può giocare ovunque, e spesso è troppo criticato. Mancini invece in una difesa come quella della Roma mi ha stupito, mi sembra maturato, anche se ogni tanto qualche errore lo commette comunque. Loro due si sono confermati anche fuori Bergamo, il loro percorso alla Roma va applaudito".