Cambio Campo - Fontana: "Kumbulla è un ottimo acquisto, ma ha bisogno di tempo. Assenze pesanti per il Verona, sarà una partita imprevedibile"

19.09.2020 12:59 di Danilo Budite Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Danilo Budite
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Cambio Campo - Fontana: "Kumbulla è un ottimo acquisto, ma ha bisogno di tempo. Assenze pesanti per il Verona, sarà una partita imprevedibile"

Primo appuntamento della nuova stagione con "Cambio Campo", la rubrica di Vocegiallorossa.it nella quale, prima di ogni partita della Roma, vi proponiamo un'intervista ad un giornalista che segue la squadra avversaria.

L’ospite di oggi è Matteo Fontana, giornalista del Corriere di Verona, con il quale abbiamo parlato di Hellas Verona-Roma.

Come sta il Verona? Come arriva a questo esordio in campionato?
"Il Verona arriva incompleto, come un po' tutte le squadre visto che questo mercato ai tempi del coronavirus è pazzo. Il Verona ha assenze evidenti nell'organico e inoltre ci sono anche infortuni pesanti visto che sicuramente mancherà Lazovic e cercherà di recuperare Zaccagni, due giocatori importanti. Le assenze sono di rilievo, poi manca anche Magnani, tra gli ultimi arrivati. Il quadro è questo, poi ci sono da considerare i tratti di continuità rispetto all'anno scorso e a questi deve agganciarsi l'Hellas per tirare fuori una buona prestazione in un contesto non semplice".

Che partita si aspetta?
"Siamo in un contesto imprevedibile. Anche la Roma ha le sue questioni aperte, tra arrivi e partenze. Sono due squadre in fase di costruzione, bisognerà capire quanta intensità possa avere il Verona. Se l'avrà potrà creare apprensioni alla Roma, altrimenti uscirà fuori la superiorità tecnica giallorossa".


Il Verona l’anno scorso è stato una sorpresa, quest’anno senza partire come outsider può faticare maggiormente?
"È naturale che ci sia una sorta di obbligo morale a fare meglio, nessuno vuole tornare indietro, ma l'obiettivo del Verona rimane la salvezza, magari ottenerla in maniera tranquilla. Poi è naturale il desiderio di migliorarsi, ma non dimentichiamoci che il Verona ha venduto i suoi 3 grandi nomi: Amrabat, Rrahmani e Kumbulla. Già ciò dice tanto su quanto il Verona sia da ricostruire".


Come si sta trovando Çetin? Può fare una stagione importante?
"Non ha avuto molte occasioni, ha anche avuto qualche problema fisico. Sicuramente il contesto veronese può essere adatto a lui, può trovare spazio e trovando continuità si vedranno le sue qualità. È un giocatore di atletismo, ma va testato sul campo. Non dovrà far rimpiangere Rrahmani e non sarà facile. La difesa è stata il punto di forza della scorsa stagione e quindi per Çetin sarà un grosso banco di prova per capire che giocatore sia e che potenzialità abbia".


Come vede Kumbulla alla Roma?
"Kumbulla è un difensore con una concentrazione mostruosa. Ha capacità di apprendimento importanti e ha ancora grandi margini di crescita vista la giovane età. Il dubbio è legato al fatto che sia la prima volta che lascia il nido familiare e bisognerà vedere se ne risentirà. Sicuramente è un ragazzo di grande serietà e di grandi mezzi, credo che sia un acquisto azzeccato. Certo non si pensi di aver trovato subito il nuovo Aldair o Samuel, bisognerà dargli tempo, in prospettiva è sicuramente un difensore completo che può stare ad alti livelli".


Rispetto all’anno scorso si aspetta una Roma migliorata o ridimensionata?
"La Roma ha avuto perdite notevoli tra cessioni e infortuni. Sospenderei il giudizio, al momento ha qualcosa in meno rispetto all'anno scorso. Però c'è ancora del tempo per completare la rosa, la competitività della rosa quindi va misurata più avanti. Al momento non vedo una Roma da qualificazione Champions, ma bisognerà vedere più avanti".