Genoa, tutto fatto per Sanabria: prestito di 18 mesi con diritto di riscatto a 20 milioni di euro. Alla Roma il 50%. Perinetti a VG: "Non ho sentito la Roma. Domani ci saranno novità"

22.01.2019 23:20 di Jacopo Simonelli Twitter:    vedi letture
Genoa, tutto fatto per Sanabria: prestito di 18 mesi con diritto di riscatto a 20 milioni di euro. Alla Roma il 50%. Perinetti a VG: "Non ho sentito la Roma. Domani ci saranno novità"
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Il Genoa pensa ad Antonio Sanabria per il dopo Piatek, una notizia che interessa anche la Roma. Perché la società giallorossa, in caso di cessione del classe '96, riceverà dal Betis Siviglia il 50% dell'importo totale.

23:20 - Come riportato dalla trasmissione "Calciomercato - L'Originale" in onda su Sky Sport, la trattativa tra il Genoa e il Betis Siviglia per riportare Antonio Sanabria in Italia è in fase di chiusura. Il calciatore diventerà rossoblù nella giornata di venerdì. La formula sarà quella del prestito di 18 mesi con diritto di riscatto a 20 milioni di euro, dunque la Roma, in caso di conferma da parte del club di Preziosi, a giugno 2020 incasserebbe 10 milioni di euro.

22:15 -
Contattato dalla redazione di Vocegiallorossa.it, il ds del Genoa Giorgio Perinetti ha dichiarato: "Non ho sentito la Roma. Stiamo trattando con il Betis Siviglia, domani ci saranno novità".

Questo un estratto del comunicato giallorosso, datato 15 luglio 2016.

"Inoltre, in caso di futuro trasferimento del calciatore, il club spagnolo riconoscerà all’AS Roma un importo pari al 50% del valore del corrispettivo. L’accordo prevede altresì un diritto di opzione per l’AS Roma, esercitabile al termine delle prossime tre stagioni sportive, per il riacquisto a titolo definitivo dei diritti alle prestazioni sportive dell’attaccante ad un valore di 11 milioni di euro, nelle prime due stagioni, e di 14,5 milioni di euro al termine della terza".

Come riportato poco fa da Sky Sport, i rossoblu starebbero per chiudere sulla base di un prestito con diritto di riscatto fissato a 20 milioni.