Setti: "Contro la Roma non sarà facile, ma ce la giocheremo"

26.01.2012 11:34 di Eleonora Ciampichetti   vedi letture
Fonte: radio ies
Setti: "Contro la Roma non sarà facile, ma ce la giocheremo"
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico Gaetano

Il vice presidente del Bologna, Maurizio Setti, è intervenuto ai microfoni di Radio IES all'interno della trasmissione "La città nel pallone" per parlare, tra le varie cose, anche della prossima gara in programma domenica alle 15 contro la Roma.
Queste le sue dichiarazioni: "A Bologna, nella partita di andata, non ci abbiamo capito niente contro una squadra di grande forma ed entusiasmo. Sarà dura, ma ce la giocheremo. Ho visto il match dei giallorossi a Torino: sono condizioni diverse, qualche giocatore in coppa Italia non riesce a concentrarsi e poi la Juventus non è il Bologna. Lo stadio della Juventus dà qualcosa in più, poi la Roma ha preso gol subito e ha fatto fatica. Noi sappiamo che non troveremo la Roma vista in coppa. Il Bologna arriverà conscio delle proprie possibilità, che grazie a Pioli ha ritrovato il suo assetto. Ce la veniamo a giocare contro una delle più belle e innovative squadre che ci sono in Italia. Dal canto nostro, noi abbiamo trovato in Pioli un allenatore che sta facendo vedere i risultati, anche grazie ad alcuni giocatori che prima erano stati trascurati e che ora sono tornati con entusiasmo; il tecnico ha creato un bel gruppo: insomma è un piccolo progetto nel quale contano i giocatori giovani che fanno un percorso integrativo, con qualche vecchio in mezzo a fare da chioccia. Ramirez? Sabatini voleva capire fin dove era il punto di arrivo di questo giocatore. Noi abbiamo sempre sostenuto che un piccolo progetto deve partire da qualcosa di importante. Il giocatore poteva partire per cifre importanti, ma Sabatini si è tirato subito fuori viste le cifre. Il ragazzo ora è contento e si sente parte integrante. Da qua a giugno si vedrà, ora siamo contenti che sia con noi e viceversa.
Di Vaio? Ci parliamo spesso. Marco è un ragazzo che mette un impegno e una costanza di un ventenne: tante volte dobbiamo dirgli noi di abbassare i ritmi. E’ un giocatore che gli bastano due palle per fare male e soffre se non dà il massimo. Sicuramente ci tiene tantissimo a questa partita. Se segna o non segna ha comunque la nostra stima e lui lo sa".
Setti si è poi soffermato sul capitolo mercato e sulla situazione societaria: "Non ci saranno novità importanti, per gennaio siamo apposto. Abbiamo anche Crespo che è un classe 87′, poi ci sono tanti giovani in primavera di prospettiva e Rivarola per giugno. Nel nostro piccolo abbiamo le nostre possibilità con la speranza di replicare nel piccolo quello che sta facendo la Roma. La società? Il Presidente si occupa veramente di cercare di sistemare tutti gli aspetti di un gruppo di lavoro che si è formato e che si sta amalgamando, dal direttore fino all’ultimo dei magazzinieri. C’è una tranquillità qui a Bologna che sono anni che non si vedeva".