L'avversario - La Fiorentina di Sousa

03.03.2016 17:30 di Danilo Magnani Twitter:    vedi letture
L'avversario - La Fiorentina di Sousa
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico De Luca

Il 28^ turno di campionato vedrà a confronto la Roma di Spalletti e la Fiorentina di Paulo Sousa. La partita, decisiva per il terzo posto, verrà giocata venerdì 4 marzo alle ore 20:45 sul prato verde dello Stadio Olimpico.

NUMERI – La Fiorentina si presenta alla sfida con 53 punti in classifica, gli stessi della Roma, con 48 reti segnate e 27 subite (una in meno rispetto agli uomini di Spalletti). In campionato, dopo le due sconfitte consecutive con Lazio e Milan arrivate a gennaio, i viola non perdono da 7 turni consecutivi. Nelle tredici partite disputate in trasferta fino a questo momento, la Fiorentina ha ottenuto 6 vittorie, 4 sconfitte e 3 pareggi, segnando 20 reti e subendone 16. I giocatori più pericolosi di Sousa in questa stagione sono Nikola Kalinic e Josip Ilicic, rispettivamente a 11 e 10 gol ed entrambi hanno effettuato 6 assist vincenti. Il trequartista sloveno inoltre ha nella Roma una delle sue vittime preferite, avendole inflitto in passato 4 reti.

PRECEDENTI – Sarà la 78^ volte in Serie A che si disputerà la gara Roma-Fiorentina. I precedenti sono a favore dei giallorossi, avendo vinto 36 sfide, perse 14 e pareggiate 27. I viola non ottengono i tre punti contro la Roma dalla stagione 2011-12, quando si imposero per 2 reti a 1 all'Olimpico: da quel momento ci sono state 6 vittorie romaniste e un pareggio. Nella scorsa stagione però, i toscani possono vantare altri due successi esterni, uno in Coppa Italia (0-2) e un altro in Europa League (0-3). Per Paulo Sousa sarà la seconda volta da allenatore contro la Roma (all'andata terminò 1-2), mentre per la prima volta affronterà Spalletti. Da calciatore il portoghese sfidò i capitolini ben 9 volte in campionato, collezionando 2 vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte.

ALLENATORE – Paulo Sousa, nato il 30 agosto del 1970, è un ex centrocampista portoghese che ha giocato in Italia con le maglie di Juventus, Inter e Parma. Intraprende la carriera d'allenatore nel 2005 come assistente di Scolari nel Portogallo. Nel 2008 inizia come primo allenatore al Queens Park Rangers in Championship, all'epoca di Flavio Briatore, ma dopo 26 giornate viene esonerato. L'anno seguente passa allo Swansea, al tempo nella stessa serie del QPR, ottenendo un 7° posto. Nel 2010 si lega al Leicester City ma dopo soli 3 mesi ottiene il secondo esonero della carriera. Abbandona l'Inghilterra per andare al Videoton, club ungherese con il quale vince due Supercoppe e una Coppa di Lega in due anni, prima di abbandonare per motivi famigliari. Successivamente passa al Maccabi Tel Aviv, club con il quale rimane un solo anno, vincendo il campionato israeliano. Nel 2014 si riavvicina al calcio importante grazie al Basilea, club con il quale vince il campionato svizzero, dimostrando di saper imprimere un calcio divertente e organizzato alle proprie squadre grazie a delle ottime prestazioni anche in Champions League. A giugno 2015 rescinde con gli elvetici per sedersi sulla panchina viola.

PROBABILE FORMAZIONE – La Fiorentina sembra essere intenzionata a schierare una linea difensiva a 4 contro la Roma, con Roncaglia sulla destra e Marcos Alonso a sinistra, ma non è escluso che lo spagnolo possa salire sulla linea del centrocampo, dove esterno a destra ci sarà il giovane Bernardeschi. con Vecino e Badelj in mezzo. Dubbi sulla trequarti, dove accanto a Borja Valero si giocano un posto Ilicic e il neo arrivato Tello, anche se Sousa opterà probabilmente per l'inserimento in corsa del catalano, data la sua velocità. In avanti l'unica punta sarà Kalinic.

FIORENTINA (4-2-3-1): Tatatrusanu; Roncaglia, Rodriguez, Astori, Alonso: Vecino, Badelj; Bernardeschi, Borja Valero, Ilicic; Kalinic.