Roma-Bologna - I duelli del match

06.11.2016 17:00 di Yuri Dell'Aquila Twitter:    vedi letture
Roma-Bologna - I duelli del match
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Messi in cascina i tre punti ottenuti in Europa League contro l'Austria Vienna, la Roma di Luciano Spalletti ospita all'Olimpico il Bologna di Donadoni, prima dei 15 giorni di stop dovuti alla sosta per le gare delle Nazionali, utili per recuperare alcuni dei giocatori che affollano l'infermeria giallorossa.

VoceGiallorossa.it, come di consueto, vi offre i duelli che decideranno il match.

RUDIGER/FAZIO-SADIQ/FLOCCARI - Grossi dubbi di formazione per la difesa giallorossa, che ha nei propri effettivi Manolas infortunato, Fazio migliorato ma out contro l'Austria Vienna, Juan Jesus impiegato a sinistra per mancanza di alternative e Rudiger sempre in campo dopo i 6 mesi di stop per l'infortunio al ginocchio: da valutare dunque se impiegare sia il tedesco che l'argentino al centro della retroguardia oppure far scalare nuovamente Daniele De Rossi tra i difensori. Ballottaggio anche nell'attacco bolognese, con l'attaccante di proprietà giallorossa Sadiq in vantaggio su Floccari per un posto da titolare; il nigeriano garantirebbe fisicità al centro dell'area, in uno stadio che l'ha visto siglare il primo gol da professionista lo scorso anno nell'incontro tra Roma e Genoa.

BRUNO PERES-KREJCI - Frenato da un infortunio muscolare che l'ha tenuto fuori una ventina di giorni, l'esterno brasiliano non è ancora riuscito a sbocciare pienamente all'interno del contesto tattico ordito da Luciano Spalletti, che nella difesa a "tre e mezzo" ha incaricato l'ex Torino di galoppare sulla corsia di destra e fornire un continuo riferimento ai giocatori più offensivi. Un assaggio di ciò che viene richiesto dal tecnico toscano si è visto proprio nel match dello scorso giovedì, con il filtrante di Paredes a premiare la corsa di Peres e il successivo cross per il gol di Dzeko. Stasera però, il numero 13 romanista dovrà fare i conti sul proprio lato di campo con la velocità di Krejci, che già nello scorso marzo è stato in grado di segnare in questo stadio, con la maglia dello Sparta Praga, contribuendo a eliminare la Lazio dall'Europa League. Accelerazioni e inserimenti alle spalle dei difensori le qualità maggiori dell'esterno ceco, cliente scomodo se lasciato nelle condizioni di partire palla al piede.

SALAH-MASINA - Dopo il turno di stop europeo, l'egiziano torna in campo da titolare per scardinare le difese della squadra bolognese, nel fortino Olimpico che fino ad ora l'ha visto realizzare 5 delle sue 6 reti stagionali a cui vanno aggiunti 3 assist. Sulla sua fascia agirà Masina, cliente scomodo, che ricopre un ruolo fondamentale per l'undici di Donadoni: con la sua tenuta atletica che gli permette di proporsi in avanti nell'arco di tutti e 90 i minuti, l'esterno italo-marocchino viene cercato con insistenza dai compagni, che sviluppano sul suo lato la costruzione dell'azione, per poi lanciarlo in proiezione offensiva da cui può rendersi pericoloso con cross o tagli al centro.