Roma-Atalanta, sfida su tre round

01.10.2011 12:30 di Gabriele Chiocchio   vedi letture
Roma-Atalanta, sfida su tre round
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Mariani

Roma-Atalanta si gioca al meglio dei tre gol. E’ questo il dato statistico che emerge analizzando gli ultimi 12 precedenti, quelli dal 2002/2003 ad oggi, tra le due squadre: in 9 di questi, la squadra che ha prevalso lo ha fatto per due reti a uno. La storia comincia nel gennaio del 2003: è l’ultima partita del girone d’andata, la Roma passa a Bergamo con un gol di Totti, salvo poi farsi rimontare dai gol di Doni e Tramezzani, quest’ultimo su calcio di punizione. La gara di ritorno serve solo agli orobici per agganciare la Reggina e giocarsi lo spareggio-salvezza, poi perso: sono ancora Doni e Gautieri, intervallati da una rete di testa di un giovane De Rossi, a permettere ai nerazzurri di espugnare l’Olimpico. Due stagioni dopo, i bergamaschi tornano in Serie A, e la storia non cambia: 9 gennaio 2005, Montella con una doppietta dà alla Roma, reduce dalla sconfitta nel derby del turno precedente, il doppio vantaggio, che gli ospiti dimezzano con un gol di Marcolini per il terzo 2-1 consecutivo. La serie si interrompe nel maggio dello stesso anno, quando ai giallorossi basta un gol di Cassano per salvarsi e mandare nuovamente in Serie B la squadra allora allenata da Delio Rossi. Dopo un altro anno di purgatorio di Doni e compagni, ricomincia la serie dei match “su tre riprese” tra le due squadre: a spuntarla nel primo incontro è di nuovo la Roma, che all’Olimpico nel dicembre del 2006 rimonta con due rigori di Totti l’iniziale gol di Zampagna, che segna anche nel ritorno per un altro 2-1, stavolta per la squadra di Colantuono, firmato appunto dalla punta, dal solito Doni e da Perrotta nel finale. Anno nuovo, vita vecchia nel 2007/2008: a Bergamo è Ferreira Pinto a sbloccare il risultato, prima che Totti (su punizione) e Mancini portino la gara al solito finale, mentre a Roma, nella giornata dello scudetto mancato dell’Inter, Panucci e De Rossi mettono al sicuro la Roma che subisce gol nel finale da Bellini, quasi a voler proseguire questa incredibile serie di risultati, che però si interrompe nel corso della stagione successiva. L’Atalanta di Delneri infatti non riesce a segnare nella gara di andata all’Olimpico e perde 2-0 (a segno ancora Panucci e Vucinic), mentre nel ritorno a Bergamo non c’è storia e gli orobici vincono 3-0 con Doni ancora sugli scudi con una doppietta e Capelli per la prima volta a segno in Serie A. Gli ultimi due precedenti, datati 2009/2010, fanno registrare nuovamente il risultato ormai "standard", in entrambi i match a favore della Roma: nell’andata in Lombardia Vucinic e Perrotta rimontano il vantaggio nerazzurro di Ceravolo, nel ritorno Tiribocchi mette paura ai 70000 dell’Olimpico e alla squadra di Ranieri, in procinto di sorpassare l’Inter in classifica e sul 2-0 firmato ancora dal montenegrino e da Cassetti. Di certo, gli scommettitori sapranno su che risultato esatto puntare.