Rick Karsdorp torna sul luogo del delitto, ma le cose a destra non sono cambiate

03.12.2023 08:00 di Gabriele Chiocchio Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
Rick Karsdorp torna sul luogo del delitto, ma le cose a destra non sono cambiate
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Oggi c’è Sassuolo-Roma e Sassuolo-Roma significa tornare con la mente a un po’ meno di un anno fa, quando sembrava che i giallorossi potessero prendere tre punti importanti per ripartire dopo un derby perso e invece finirono per portarne via uno soltanto, anche a causa di un ingresso in campo non certo da fuochi d’artificio di Rick Karsdorp. Quel dopogara resta uno dei più ricordati per le dichiarazioni che José Mourinho fece nei confronti di un calciatore che non citò, ma che era facile identificare nell’olandese, poi escluso dal match di fine 2022 contro il Torino.

All’epoca il mercato si avvicinava e l’idea che in molti si erano fatti era quella che l’ex Feyenoord potesse essere ceduto e sostituito da un altro elemento per migliorare il pacchetto degli esterni destri: quel che era sfuggito è che, con un settlement agreement sulle spalle, deprezzare il proprio calciatore in quel modo non avrebbe liberato in alcun modo spazio sufficiente per rimpiazzarlo con un elemento di valore, e infatti alla fine il 2 rimase al suo posto, venendo reintegrato silenziosamente già nelle amichevoli invernali e poi ufficialmente alla vigilia dell’impegno di Europa League contro il Salisburgo.

Poco più di un anno dopo, la Roma torna al Mapei Stadium e il favorito per essere titolare da quella parte è proprio Rick Karsdorp, come se nulla fosse accaduto. E in effetti nulla è accaduto, perché il nuovo tentativo di migliorare l’out di destra con Kristensen al momento si sta rivelando un buco nell’acqua e l’olandese, se non altro per militanza, si sta rivelando ancora una volta la scelta meno inaffidabile per quel ruolo. Non che Karsdorp stia brillando più degli altri, anzi: lo score recita 0 gol e 1 assist, è lo stesso del danese ed è anche inferiore a quello di Celik, che di assist ne ha realizzati due, benché fossero entrambi contro la non irresistibile versione esterna del Servette. 

Il derby di qualche settimana fa ha comunque messo definitivamente in chiaro chb, perché Mourinho preferisce spingere da un lato solo e più precisamente da quello sinistro, rinunciando ad avvolgere il campo su entrambi i binari per motivi di equilibrio. Che sia Karsdorp, che sia Celik o che sia Kristensen, è complicato (ma non impossibile) che la Roma crei pericoli direttamente da quel versante. Resta legittimo aspettarsi che Karsdorp, così come tutti gli altri, scenda almeno in campo con una verve superiore a quella del famigerato subentro dell’ultimo precedente al Mapei Stadium, ma ovviamente questa è condizione necessaria, pur non sufficiente, per provare a superare quello che ormai è il tabù delle partite fuori casa.

Le probabili formazioni di Sassuolo-Roma, domenica 3 dicembre ore 18:00
Sassuolo (4-2-3-1):
 Consigli; Toljan, Erlic, Tressoldi, Vina; Boloca, Matheus Henrique; Berardi, Thorstvedt, Lauriente; Pinamonti.
A disp.: Cragno, Pegolo, Missori, Pedersen, Ferrari, Volpato, Racic, Lipani, Bajrami, Mulattieri, Ceide, Defrel.
All. Alessio Dionisi.
Ballottaggi: Thorstvedt/Bajrami, Tressoldi/Ferrari
In dubbio: -
Diffidati:
Berardi
Squalificati: -
Indisponibili:
 Obiang, Alvarez, Viti.

Roma (3-5-2): Rui Patricio; Mancini, Llorente, Ndicka; Karsdorp, Cristante, Paredes, Pellegrini, Spinazzola; Dybala, Lukaku.
A disp: Boer, Svilar, Belotti, Azmoun, Celik, Aouar, Renato Sanches, Kristensen, Bove, Zalewski, Pagano, Pisilli, El Shaarawy
All.: José Mourinho
Ballottaggi: Karsdorp/Kristensen, Spinazzola/Zalewski, Pellegrini/Bove
In dubbio: -
Diffidati
: Mancini.
Squalificati: -
Indisponibili: Abraham (rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro), Kumbulla (lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro), Smalling (infiammazione tendinea).