Riccardo e quel suo marchio di fabbrica: il gol alla Calafiori. VIDEO!

05.12.2020 13:40 di Luca d'Alessandro Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Luca d'Alessandro

Era un pomeriggio d'ottobre di un paio di anni fa, con la Roma impegnata in Youth League al Tre Fontane, quando un intervento killer di un giovane del Viktoria Plzen, Vaclav Svobodam, per poco non spezzò la gamba di Riccardo Calafiori. Il giovane terzino sinistro, venne portato negli USA dal suo agente Raiola per essere operato al ginocchio sinistro da Freddie Fu: il chirurgo un anno prima operò Zlatan Ibrahimović. Un percorso difficile, travagliato per lui che "nei primi giorni post-operazione non pensavo nemmeno al rientro in campo, perché era talmente lontano che lo vedevo come irraggiungibile". La dedica dopo un gol di Dzeko, il supporto di De Rossi, il ritorno in campo e poi... di nuovo lo stop. Stavolta contro la Lazio: lesione di 1°/2° grado al collaterale mediale del ginocchio destro (quello sano). Balzato alle cronache per il gran gol segnato ieri sera in Europa League con lo Young Boys, la road to glory di Calafiori non è stata di quella semplici. Ma la carriera, fin qui rischiata di essere compromessa, per lui nato il 19 maggio 2002 (ancora 18enne) è ancora tutta da scrivere. Oltre ovviamente al carattere di chi è stato costretto a doversi rialzare in più di un'occasione c'è un altro tratto che già caratterizza il giocatore Calafiori dal punto di vista tecnico: il suo calcio. Non è un caso che abbia dichiarato di ispirarsi a Kolarov, terzino sinistro dal sinistro al fulmicotone come lui. In molti ieri si sono meravigliati della coordinazione, della potenza e della precisione con cui il numero 61 giallorosso abbia segnato, ma la rete, per chi lo segue da tempo, può essere tranquillamente definita già un "gol alla Calafiori". Soltanto nella passata stagione in Primavera fece 4 gol abbastanza simili:

Napoli-Roma: cross basso dalla destra per Calafiori che arriva a rimorchio e dal vertice sinistro dell'area trafigge il portiere con un sinistro potente sul primo palo. 

Roma-Pescara: palla in mezzo, spizzata da Bianda e Calafiori al volo di destro calcia potente sotto la traversa.

Roma-Hellas Verona: D'orazio serve per l'accorrente Calafiori che di sinistro da fuori area calcia di prima a incrociare sul palo lungo. 

Roma-Napoli: calcio d'angolo dalla sinistra, colpo di testa del difensore partenopeo, colpo di testa di un compagno di squadra che alza un campanile e Calafiori che di prima intenzione al volo, col mancino, trafigge sul primo palo il portiere avversario. 

Bonus track la gara d'esordio in Serie A, contro la Juventus, dove Calafiori va in gol sempre alla stessa maniera: cross dalla destra, Szczesny esce di pugno su Fazio, la palla arriva al limite dell'area, destro di controbalzo in rete senza pensarci due volte. Purtroppo il gol verrà annullato. 

Il gol di ieri ha posto subito l'accento sul suo rinnovo contrattuale, per lui che ha sempre dichiarato quale fosse il suo sogno: "Esordire in Serie A e continuare per tutta la carriera con la Roma".