Questione di scelte: Kluivert si fa trovare pronto

17.09.2019 20:30 di Federico Pavone Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Questione di scelte: Kluivert si fa trovare pronto

Una delle note più liete della bella vittoria contro il Sassuolo è stata certamente la prestazione di Justin Kluivert, che ha disputato forse la miglior partita da quando indossa la maglia della Roma. L’infortunio di Cengiz Ünder, abbinato a quello di Zappacosta, aveva creato un grosso problema a Fonseca: alla vigilia, l’intenzione del tecnico portoghese sembrava essere quella di adattare Nicolò Zaniolo nel ruolo di esterno destro d’attacco, una scelta che però avrebbe modificato profondamente l’assetto offensivo dei giallorossi. L’ex allenatore dello Shakhtar ha invece deciso di lanciare dal primo minuto Kluivert, sicuramente più compatibile con la sua idea di calcio ma spesso incapace di incidere sulle gare. Il giovane ragazzo olandese ha ripagato al meglio la fiducia, rispondendo con una prestazione eccellente: strappi ad altissima velocità, tagli, inserimenti e, soprattutto, un gol. Justin ha messo in evidenza tutto il suo repertorio, diventando a tratti incontenibile sulla corsia di destra e mandando nel panico i difensori del Sassuolo, totalmente in balìa dell’attacco giallorosso per tutto il primo tempo. Non sono comunque mancati degli errori da parte di Kluivert che, in una prova nel complesso più che positiva, in almeno un paio d’occasioni non ha avuto la freddezza di servire un compagno al momento giusto. Al contrario di quanto fatto vedere da Lorenzo Pellegrini, Kluivert spesso non riesce ad alzare la testa e prendere la scelta giusta. Più che difetti tecnici, ciò che ha frenato l’ex giocatore dell’Ajax fin qui è stata la mancanza di lucidità. Con tre competizioni da giocare, Kluivert quest’anno potrebbe però trovare ancora più spazio e fare il definitivo salto di qualità, anche grazie ad un allenatore con il quale sembra esserci un ottimo feeling. Nel giudicarlo, non si può ignorare la giovane età (classe 1999) e che i margini di miglioramento sono enormi. Giovane, talentuoso e anche ambizioso, come testimoniato nelle dichiarazioni postpartita rilasciate sorprendentemente in italiano: “Se penso che possiamo lottare per il titolo? Sì, perché no? Ho fiducia in questa squadra come tutti noi, vogliamo lottare per il primo posto”.

Prossima partita: Roma-Istanbul Basaksehir (giovedì ore 21:00)
Probabile formazione (4-2-3-1):
Lopez; Fiorenzi, Mancini, Jesus, Spinazzola; Diawara, Veretout; Zaniolo, Pastore, Mkhitaryan; Dzeko
Ballottaggi: Florenzi/Kolarov, Pastore/Pellegrini, Mkhitaryan/Kluivert
In dubbio: Smalling (sovraccarico muscolare).
Indisponibili: Perotti (lesione miotendinea al retto femorale sinistro), Ünder (lesione bicipite femorale), Zappacosta (lesione di secondo grado al soleo), 
Diffidati: -
Squalificati: -