Occasioni sprecate e bomber a secco: Roma e Fiorentina hanno lo stesso mal di gol

15.01.2023 08:00 di Emiliano Tomasini Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Emiliano Tomasini
Occasioni sprecate e bomber a secco: Roma e Fiorentina hanno lo stesso mal di gol
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

La partita di domenica sera tra Roma e Fiorentina è molto importante per entrambe le squadre per continuare a inseguire i rispettivi obiettivi. I giallorossi devono continuare a fare punti per non perdere terreno dal quarto posto, i viola – invece – hanno bisogno di punti per avvicinarsi alla zona Europa League. Nella prime tre partite del 2023 entrambe le squadre hanno ottenuto due vittorie e un pareggio e si sono rilanciate dopo una prima parte di stagione al di sotto le aspettative. Le squadre di Mourinho e Italiano, però, sono accomunate anche da altro: entrambe producono molto e segnano poco.

TROPPE OCCASIONI SPRECATE – Roma e Fiorentina hanno segnato 21 gol a testa nelle prime 17 giornate di campionato, troppo pochi per due squadre che hanno come obiettivo l’Europa. Mourinho e Italiano propongono un tipo di calcio molto diverso: concreto e solido il primo, spettacolare e coinvolgente il secondo. Entrambi gli allenatori, però, in questa stagione stanno facendo fatica a far segnare le rispettive squadre. Da agosto a novembre la Roma ha creato moltissime occasioni da gol, ma riuscendo a concretizzarne pochissime. La Fiorentina ha creato meno occasioni dei giallorossi, ma anche i viola hanno sprecato moltissimo sottoporta.

BOMBER IN CRISI – Da Abraham a Jovic passando per Belotti e Cabral: nessuno degli attaccanti di Roma e Fiorentina ha fin qui convinto. Dopo le prime uscite del 2023 Abraham sembra essere in ripresa, ma 4 gol in campionato sono davvero troppo pochi per un giocatore che nella stagione 2021-22 ne aveva segnati 27. Belotti, giallorosso da sei mesi e che piace proprio alla squadra di Italiano, sta facendo fatica a trovare spazio nelle rotazioni di Mourinho e a trovare la porta quando viene chiamato in causa. Oltre a loro due, Mou potrebbe contare anche su Shomurodov, che è però ai margini del progetto romanista. Cabral, come Abraham, era in ripresa in questo inizio 2023, ma un infortunio ha frenato la sua rinascita. Jovic sembra un giocatore incompiuto, un attaccante dal grande talento che non riesce a sbocciare. Dall’addio di Vlahovic di un anno fa la Fiorentina non ha più trovato un vero bomber e i risultati dei viola ne stanno risentendo.

COSA ASPETTARSI DOMENICA – Con queste premesse, la prospettiva per domenica sembra essere uno scialbo 0-0. Le due squadre, però, sono obbligate a vincere per non perdere terreno dalle rispettive concorrenti e difficilmente si accontenteranno di un pareggio a reti bianche. Saranno quindi costrette a cercare il gol.

Prossima partita: Roma-Fiorentina (domenica ore 20:45)
Probabile formazione (3-4-2-1): Rui Patricio; Mancini, Smalling, Kumbulla; Celik, Cristante, Bove, Zalewski; Zaniolo, Dybala; Abraham 
Ballottaggi: Zalewski/El Shaarawy/Spinazzola, Cristante/Matic/Tahirovic
In dubbio: Pellegrini
Diffidati: Mancini, Cristante, Zaniolo, Celik
Squalificati: Ibanez
Indisponibili: Darboe (rottura legamento crociato anteriore del ginocchio destro), Wijnaldum (frattura della tibia destra).