La Roma digerisce i lunch match: vittoria nel 50% dei casi, solo 3 sconfitte

13.02.2021 21:45 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
La Roma digerisce i lunch match: vittoria nel 50% dei casi, solo 3 sconfitte
Vocegiallorossa.it
© foto di Insidefoto/Image Sport

Con le difficoltà che la Roma sta riscontrando negli scontri con le big del campionato, la rincorsa per un posto in Champions League passa necessariamente dalle sfide con le “medio-piccole”. Nel girone d’andata, la formazione di Fonseca ha fatto en-plein con le compagini posizionate dal decimo posto in giù, risultati che gli permettono di essere pienamente in corsa per l’obiettivo stagionale, ossia almeno il quarto posto.

Pertanto, domani la Roma cercherà di tornare alla vittoria sfidando l’Udinese nell’ormai consueto “lunch match” della domenica. L’orario delle 12:30, infatti, è ufficialmente in vigore dalla stagione 2010/2011 e, a partire dal 2018/2019, è diventato esclusiva della nuova piattaforma DAZN, che detiene i diritti per trasmettere le partite delle 12:30 (tranne qualche rara eccezione).

I giallorossi hanno già disputato 22 incontri in questo orario, con un bilancio piuttosto favorevole che li ha visti uscire vincitori nel 50% delle occasioni – quindi 11 – con lo score completato da 8 pareggi e sole 3 sconfitte. Analizziamo, però, nel dettaglio quanto accaduto.

2010/2011 – Nel debutto delle 12:30 come orario di gioco, la Roma di Ranieri/Montella ha ottenuto una vittoria, due pareggi e una sconfitta. Da segnalare, in particolare, il 2-2 del “Franchi” contro la Fiorentina, con Totti che realizza i gol numero 200 e 201 in Serie A.

Roma-Chievo 1-0
Fiorentina-Roma 2-2
Parma-Roma 0-0
Sampdoria-Roma 2-1

2011/2012 – Con Luis Enrique in panchina, l’unico precedente è in casa contro il Novara, con un roboante 5-2 per i capitolini.

Roma-Novara 5-2

2012/2013 – Nell’anno della sciagurata accoppiata Zeman/Andreazzoli, sono state due le partite giocate dalla Roma alle 12:30. uscendo in entrambi i casi imbattuta: 2-0 all’Atalanta all’Olimpico, 3-3 nella trasferta di Bologna.

Roma-Atalanta 2-0
Bologna-Roma 3-3

2013/2014 – Arriva Rudi Garcia che, oltre a “riportare la chiesa al centro del villaggio”, non sbaglia un colpo nei 3 lunch match stagionali, superando Fiorentina, Sassuolo ed Hellas Verona.

Roma-Fiorentina 2-1
Sassuolo-Roma 0-2
Hellas Verona-Roma 1-3

2014/2015 – Il tecnico francese si conferma un “cecchino” alle 12:30, conquistando altre 3 vittorie rispettivamente contro Genoa, Napoli e Udinese. Da ricordare, in particolare, il successo contro i friulani grazie all’unica rete in maglia giallorossa del compianto Davide Astori.

Roma-Genoa 2-0
Roma-Napoli 1-0
Udinese-Roma 0-1

2015/2016 – Nel gennaio 2016 Spalletti subentra a Garcia ed è proprio il tecnico di Certaldo a giocare le due gare stagionali delle 12:30, che si chiudono con un 3-3 a Bergamo contro l’Atalanta e un 3-0 casalingo inflitto al Chievo.

Atalanta-Roma 3-3
Roma-Chievo 3-0

2016/2017 – Negative, invece, le due partite dell’ultima stagione in carriera di Francesco Totti. Quest’ultimo, su rigore, sigla la rete della bandiera nel ko per 3-1 a Torino contro i granata. La seconda sconfitta, invece, nel derby con lo stesso risultato.

Roma-Lazio 1-3
Torino-Roma 3-1

2017/2018 – Primo anno di Di Francesco come tecnico della Roma. Score non irresistibile nei 3 lunch match. Pur senza mai perdere, i capitolini ottengono due pareggi in trasferta contro Bologna e Chievo e una sofferta vittoria per 1-0 contro l’Hellas Verona.

Bologna-Roma 1-1
Chievo-Roma 0-0
Hellas Verona-Roma 0-1

2018/2019 – Solo una gara alle 12:30 per la Roma, che esce dall’Olimpico con un deludente 2-2 contro il Chievo.

Roma-Chievo 2-2

2020/2021 – Dopo un anno di stop. Il 10 gennaio scorso la Roma torna in campo alle 12:30, con un altro 2-2 contro l’Inter grazie a un colpo di testa di Mancini nei minuti finali.

Roma-Inter 2-2

Prossima partita: Roma-Udinese, domenica 14 febbraio ore 12:30
Probabile formazione (3-4-2-1): Pau López; Mancini, Ibañez, Kumbulla; Karsdorp, Villar, Veretout, Spinazzola; Pellegrini, Mkhitaryan; Džeko.
Ballottaggi: Džeko-Borja Mayoral, Pedro-Pellegrini.
In dubbio: -
Diffidati: Bruno Peres, Cristante, Ibañez, Villar, Kumbulla.
Squalificati: -
Indisponibili: Zaniolo (rottura legamento crociato ginocchio sinistro), Smalling (lesione muscolare).