La gara vista dalla curva - 60.000 cuori sospingono la Roma in semifinale. VIDEO!

23.01.2014 06:00 di Yuri Dell'Aquila Twitter:    vedi letture
La gara vista dalla curva - 60.000 cuori sospingono la Roma in semifinale. VIDEO!
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico Gaetano

Notte magica allo Stadio Olimpico, dove la Roma di Rudi Garcia elimina la Juventus di Antonio Conte, sconfiggendola con il punteggio di 1-0 firmato Gervinho, guadagnandosi il diritto di disputare la semifinale contro la vincente della sfida tra Napoli e Lazio. 

In una cornice di pubblico mozzafiato, formata dai circa 60.000 presenti al big match, il tifo incessante della Curva Sud ha guidato verso il successo i calciatori, soffrendo insieme a loro nei momenti difficile e prendendoli per mano nei minuti di massima spinta, con le folate di Gervinho e Maicon ad accendere i supporter capitolini per un successo molto importante, che riscatta la debacle incassata allo Juventus Stadium il 5 gennaio scorso.

Prima del fischio d'inizio, trionfale giro di campo per il neo acquisto Michel Bastos, accolto da un'ovazione incredibile. Curioso siparietto per l'inconsapevole brasiliano che, arrivato sotto la Curva Nord, espone una sciarpa lanciatagli in precedenza dal settore opposto recante la scritta "Lazio m...a", prontamente abbassata da uno steward lì vicino. Arriveranno poco dopo, a mezzo di stampa, le scuse della Roma per la situazione.

La gara è straordinaria dal punto di vista dell'agonismo ma pecca di occasioni, soprattutto nel primo tempo, con le due squadre che si contendono il pallino del gioco, senza mai riuscire a rendersi pericolose per i guantoni di Storari e Buffon. L'ampio turnover disposto da Conte annichilisce il gioco degli ospiti, che lasciano più volte l'iniziativa alla squadra di Garcia, abile ad attaccare senza mai concedere le ripartenze ai bianconeri, i quali si arroccano dietro la linea di metà campo alla ricerca di un errore della retroguardia capitolina, che però mai arriverà.

La ripresa vede la Roma salire di tono ma ancora senza impensierire Storari, se non con sporadici tiri da fuori area, fino all'ingresso di Miralem Pjanic, il quale impiega quattro minuti per condurre alla perfezione un contropiede, servendo con un passaggio filtrante Strootman, che a sua volta pennella un pallone col contagiri, deviato in allungo da Gervinho per il vantaggio giallorosso. E' il 78': esplode lo Stadio, esplode la Curva Sud, si ammutoliscono i 3.500 sostenitori bianconeri, la Roma è in vantaggio e vede avvicinarsi lo striscione del traguardo. I restanti minuti, una volta riconquistata la propria postazione persa durante l'esultanza, sono vissuti tra preghiere, la tachicardia di chi ha paura di una beffa nei minuti conclusivi, chi si accascia sul proprio seggiolino, speranzoso di vedere fischiata al più presto la fine del match e chi continua a cantare a squarciagola.

Gli ingressi di Llorente e Tevez non cambiano l'inerzia della partita: il Sig. Tagliavento al 94' pone fine alle ostilità. La Roma ha vinto. La Roma è in semifinale.