L'avversario - Come il Napoli tenterà di mettere sotto scacco la Roma

05.07.2020 18:00 di Alessandro Carducci Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
L'avversario - Come il Napoli tenterà di mettere sotto scacco la Roma

Sarà il Napoli di Gattuso ad affrontare la Roma questa sera alle 21:45.

PUNTI DI FORZA – I partenopei fanno del possesso palla il loro punto di forza. Costruiscono l’azione dal basso, cercando di attirare il pressing avversario (che difficilmente la Roma effettuerà) per creare spazio in mezzo al campo per i centrocampisti. Le due mezzali sono molto brave a giocare tra le linee e a rendersi pericolosi dalla trequarti in su. È una squadra composta da bravi palleggiatori e difficilmente perde palla. Anche quando recupera palla, il Napoli difficilmente verticalizza subito ma preferisce costruire lentamente l’azione con una fitta ragnatela di passaggi e scambi di posizione tra i giocatori. L’azione spesso si sviluppa con repentini cambi di gioco ad attaccare il lato debole della squadra avversaria, con i terzini molto alti che dialogano con l’esterno offensivo. In fase di transizione negativa, gli azzurri preferiscono ricompattarsi subito senza cercare di riconquistare immediatamente il pallone, bloccando le vie centrali e indirizzando gli avversari verso le fasce.

PUNTI DEBOLI – Avendo la volontà di tenere sempre il pallone, la Roma potrebbe provare a partire subito in contropiede, una volta recuperata palla, per trovare al difesa napoletana scoperta. La squadra di Gattuso, come accennato prima, indirizza gli avversari verso l’esterno del campo ed è dalle fasce che la Roma potrebbe fare male. Servirà una grande gara dei due terzini, che dovranno salire con i tempi giusti e approfittare dello spazio lasciato dagli esterni alti capitolini, che tenderanno come di consueto a giocare all’interno del campo.

GIOCATORI CHIAVE – Un uomo per reparto: iniziamo dalla difesa con Koulibaly che è difficile da superare sul piano fisico e della velocità. A centrocampo, se Fabian Ruiz dovesse giocare potrebbe far valere la sua grande tecnica nonostante non sia stata, finora, la sua migliore stagione. In avanti, occhio alle invenzioni di Insigne.

La probabile formazione del Napoli
Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Koulibaly, Maksimovic, Mario Rui; Lobotka, Elmas, Zielinski; Lozano, Milik, Insigne.