Karsdorp vince la scommessa e viaggia verso il rinnovo

09.03.2021 20:30 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
Karsdorp vince la scommessa e viaggia verso il rinnovo
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico De Luca 2021

Tra le note liete della stagione 2020/2021 della Roma c’è il redivivo Rick Karsdorp che, dopo essere stato vicinissimo a lasciare la Capitale, sta per firmare il rinnovo contrattuale sino al 2026.

Arrivato nella Capitale nell’estate 2017, la prima annata romana del terzino olandese è stata pesantemente condizionata dalla rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro che, di fatto, lo ha escluso per il resto della stagione. Dopo essersi ripreso, non meglio è andata nel 2018/2019, con appena 14 apparizioni in tutte le competizioni e altri guai fisici a incidere.

Pur di non perdere l’investimento fatto, nell’estate 2019 la Roma lo cede in prestito al Feyenoord, club che lo aveva lanciato nel calcio che conta. Karsdorp gioca con continuità ma, a causa della pandemia Coronavirus, l’Eredivisie chiude i battenti anzitempo e l’olandese torna così nella Capitale.

L’estate scorsa, il classe ‘95 è stato a un passo dal lasciare nuovamente i giallorossi. Dapprima, sembrava fatta per il suo approdo all’Atalanta, salvo ripensamento da parte della Dea che punta (scelta sbagliata col senno del poi) su Piccini. Pochi giorni prima del debutto in campionato, è il Genoa a interessarsi fortemente a Karsdorp, come ammesso dall’allora DS dei liguri Daniele Faggiano in un’intervista del 15 settembre 2020: “Karsdorp è vicino, attendiamo solo che la Roma acquisti il sostituto di Florenzi”. Invece, anche in questa occasione, la trattativa salta e Karsdorp, dopo un colloquio con Fonseca, convince il mister a puntare su di lui per giocarsi le sue chances.

Tuttavia, l’inizio del 2020/2021 sembra essere in linea con le precedenti stagioni. Infatti, all’esordio contro l’Hellas Verona, Karsdorp esce nella ripresa per un problema muscolare, che lo terrà fuori dai campi per circa un mese.

Dal giorno del suo ritorno a pieno regime, datato 26 ottobre 2020 contro il Milan, l’annata di Karsdorp prende una piega diversa. L’olandese, dapprima, viene alternato con Bruno Peres sull’out di destra, per poi diventare definitivamente il titolare della Roma su quella corsia. I numeri, d’altronde, sono dalla sua parte: 23 presenze in campionato con una rete e ben 5 assist a referto, che hanno portato altrettante vittorie ai capitolini (Parma, Bologna, Cagliari, Sampdoria all’andata e Fiorentina al ritorno).

Inoltre, si nota anche una crescita tattica nel calciatore olandese, capace di ricoprire in emergenza il ruolo di centrale destro nella difesa a 3, come mostrato nella doppia sfida contro il Braga.

Il GM Tiago Pinto, dopo aver rinnovato il contratto a Ibanez, sembra sempre più convinto di fare lo stesso con Karsdorp, con gli ultimi rumors che danno per ufficiale l’accordo a partire da questo venerdì. Per il terzino, in scadenza il 30 giugno 2022, è pronto un prolungamento sino al 2026, segno di come la Roma abbia intenzione di puntare fortemente su di lui.

Lo stesso, invece, non si può dire per Bruno Peres che, salvo sorprese, lascerà la Capitale dal prossimo 1° luglio, così come Santon che ormai non sembra rientrare più nel progetto e sarà messo sul mercato. A tal proposito, con il Paris Saint-Germain pronto a riscattare Florenzi, Tiago Pinto dovrà necessariamente acquistare un esterno destro, con la consapevolezza di avere però già in casa il potenziale titolare.

Un qualcosa difficilmente ipotizzabile pochi mesi fa, con Karsdorp vincitore della sua personalissima scommessa. Rimasto per giocarsi le sue chances, l’olandese si è guadagnato la permanenza sul campo. Certo, qualche battuta a vuoto c’è stata, ma considerate le premesse e con i problemi fisici – speriamo definitivamente – alle spalle, sarà un giocatore molto utile nell’immediato futuro.

Prossima partita: Roma-Shakhtar Donetsk, giovedì 11 marzo ore 21:00
Probabile formazione (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Smalling, Kumbulla; Karsdorp, Cristante, Villar, Spinazzola; Pellegrini, Mkhitaryan; Borja Mayoral.
Ballottaggi: Kumbulla/Cristante, Diawara/Cristante.
In dubbio: Ibanez.
Diffidati: Bruno Peres, Karsdorp, Villar.
Squalificati: -
Indisponibili: Zaniolo (rottura legamento crociato ginocchio sinistro), Dzeko (lesione primo grado adduttore sinistro), Veretout (lesione flessore coscia destra), Fazio (fuori lista), Jesus (fuori lista), Reynolds (fuori lista), Santon (fuori lista), Pastore (fuori lista).