Juventus-Roma: i giallorossi chiudono in 9, tutti i precedenti degli ultimi anni

06.01.2014 08:00 di Marco Rossi Mercanti   vedi letture
Juventus-Roma: i giallorossi chiudono in 9, tutti i precedenti degli ultimi anni
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Prima sconfitta stagionale per la Roma di Rudi Garcia, che esce battuta dallo Juventus Stadium per 3-0, vedendo così allontanarsi gli uomini di Conte, giunti a quota 49 punti, ben 8 in più della compagine giallorossa. Una partita equilibrata per tutto il tempo, terminato 1-0 per i bianconeri bravi a sfruttare con Vidal una delle poche azioni confezionate nella prima frazione dai padroni di casa. Nella ripresa, immediata doccia fredda per la Roma che, dopo soli 3’, subisce il raddoppio con Bonucci, lasciato colpevolmente solo in area di rigore. In seguito, la Roma accenna comunque una timida reazione, senza però creare alcun pericolo alla porta difesa da Buffon. A 15’ dalla fine l’episodio che chiude definitivamente il match: entrata di De Rossi su Chiellini ed espulsione per il numero 16 giallorosso. Sugli sviluppi della punizione, Castan colpisce volontariamente il pallone con la mano e Rizzoli fischia il calcio di rigore ed espelle anche il centrale brasiliano.

Negli ultimi dieci anni, ovvero a partire dalla stagione 2003/2004, la Roma chiude per la sesta volta un match con due uomini in meno. Entriamo ora nello specifico:

ROMA-MILAN 0-2, 20 MARZO 2005 – Era la Roma guidata da Bruno Conti, subentrato a Delneri, nella funesta stagione che tutti ricordano come quella dei “quattro allenatori” (Prandelli-Voeller-Delneri-Conti). In quel match, l’arbitro Paparesta espulse al 70’ Panucci per un fallo di mano volontario e capitan Totti al 90’ per un fallo di reazione.

SIENA-ROMA 1-0, 5 OTTOBRE 2008 – La Roma di Luciano Spalletti, che aveva iniziato la stagione con la rocambolesca sconfitta ai rigori contro l’Inter nella finale della Supercoppa Italiana, cade in terra toscana a causa di un gol di Frick a fine primo tempo, avvenuto dopo le espulsioni per doppia ammonizione di Mexes e ancora Panucci, rispettivamente al 21’ ed al 29’. L’arbitro dell’incontro era De Marco.

LAZIO-ROMA 4-2, 11 APRILE 2009 – Era il derby avvenuto pochi giorni dopo il terribile terremoto che colpì L’Aquila, con i giocatori che a inizio partita svolgevano il minuto di raccoglimento abbracciati. Durante il match, però, le emozioni del derby si fecero sentire e la Roma, oltre a perdere, chiuse il match in 9 uomini, con espulsi il solito Panucci al 62’, per doppia ammonizione, e ancora Mexes al 75’ per reciproche scorrettezze con Matuzalem, anch’egli espulso. Inoltre, il signor Morganti aveva allontanato al termine del primo tempo l’allora allenatore giallorosso Spalletti e l’attuale direttore sportivo della Lazio Igli Tare per reciproche frasi offensive.

FIORENTINA-ROMA 3-0, 4 DICEMBRE 2011 – La Roma di Luis Enrique, per quanto concerne le espulsioni, fa un balzo in avanti. Infatti, l’arbitro Damato tira fuori il rosso per ben 3 volte: al 16’ a Juan per fallo da ultimo uomo (rigore poi realizzato da Jovetic), al 76’ a Gago per doppia ammonizione all’85’ a Bojan per fallo volontario di mano in area di rigore (dal dischetto realizza il suo unico gol italiano Santiago Silva).

ATALANTA-ROMA 4-1, 26 FEBBRAIO 2012 – Ancora la Roma di Luis Enrique, ancora Damato e questa volta le espulsioni che commina ai giallorossi l’arbitro pugliese sono solo 2. La prima a Osvaldo, cacciato al 53’ per gioco violento ,e la seconda all’85’ a Cassetti, per frasi irriguardose al guardalinee.

JUVENTUS-ROMA 3-0, 5 GENNAIO 2014 - Il match di ieri sera, con Rizzoli che nel giro di 1' espelle prima De Rossi per un'entrata scorretta su Chiellini e poi Castan per fallo di mano volontario in area di rigore.