I pochi superstiti

21.10.2019 22:35 di Danilo Budite Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
I pochi superstiti

Tanti infortuni, molte partite da giocare e pochissimi ricambi. La situazione in casa Roma è davvero allarmante, per preparare i prossimi match Fonseca dovrà fare la conta dei superstiti e sperare che la lista degli indisponibili non si allunghi ulteriormente. La rosa delle scelte per il match contro il Mönchengladbach è a dir poco ridotta In porta c'è Pau Lopez, garanzia finora per la retroguardia giallorossa. Dietro di lui Mirante e Fuzato. In difesa la situazione è abbastanza tranquilla: quattro difensori centrali, Smalling, Mancini, Fazio e Jesus, e quattro terzini, Kolarov, Spinazzola, Florenzi e Santon, fanno dormire sonni tranquilli.

A centrocampo la situazione inizia a farsi allarmante. Veretout è l'unico mediano di ruolo a disposizione di Fonseca, accanto a lui nell'immediato dovrebbe agire Pastore, altrimenti occorrerà ricorrere a soluzioni fantasiose come l'impiego di Santon, Kolarov o Florenzi in quel ruolo. Un'ulteriore alternativa potrebbe essere la promozione di Riccardi dalla Primavera. 

Anche in attacco l'allarme suona all'impazzata. Kluivert e Perotti unici esterni a disposizione, mentre Zaniolo è praticamente la sola pedina da utilizzare sulla trequarti. Come riserva l'unico jolly a cui poter ricorrere è Antonucci. Per garantire un po' di alternativa, la soluzione è quella di alzare il raggio d'azione di Florenzi e Spinazzola. Unico centravanti a disposizione Dzeko, per di più a mezzo servizio fin quando dovrà utilizzare la maschera protettiva che ne limita visibilmente i movimenti.