L'avversario - In avanti occhio a Nsamé ma con un buon pressing lo Young Boys va in difficoltà

22.10.2020 17:45 di Alessandro Carducci Twitter:    Vedi letture
L'avversario - In avanti occhio a Nsamé ma con un buon pressing lo Young Boys va in difficoltà
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Sarà lo Young Boys la prima avversaria europea della Roma per la prima gara del gruppo A di Europa League.

PUNTI DI FORZA – Da tre anni a questa parte lo Young domina il campionato svizzero. La squadra di Seoane rimane solitamente nella propria metà campo, aspettando gli avversari per chiudere le linee di passaggio. Una volta recuperato il pallone una delle possibilità è di cercare subito in verticale Elia, molto rapido. Altrimenti, lo Young Boys predilige costruire dal basso, facendo girare palla e andando sugli esterni per cercare di creare superiorità numerica sulle fasce. Elia svaria per tutta la trequarti campo mentre Nsamé è il giocatore probabilmente più pericoloso, bravo a giocare spalle alla porta, a difendere palla ma anche ad attaccare la profondità per andare in rete.
Inoltre, Seoane può alternare sia la difesa a 4 e sia la difesa a 3, proprio come Fonseca, a seconda delle caratteristiche dell'avversario.

PUNTI DEBOLI – Spesso la squadra svizzera tende a sfilacciarsi e in contropiede può lasciare ampie voragini che la Roma può sfruttare. Inoltre, la volontà di costruire dal basso espone la squadra di Seoane al pressing avversario, soffrendo una pressione be organizzata e rischiando così di perdere palloni pericolosi.

GIOCATORI CHIAVE – Abbiamo già citato Elia e Nsamé, quest’ultimo uomo gol dello Young Boys. Occhio anche ai due esterni, Fassnacht (ballottaggio con Sulejmani) e Ngamaleu. A centrocampo la squadra svizzera si affida a Sierro mentre in difesa conterà l’esperienza di Lustenberger.

La probabile formazione dello Young Boys
von Ballmoos; Hefti, Lustenberger, Zesiger, Lefort; Fassnacht, Rieder, Sierro, Ngamaleu; Elia, Nsamé.