I DUELLI - Lazio-Roma, Pjanic sarà il vice Totti. Osvaldo, occhio alla gabbia disegnata da Reja

14.10.2011 16:30 di Alessio Milone   vedi letture
I DUELLI - Lazio-Roma, Pjanic sarà il vice Totti. Osvaldo, occhio alla gabbia disegnata da Reja
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Senza il Capitano, il derby perde un eccellente protagonista. Totti non potrà trascinare i suoi nella stracittadina di domani sera, ed è un gran peccato, perché il nostro numero dieci aveva una gran voglia di scendere in campo e giocare questo match che non è mai un match qualunque. Luis Enrique, però, non fa drammi: il tecnico asturiano è sicuro di avere validissime alternative.

Pjanic trequartista - A sostituire il capitano dietro gli attaccanti ci penserà, allora, Miralem Pjanic. Reduce da due grandissime prestazioni con la maglia della sua nazionale, il talento bosniaco sarà colui che dovrà prendere tra le mani le redini della squadra e trascinare i compagni verso la gloria. Pjanic sarà sicuramente braccato dalla retroguardia laziale, con Dias e Biava che a turno si sganceranno dalla difesa per pressarlo alto, e mettergli tensione in fase di costruzione di gioco. Ma il "piccolo principe" ha qualità e sta maturando, ha voglia di giocare questo derby, ed essere un assoluto protagonista.

Osvaldo-Bojan - Uno perno centrale, l'altro peperino rapido e insidioso. Il tridente d'attacco giallorosso che sfiderà la Lazio sarà possente ma dinamico, pesante ma veloce. Ispirato, come detto, dall'estro di Pjanic, culminato da un tandem d'attacco (Osvaldo-Bojan, appunto) che con l'Atalanta ha dimostrato un incoraggiante affiatamento. L'ex Espanyol proverà a liberarsi dalla marcatura a uomo che Reja gli predisporrà, con Biava che gli sarà praticamente incollato addosso per evitare che l'ariete giallorosso possa sfruttare il momento particolarmente positivo che sta vivendo. Su Bojan, invece, che tenderà spesso ad allargarsi, c'è da evitare il ritorno di Konko e Radu, terzini bassi che faranno il possibile per fare in modo che il talentuoso attaccante ex Barcellona possa pungere di nuovo, dopo il bel gol all'Atalanta, e risultare immediatamente incisivo in un derby della Capitale che lui stesso ha ammesso di non vedere l'ora di giocare.