Dzeko decisivo anche dalla panchina: i precedenti del bosniaco a Roma

02.02.2021 20:05 di Danilo Budite Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Danilo Budite
Dzeko decisivo anche dalla panchina: i precedenti del bosniaco a Roma
Vocegiallorossa.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Sembrava dover andare via, alla fine ancora una volta è restato. Edin Dzeko rimane a Roma e per l'ennesima volta è pronto a ripartire. Dopo le due tribune contro Spezia e Verona stavolta il bosniaco per il match con la Juventus dovrebbe tornare tra i convocati, ma partirà con tutta probabilità dalla panchina. Una situazione insolita, ma non del tutto nuova per Edin Dzeko, che in maglia giallorossa ha assaporato già la panchina. D'altronde il bosniaco sa far male anche a gara in corso, accadeva spesso anche col City ed è accaduto nello storico successo per 3-2 dei Citizens contro il QPR che ha regalato lo scudetto al Manchester. In quell'occasione Dzeko siglò il momentaneo 2-2. Contro i bianconeri il 9 può essere un'arma in più a match in corso, vediamo nella sua esperienza giallorossa come il bosniaco ha risposto entrando dalla panchina.

2015-2016 - Il primo anno di Edin Dzeko a Roma non è dei migliori, tra qualche gol di troppo sbagliato e le difficoltà iniziali della squadra. Con l'arrivo di Spalletti a metà anno il bosniaco finisce in discussione, finendo anche spesso in panchina. Nella stagione 2015-2016 Dzeko entra dalla panchina in ben 12 occasioni, 10 in campionato e 4 in Champions League. In queste gare mette a segno un gol, nel derby di ritorno vinto 4-1 dalla Roma, e due assist, entrambi decisivi. Uno per l'1-1 di Nainggolan contro l'Inter all'Olimpico, l'altro per il gol vittoria di El Shaarawy nel 2-3 a Marassi col Genoa.

2016-2017 - Il secondo anno nella Capitale è ben diverso per Edin Dzeko. Il bosniaco parte ancora dietro, ma è subito decisivo dalla panchina. Alla seconda di campionato entra a Cagliari e firma l'assist a Strootman per il parziale 0-2, prima della clamorosa rimonta sarda. La giornata dopo invece ribalta lo svantaggio iniziale contro la Sampdoria. Entra a inizio secondo tempo, siglando il gol del 2-2 e procurandosi il rigore del definitivo 3-2 trasformato da Totti. Da lì esce pochissime volte dall'undici titolare, e quando lo fa dalla panchina è comunque decisivo. A Palermo segna il gol dello 0-2 (partita finita 0-3 per i giallorossi) e col Sassuolo sigla il definitivo 3-1. In totale Edin Dzeko entra dalla panchina 7 volte, 4 in campionato e 3 in Europa League. Le volte che è entrato in Serie A è sempre stato decisivo.

2017-2018 - In questa stagione Edin Dzeko subentra a partita in corso solo 4 volte. Una in coppa Italia, nella sconfitta rovinosa in casa col Torino, e tre in campionato. Una sola volta riesce a essere decisivo: siglando il gol dell'1-1 a Bologna.

2018-2019 - Ancora una volta il bosnaico gioca quasi sempre da titolare, parte poche volte dalla panchina. 5 in campionato, non riuscendo però mai a incidere, e una in Coppa Italia, rimediando un rosso nella clamorosa sconfitta per 7-1 a Firenze.

2019-2020 - Nella sua prima stagione giallorossa Fonseca rinuncia poche volte a Edin Dzeko, lo fa più che altro nel periodo post lockdown per tenerlo a riposo visti gli impegni ravvicinati estivi. In tutta la stagione il bosniaco subentra a gara in corso solo 4 volte, non lasciando mai lo zampino.

2020-2021 - In questa stagione Edin Dzeko è entrato dalla panchina in tutte le 4 presenze che ha messo a segno in Europa League, facendo registrare anche un assist per il parziale 1-1 di Bruno Peres per la vittoria sul campo degli Young Boys e la rete del definitivo 3-1 sempre contro gli svizzeri ma all'Olimpico. In campionato è subentrato solo una volta, nel finale a Crotone, ed è entrato dalla panchina nella cocente eliminazione in Coppa Italia con lo Spezia.

Partite da subentrato di Edin Dzeko con la Roma: 39
Gol segnati: 6
Assist: 4

Prossima partita: Juventus-Roma, sabato 6 febbraio ore 18:00
Probabile formazione (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Cristante, Ibanez; Karsdorp, Villar, Veretout, Spinazzola; Perez, Mkhitaryan; Borja Mayoral.
Ballottaggi: Pau Lopez/Mirante, Perez/Pedro/El Shaarawy
In dubbio: Smalling
Diffidati: Bruno Peres, Cristante, Ibanez, Villar
Squalificati: Pellegrini
Indisponibili: Zaniolo (rottura legamento crociato ginocchio sinistro),