Derby per l'Europa League, calendario a confronto

24.04.2021 17:30 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
Derby per l'Europa League, calendario a confronto
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

A sei giornate dalla fine del campionato, è solo la matematica a tenere vive le speranze della Roma per agguantare un posto in Champions League. Con il pareggio contro l’Atalanta, infatti, i giallorossi non sono riusciti a ridurre le distanze, rimanendo a -10 dalla coppia formata da Atalanta e Juventus al quarto posto a quota 65. Considerando che la Roma ha gli scontri diretti sfavorevoli con entrambe, il gap da recuperare è di 11 punti sui 18 ancora disponibili.

Appare piuttosto evidente, quindi, che raggiungere la Champions League tramite Serie A sia mera utopia, meno se si pensa all’Europa League dove la Roma, sebbene sia attesa dalla complicata doppia sfida contro il Manchester United in semifinale, è in piena corsa per la conquista del trofeo.

Fatta questa doverosa premessa, gli uomini di Fonseca dovranno quantomeno limitare i danni nel finale di campionato, ossia cercare almeno di superare la Lazio – attualmente sesta – e guadagnarsi l’accesso in Europa League, evitando così di essere la prima italiana a debuttare nella nuova Conference League che partirà la prossima stagione.

Al momento, i biancocelesti hanno 3 punti di vantaggio sui cugini romanisti, ma con la gara contro il Torino da recuperare e della quale la Lega non ha ancora ufficializzato una data. In attesa di ciò, mettiamo a confronto il calendario delle due romane per provare a ipotizzare i possibili scenari.

33a giornata
Lazio-Milan
Cagliari-Roma

Turno di difficile interpretazione. Sulla carta, la Roma ha un impegno più facile, ma attenzione al Cagliari che è terzultima e ha bisogno necessariamente di conquistare punti per la salvezza. Inoltre, questa è la gara che precede la sfida contro il Manchester United, dunque Fonseca potrebbe adottare un massiccio turnover. In casa Lazio, invece, big match casalingo contro un Milan sempre secondo ma “risucchiato” da Atalanta, Juventus e Napoli, con quattro in soli 3 punti. Per i biancocelesti, a -7 dalla zona Champions, è probabilmente l’ultima chiamata per non perdere il treno alla qualificazione alla maggiore competizione europea per club.

34a giornata
Lazio-Genoa
Sampdoria-Roma

Curioso scontro tra romane e genoane in un unico turno. Per la Roma, la partita si colloca in mezzo alla semifinale di Europa League contro il Manchester United, affrontando però una squadra come la Sampdoria che non ha reali obiettivi, se non quello “dichiarato” da Ranieri di raggiungere quota 52. Discorso simile per la Lazio, che giocherà contro un Genoa non ancora salvo ma relativamente tranquillo.

35a giornata
Fiorentina-Lazio
Roma-Crotone

In questo caso, gli uomini di Fonseca potrebbero approfittare. Infatti, la Roma incontrerà un Crotone probabilmente già retrocesso (adesso è a -16 dalla salvezza) e scarico mentalmente, al contrario della Lazio che dovrà vedersela con una Fiorentina che deve difendere il +5 dallo spettro Serie B.

36a giornata
Inter-Roma
Lazio-Parma

Vedendo le partite in programma, è facile pensare che la Lazio abbia tutto da guadagnare. Come scritto pocanzi per il Crotone, anche il Parma potrebbe presentarsi all’appuntamento già in Serie B (adesso è a -11 dalla salvezza), dunque con pochi stimoli nel voler "vendere cara la pelle”. Attenzione, però, alla sfida di “San Siro”, che potrebbe essere meno proibitiva del previsto, con l’Inter di Conte forse già Campione d’Italia (al momento +10 sul Milan secondo) e appagata dalla conquista di un tricolore che mancava da 11 anni.

37a giornata
Roma-Lazio

La stracittadina potrebbe decretare chi delle due giocherà in Europa League nella prossima stagione. A causa del pesante 3-0 subìto all’andata che favorirà probabilmente la Lazio negli scontri diretti, appare piuttosto scontato che la Roma dovrà impegnarsi per conquistare una vittoria che nel derby manca dal 29 settembre 2018 (3-1, Pellegrini, Immobile, Kolarov, Fazio).

38a giornata
Sassuolo-Lazio
Spezia-Roma

Il turno conclusivo è di difficile interpretazione. In Spezia-Roma, infatti, ci sono alcune variabili da considerare. I liguri potrebbero presentarsi al match a caccia di punti salvezza, ma potrebbero anche essere già certi della permanenza in Serie A. Dall’altra parte, la speranza della Roma e dei tifosi è quella di arrivare alla sfida a 3 giorni dalla finale di Europa League, un evento che porterebbe Fonseca a preservare i “pezzi forti” per l’eventuale appuntamento di Danzica. Anche la Lazio, sulla carta, deve prestare attenzione alla squadra di De Zerbi, che ha dimostrato proprio nell’ultima gara contro il Milan, decisamente più motivato rispetto ai neroverdi, di non regalare nulla a nessuno.

Da recuperare (data da stabilire)
Lazio-Torino

Auspichiamo in questo caso che la Lega possa stabilire quanto prima la data del recupero. L'unica certezza è il fatto che il 13 maggio si riunirà il Collegio di Garanzia per valutare la richiesta del 3-0 a tavolino in favore della Lazio. Qualora i biancocelesti non vincessero il ricorso, allora si dovrà scendere in campo e il primo slot disponibile, secondo le prime indiscrezioni, sarebbe il 18-19 maggio a cavallo tra la penultima e l'ultima di campionato.

Prossima partita: Cagliari-Roma, domenica ore 18:00
Probabile formazione (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Cristante, Fazio; Reynolds, Villar, Veretout, Bruno Peres; Perez, El Shaarawy; Borja Mayoral.
Ballottaggi: Reynolds/Santon.
In dubbio: -
Diffidati: Mancini, Veretout.
Squalificati: Ibanez.
Indisponibili: Zaniolo (rottura legamento crociato ginocchio sinistro), Pedro (fastidio alla coscia destra), Mirante (problema muscolare), Calafiori (fastidio alla coscia destra).