A tutto Perotti

12.03.2018 09:49 di Gabriele Chiocchio Twitter:   articolo letto 14810 volte
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
A tutto Perotti

Compiuta la missione nell’anticipo contro il Torino, la Roma è tornata ad allenarsi in vista di quello che è l’Appuntamento, con la A maiuscola, vale a dire il ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro lo Shakhtar Donetsk. Diego Perotti, tenuto in panchina per tutta la durata della sfida contro la squadra di Mazzarri e quindi preservato per la serata di martedì, complice anche un rendimento non eccezionale - eufemismo - del suo dirimpettaio nel ruolo, Stephan El Shaarawy, sarà fondamentale contro lo Shakhtar, specie perché la situazione di punteggio dopo la gara d’andata imporrà una gara offensiva e creativa; a centrocampo la qualità un po’ latita ed è dalle due corsie, specie quella di sinistra, che potranno svilupparsi trame interessanti per attaccare la difesa ucraina, che nelle tre gare esterne di questa edizione della Champions League ha incassato 6 gol, due in più di quelle siglate dai giallorossi nelle tre partite interne della fase a gironi. Due di queste sono arrivate proprio da Perotti, che ha chiuso i conti contro il Chelsea e messo il sigillo decisivo contro il Qarabag; il tutto dopo aver portato i suoi a giocarsele queste partite, con il gol al 90’ di Roma-Genoa dello scorso 28 maggio: segnali che fanno pensare come molto di questa qualificazione sarà sulle spalle del Monito.