26 marzo 2014-26 febbraio 2021: c'era una volta lo Stadio della Roma. Tutte le tappe del progetto. VIDEO!

27.02.2021 22:45 di Luca d'Alessandro Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Luca d'Alessandro

26 marzo 2014 - 26 febbraio 2021. Con il comunicato della AS Roma è calato il sipario sul progetto del Nuovo Stadio della Roma di Tor di Valle. Un progetto voluto fortemente dall'ex patron della Roma, Pallotta, progettato dall'architetto Dan Meis. Un progetto miliardario che prevedeva oltre all'impianto da 52.500 spettatori, tante altre infrastrutture che avrebbero fatto vivere la struttura 365 giorni all'anno, riqualificando un quadrante della città e che avrebbe creato nuovi impieghi. Vocegiallorossa.it ripercorre tutte le tappe salienti del progetto, definitavemnte tramontato:

26 marzo 2014 - La Roma presenta in Campidoglio il progetto i Tor di Valle
Pallotta: "Timore della burocrazia? Sono certo che il processo è stato molto positivo. Sono cresciuto a Boston, Roma non mi spaventa. Credo che se saremo trasparenti come siamo stati, se comprenderemo tutti, non ci saranno problemi. Siamo fortunati, siamo stati partner con Luca Parnasi, conosce la città. Non mi preoccupa la burocrazia".

Marino: "Non si aprirà lo stadio se non verranno completate le opere infrastrutturali". 
 

29 aprile 2014 - Presentato in Comune il progetto definitvo
Entro venerdì (martedì al più tardi) la Roma presenterà al Comune il progetto definitivo del nuovo stadio, con tutte le carte che dovrebbero essere consegnate entro maggio. Entro tre mesi da quel giorno, poi, alla società verrà comunicata la data dell'inizio dei lavori. Qualcuno a Trigoria azzarda gennaio 2015, in Campidoglio filtra più cautela. Tutto l'impianto, comprensivo non solo dello stadio, occuperà circa 30mila metri cubi e prevede circa 210mila metri quadrati di parcheggi per i tifosi e 3mila metri per i parcheggi vip. Prevista anche la costruzione di un hotel a 4 stelle nei pressi dello stadio stesso, gestito dalla società Starwood Capital. I negozi, tra cui il Nike Store e il Disney Store, saranno 245 e non è esclusa la presenza di aree verdi accanto a tutti gli uffici e i campi d’allenamento del club. A riferirlo è La Gazzetta dello Sport.


29 maggio 2014 - Presentato studio di fattibilità 
La proprietà della A.S. Roma e i rappresentanti del Gruppo Parsitalia hanno consegnato il progetto e studio di fattibilità dell’impianto all’Amministrazione Comunale della città di Roma. I documenti depositati comprendono anche gli accordi tra la A.S.Roma, la Società TopCo di James Pallotta e la Eurnova di Luca Parnasi. Questo importante passo segna, fa sapere la Roma, il via ufficiale all’iter amministrativo e burocratico per la realizzazione dell’opera. Il Comune ora avrà a disposizione novanta giorni per valutare il pubblico interesse della proposta e avviare le successive fasi di autorizzazione. La proprietà della A.S. Roma e i rappresentanti del Gruppo Parsitalia esprimono nuovamente i propri ringraziamenti all’Amministrazione Comunale della città di Roma per la disponibilità manifestata a valutare il progetto, anche grazie ad un’apposita cabina di regia coordinata dall’assessore all’Urbanistica Giovanni Caudo e dal Sindaco Ignazio Marino.

5 giugno 2014 - Allarme Tor di Valle
Proprio nelle ore in cui in Comune partono le riunioni sul progetto presentato, arrival’ufficialità di una notizia nell’aria da tempo: la Sais spa, società di Papalia che il 22 giugno 2013 ha venduto per 42 milioni l’area di Tor di Valle alla Eurnova di Luca Parnasi, è stata dichiarata fallita il 22 maggio. Non è un passaggio ininfluente. Perché in linea teorica la sentenza del giudice Umberto Gentili potrebbe creare problemi a Parnasi, che con Pallotta ha chiuso l’accordo per lo stadio della Roma. Secondo l’articolo 67 della legge fallimentare, infatti, un curatore può decidere di impugnare e dunque revocare un atto di vendita nel cosiddetto periodo sospetto, avvenuto cioè entro i 12 mesi antecedenti la data del fallimento. Il tutto se dovesse ritenere i 42 milioni della vendita una cifra non congrua, perché influenzata dal fatto che l’acquirente fosse all’epoca a conoscenza dello stato di insolvenza del venditore. Un’udienza è già stata fissata il 10 dicembre. Dunque, tra sei mesi, ben oltre i 90 giorni dei lavori del Comune, teoricamente nel bel mezzo della conferenza dei servizi.

9 giugno 2014 - Accordo per i naming rights
La AS Roma ha siglato un accordo con CAA Sports per la vendita dei naming rights e di altri servizi di sponsorizzazione relativi al nuovo stadio. 
Il progetto del nuovo impianto è stato presentato lo scorso 26 marzo in Campidoglio alla presenza del sindaco Marino e del presidente giallorosso James Pallotta. Un impianto da 52 mila spettatori pronto per la stagione 2016/17 costruito attraverso fondi privati per un costo che si aggira intorno ai 300 milioni di euro.

4 luglio 2014 - Marino: "Risposta entro 70 giorni"
Le parole del Sindaco Marino: "Lo stadio? La legge prevede 90 giorni, noi immaginiamo di completarla in meno di 70 giorni in modo da dare una risposta rigorosa senza alcuna scorciatoia rispetto a quello che è l'interesse pubblico ma senza nemmeno lasciare che gli imprenditori privati siano ostacolati dalla burocrazia. Vogliamo che la città cammini a un ritmo veloce, più di quello cui siamo stati abituati negli ultimi 30-40 anni".

19 agosto 2014 - La Roma deposita la variante del progetto
Roma, 19 agosto 2014 – La proprietà della A.S. Roma e i rappresentanti del Gruppo Parsitalia comunicano di aver presentato al Comune di Roma una versione aggiornata del piano di sviluppo del progetto.
 

In particolare, la nuova soluzione infrastrutturale presentata risponde pienamente alle richieste ricevute nei giorni scorsi, riposizionando lo svincolo tra la nuova viabilità e l'autostrada Roma-Fiumicino ed evitando di interferire con la riserva naturale Tenuta dei Massimi. Il tracciato proposto collega infatti il nuovo ponte sul Tevere direttamente con l'esistente rotonda di Parco dei Medici, che verrà necessariamente adeguata al fine di rispondere alle esigenze veicolari previste dal progetto dello stadio.

L’aggiornamento presentato è conferma dell’impegno a continuare a lavorare in stretta collaborazione con le autorità locali per rendere “Stadio della Roma” un progetto completamente integrato, di importante interesse pubblico per la città di Roma.

La proprietà della A.S. Roma e i rappresentanti del Gruppo Parsitalia ringraziano il Comune di Roma per il dialogo costante e la collaborazione.

29 agosto 2014 - Presentata al Comune integrazione al piano sviluppo del progetto. 
La proprietà della A.S. Roma SPV, LLC e i rappresentanti del Gruppo Parsitalia hanno presentato oggi al Comune di Roma l’integrazione al piano di sviluppo del progetto Stadio della Roma, rispondendo pienamente agli accordi raggiunti la scorsa settimana. Il nuovo piano di sviluppo prevede l’integrazione di alcune opere tra cui una nuova stazione della Metro B, un ponte pedonale e un parco sul Tevere.

4 settembre 2014 - Riconosciuto il pubblico interesse
È terminata la riunione di Giunta per la dichiarazione di pubblico interesse per quanto riguarda lo Stadio della Roma. A riferirlo è Roma Radio.

I lavori sono iniziati alle ore 19.00 circa, orario in cui era previsto un incontro con la stampa che è quindi slittato, con il Sindaco Marino che parlerà al termine della riunione. Presente la dirigenza della Roma con Mauro Baldissoni e Mark Pannes, secondo quanto riportato da Roma TV.

Al termine della riunione, è stato riconosciuto il pubblico interesse del progetto.

29 novembre 2014 - Marino: "Prima pietra in primavera". 
Ignazio Marino sul progetto del nuovo stadio della Roma rilasciate durante l'assemblea programmatica del PD al Teatro Quirino: "Mi auguro che la prossima settimana possa essere approvata dal consiglio la delibera sullo stadio della Roma in modo tale che in primavera possa esserci la posa della prima pietra".

22 dicembre 2014 - Approvato dal Comuno il pubblico interesse

Proposta 163 al voto: approvata con 29 voti favorevoli, 8 contrari e 3 astenuti. 

15 aprile 2015 - Cominciano le perforazioni geotecniche. 
Un team di esperti di Geores, una delle principali società italiane nel campo dei servizi di geotecnica, è arrivato questa settimana nel sito di Tor di Valle e ha dato il via alle perforazioni del sottosuolo nel luogo in cui verranno eretti lo stadio e l’adiacente business park, con la gestione dei lavori affidata a Euronova.
Tali lavori sono essenziali in progetti di queste dimensioni e proseguiranno in loco per le prossime tre settimane, dimostrando i passi avanti che sono stati fatti attorno allo sviluppo e alla costruzione di uno degli stadi di calcio più attesi a livello globale.

15 giugno 2015 - Presentazione stadio, Pallotta: "Tra 6 mesi l'approvazione della Regione, poi 22-24 mesi per la costruzione". Pannes: "Capienza di 60mila posti".
Pallotta: “I ritardi erano previsti, pensavamo che il Comune sarebbe stato un po’ più veloce, poi ci sono stati ritardi per diverse ragioni. I dossier dovevano essere presentati entro oggi, e l’abbiamo fatto. Speriamo di aver fornito abbastanza informazioni, e di poterci muovere velocemente, iniziando i lavori entro la fine dell’anno. Abbiamo sempre detto che ci vorranno 22-24 mesi per la costruzione. Avrei voluto aprire lo stadio la settimana prossima, ma non è solo questione di burocrazia, è un progetto complesso e costoso, se non viene realizzato a dovere ci sarebbero problemi. Dobbiamo lavorare meticolosamente, tutti lo stanno facendo in modo fantastico. Se siamo in ritardo di un paio di mesi non è un problema”.

21 gennaio 2016 - Stadio della Roma ha annunciato oggi di aver formalmente concluso la propria collaborazione con Mark Pannes.
Il progetto, che prevede un nuovo stadio per l’AS Roma, strutture per l’allenamento, un centro per l’intrattenimento e un business park, includerà anche una serie considerevole di lavori dedicati alle infrastrutture pubbliche, che saranno finanziati privatamente per i cittadini di Roma.

Il presidente dell’AS Roma James Pallotta ha dichiarato: “Nel percorso dello Stadio della Roma avevamo raggiunto un punto in cui avevamo la necessità di reclutare un team interamente dedicato al progetto, sia a Roma sia a Boston, che avesse una profonda esperienza nell’edilizia e nel settore degli stadi, al fine di poter progredire al livello successivo e dare vita a questo progetto estremamente importante. Siamo fermamente convinti di aver messo insieme un team di esperti per portare a compimento questo progetto che sarà utile alla squadra, alla città di Roma e a tutta l’Italia. Voglio ringraziare Mark per il tempo che ha dedicato alla causa e per tutti i suoi sforzi: gli auguro il meglio per il futuro”.

4 marzo 2016 - Raggi: "Stadio? Se vinciamo ritiriamo la delibera di pubblica utilità"
"Se vinciamo ritiriamo la delibera sulla pubblica utilità. Lo stadio della Roma si farà da un'altra parte, a Tor di Valle c'è una speculazione edilizia e non ci sono le condizioni". Queste le parole del candidato sindaco di Roma del Movimento Cinque Stelle, Virginia Raggi, intervenendo ai microfoni di Radio Radio in merito al progetto per il nuovo stadio della Roma a Tor di Valle.

15 marzo 2016 -  Pallotta: "26 mesi per costruire lo stadio"
Nel corso dell'intervento concesso in occasione della Sloan Sports Analytics Conference, il presidente della Roma James Pallotta ha anche fornito un importante aggiornamento sul nuovo stadio: "In sei mesi confidiamo venga approvata la costruzione del nuovo stadio e ce ne vorranno 26 di mesi per costruirlo, interamente con i soldi privati".

29 aprile 2016 - Presentata al CONI la documentazione tecnica del progetto del nuovo stadio 
Questa tappa rappresenta l’inizio del processo che vedrà successivamente la presentazione del dossier completo dello Stadio della Roma / Tor di Valle alla Regione Lazio.

12 agosto 2016 - AEG  supervisionerà le attività precedenti l’apertura dello Stadio
La Roma, tramite il sito dedicato al nuovo stadio giallorosso di Tor di Valle, conferma l'accordo con la AEG Facilities, società internazionale che si occuperà del progetto stadio. Di seguito il comunicato:

AEG supervisionerà le attività precedenti l’apertura dello Stadio e fornirà tutti servizi relativi alla gestione, alla programmazione e all’operatività.

19 agosto 2016 - Vicesindaco Frongia: "Il 28 agosto manderemo la documentazione in Regione per lo Stadio della Roma"

7 settembre 2016 - Regione Lazio: "Trasmessi da Roma Capitale nuovi contributi sul progetto Stadio della Roma. Differiti i tempi per la Conferenza dei Servizi"
"Nella serata di ieri Roma Capitale ha trasmesso alla Regione Lazio ulteriori contributi sul progetto in esame, si ritengono quindi differiti i tempi di indizione della Conferenza dei Servizi. Entro questa settimana avrà luogo un incontro tra gli Uffici competenti di Comune e Regione per definire il prosieguo dell'iter amministrativo, con l'obiettivo di indire la Conferenza dei Servizi nei tempi previsti".

12 settembre 2016 - Regione Lazio: "Al via l'esame definitivo per lo Stadio della Roma. Il 3 novembre la prima seduta della Conferenza dei Servizi"

2 novembre 2016 - Al via la Conferenza dei servizi
Regione Lazio - "Stadio della Roma, trasparenza totale". Zingaretti: «L'apertura della Conferenza dei servizi segna la fine dei giochi e delle opinioni». Civita: «Se il comune vota no alla variante si ferma l'iter». 

18 novembre 2016 - Arriva il parere negativo della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Roma. 

31 dicembre 2016 - Incontro Baldissoni-Raggi in Campidoglio
Le parole di Baldissoni al termine dell'incontro: "È stato positivo, come sempre". 
Tramite il suo profilo Twitter, sono arrivate le parole anche della Sindaca: "Incontro con @OfficialASRoma, prosegue il dialogo su #StadiodellaRoma, al lavoro su un progetto importante per la città".

31 gennaio 2017 - Il Comune chiede sospensione della Conferenza dei Servizi che viene sospesa
Il Comune di Roma ha chiesto ufficialmente la sospensione dei lavori della Conferenza dei Servizi dedicata alla discussione del progetto dello stadio della Roma. Domani mattina, se la Regione dovesse accogliere la richiesta, il Campidoglio avrà a disposizione altri 30 giorni per trovare la quadra finale sul progeto insieme alla Roma e Luca Parnasi, costruttore di Parsitalia.

15 febbraio 2017 - Raggi: "Nessun accordo"
«Non c'è' alcun accordo, stiamo lavorando per capire se sia possibile trovare una via di mezzo. La revisione del progetto si basa su tantissimi elementi. È' un progetto partito con la coniliatura precedente e quindi stiamo facendo tutto il possibile per armonizzarlo con la nostra visione, finché è possibile. Non ci sarà assolutamente alcuna colata di cemento, anzi francamente mi dispiace molto che come al solito alcuni giornali abbiano inventato verità che non esistono».

18 febbraio 2017 - La Soprintendenza avvia dichiarazione di interesse culturale
«La Soprintendenza ha comunicato al Comune di Roma l'avvio di dichiarazione di interesse culturale sull'ex ippodromo di Tor di Valle. Si tratta dell'area indicata per la realizzazione dello stadio. Vi sono quindi nuovi elementi che incidono sulla valutazione e realizzazione del progetto che in queste settimane è oggetto di verifica da parte del Comune»

23 febbraio 2017 - Ceferin: "Se non si farà, sarà un disastro per il calcio italiano"
Il presidente della UEFA Aleksander Ceferin, durante la conferenza stampa tenuta al termine della visita ufficiale in Federcalcio a Roma, ha detto la sua anche sulla possibile costruzione dello stadio della Roma: "Ho letto molto su questo argomento ma a dire la verità quello che so l'ho appreso dai media. Non ho un'idea completa, non so se si tratti del luogo giusto, di chi siano le responsabilità. L'unica cosa che so è che se non si farà lo stadio sarà un disastro non solo per la Roma ma anche per il calcio italiano

26 febbraio 2017 - Rivoluzionato il progetto
Raggi: "Abbiamo rivoluzionato il progetto dello stadio della Roma e lo abbiamo trasformato in una opportunità per la città: grazie all'impegno di questa amministrazione la Capitale avrà uno 'stadio fatto bene', moderno, ecocompatibile e rispettoso dell'ambiente". 

17 marzo 2017 - Incontro Raggi-Pallotta: "Prima pietra nei tempi stabiliti"
Pallotta all'uscita: "L'incontro è andato bene, non ci sono cambiamenti rispetto alla situazione di qualche settimana fa. Il progetto stadio è migliorato. Siamo tutti felici, il Comune è stato grande, i cambiamenti lo rendono più accessibile. Le torri sono state abbassate, nessun cambiamento per lo stadio, siamo contenti di questo. Presto ci incontreremo con la Regione. Avremo la prima pietra nei tempi stabiliti e tutti dovrebbero essere contenti o almeno l'85% di Roma sarà contenta"

5 aprile 2017 - La Conferenza dei Servizi boccia il vecchio progetto. Civita: "Avviato il procedimento di apposizione del vincolo del Mibact"

6 giugno 2017 - Approvata nuova delibera
La Giunta Capitolina ha approvato la delibera per il progetto rivisitato del nuovo Stadio della Roma, che sorgerà a Tor di Valle. Ora il progetto dovrà essere approvato dall'Assemblea Capitolina entro il 15 giugno. Raggi: "Avevamo promesso un impianto fatto bene e così sarà". 

14 giugno 2017 -  Approvato il pubblico interesse del nuovo progetto dello Stadio

24 giugno 2017 - La Regione Lazio riceve nuovo progetto 
“La Regione Lazio ha ricevuto un nuovo Progetto definitivo adeguato dalla società Eurnova sullo Stadio della Roma in risposta al parere negativo espresso lo scorso aprile dalla Conferenza dei Servizi e l’ultima delibera dell’Assemblea capitolina sul pubblico interesse”. Questa la nota della Regione Lazio, spiegando che “tutta la documentazione è stata trasmessa alle Amministrazioni competenti per materia, che ne dovranno valutare la rispondenza ai fini del superamento dei dissensi espressi in precedenza. In particolare dovranno verificare la coerenza delle modifiche progettuali alla realizzazione delle opere pubbliche e alla loro contestuale esecuzione con le opere private. Per consentire un termine congruo per le opportune valutazioni da parte degli enti interessati, è stabilito in 45 giorni dalla ricezione della documentazione il tempo massimo per esprimere un parere sul progetto definitivo adeguato”.

29 settembre 2017 - Al via la nuova Conferenza dei Servizi

6 dicembre 2017 - Via libera da parte della Conferenza dei Servizi al progetto
“Quella di oggi è una giornata cruciale per Roma e per la Roma”. Così il presidente Jim Pallotta ha commentato la notizia del via libera da parte della Conferenza dei Servizi allo Stadio della Roma. “Sono molto felice per quello che questa decisione può rappresentare per la Città, per lo sviluppo futuro del Club e per i tifosi, a cui vogliamo dare la nuova casa che meritano”.

19 febbraio 2018 - Approvata la delibera per la realizzazione del Ponte dei Congressi. Raggi: "Si avvicina il sogno dello stadio".

10 aprile 2018 - Approvata la delibera sulla variante urbanistica del Ponte dei Congressi. Montuori: "Opera fortemente voluta".

24 maggio 2018 - Raggi: "A breve inizieremo i lavori per lo stadio della Roma, 800 milioni di investimenti".

13 giugno 2018 -  Al via l'operazione: Rinascimento. Pioggia di arresti, in carcere Parnasi. Pallotta: "Vendere la società? Solo in caso di ritardi".

5 febbraio 2019 - Arriva il parere del Politecnico di Torino voluto dalla Sindaca Raggi
"Il parere di questo gruppo di lavoro è che - dal punto di vista dei trasporti - lo stadio possa essere realizzato nell'area in analisi, subordinando tuttavia necessariamente la relativa messa in esercizio al completamento di una serie di interventi: questi ultimi includono soprattutto l'ambito ferroviario (Roma-Lido, FL1), ma anche nel complesso  un’offerta plurimodale (pedonale, con biciclette su percorsi sicuri, con TPL, ecc.), supportata da “ITS” (Intelligent Transport Systems), anche in relazione alla gestione della sosta. Si tratta peraltro di obiettivi comunitari, che la Città ha pienamente mostrato già di perseguire, soprattutto nel redigendo PUMS. L’analisi della circolazione plurimodale adiacente allo stadio stesso, insieme con il polo urbanistico-infrastrutturale dello stadio di Tor di Valle, dovrebbe poter essere inclusa nel PUMS, perseguendo un beneficio per la collettività superiore a quello degli utenti diretti - sia sistematici sia occasionali - della nuova area. L’utenza dello stadio e di aree limitrofe dovrà preventivamente essere consapevole e magari convinta - con i fatti - che potrà, se compatibile con i propri spostamenti, giungere e defluire dallo stadio con due alterative ferroviarie a disposizione, delle quali dovrà potersi preliminarmente fidare, in virtù delle loro auspicate efficienza e puntualità". 

22 febbraio 2019 - Conte: "Il Governo è vicino al progetto stadio della Roma".
"Da Presidente mi è facile dare testimonianza della vicinanza del Governo al progetto stadio della Roma. Non posso quindi che complimentarmi con l'amministrazione capitolina, che ha migliorato anche il progetto originale. Ben vengano quindi questi nuovo progetti che creano anche nuovi posti di lavoro".

24 marzo 2019 - Raggi: "Ho attivato una diligence dopo l'arresto di De Vito, non posso sottoporre l'amministrazione capitolina a un danno erariale".

13 giugno 2019 - Baldissoni incontra Sindaco di Fiumicino
Una delegazione della As Roma, guidata dal vicepresidente Mauro Baldissoni, ha incontrato nel pomeriggio il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino. Al centro del colloquio la questione dello stadio del club giallorosso, per il quale il primo cittadino da tempo si è reso disponibile a verificare la fattibilità su un'area di circa 350 ettari, che si trova nel quadrante a ridosso del parco commerciale Da Vinci. A quanto si è appreso il colloquio è durato meno di un'ora: vi hanno preso parte anche due esponenti statunitensi ed un progettista. Nulla trapela sul contenuto specifico dell'incontro e non ci sono dichiarazioni da parte del sindaco, che già tempo fa aveva incontrato una rappresentanza giallorossa in una "visita di cortesia".

25 settembre 2019 - Ripresi contatti Roma-Comune
L'Assessore allo Sport del Comune di Roma, Daniele Frongia, è stato intervistato da Radio Roma Capitale ed ha parlato dello Stadio della Roma. Queste le sue parole: "Intanto direi che secondo me è benedetto questo nuovo progetto della giunta rispetto a quello precedente. Ormai vado per i tre anni, ho smesso di occuparmene a dicembre 2016, ma essendo assessore allo sport non mi sottraggo alle domande che periodicamente mi vengono rivolte sul tema. Posso solo confermare quello che so, cioè che sono dopo l’estate ripresi i confronti, gli incontri tra proponente e gli uffici preposti di Roma Capitale e questo mi sembra un buon segnale".

20 maggio  2020 - Raggi: "Stadio va avanti"
Virginia Raggi, sindaca di Roma, intervenuta a Radio 24 è tornata a parlare della situazione legata nuovo stadio dei giallorossi di Tor di Valle:“Lo stadio sta andando avanti. Il dossier è sul tavolo. Parleremo quando sarà il momento opportuno. Ci sono tanti temi e noi stiamo privilegiando l’apertura dei cantieri”.

9 agosto 2020 - Approvate le delibere propedeutiche al via libera al provvedimento finale".

"Nella serata di venerdì la Giunta di Roma Capitale ha approvato le due delibere propedeutiche al via libera al provvedimento finale relativo al progetto dello Stadio della Roma.

Ora resta un altro step: l’approvazione, attesa nelle prossime settimane, del testo finale della convenzione urbanistica che dovrà essere sottoscritta tra Roma Capitale e i proponenti del progetto, uno scenario reso possibile dall'incessante lavoro di entrambe le parti anche durante il lockdown per il Covid-19.

Intanto le due delibere approvate venerdì garantiranno benefici non solo in termini di accessibilità all’area del nuovo stadio ma per l’intero sistema di viabilità cittadino: grazie all’approvazione dello schema di accordo di collaborazione tra Roma Capitale e Città Metropolitana di Roma, è prevista l’unificazione della via del Mare e della via Ostiense, nel tratto tra il GRA e il cosiddetto Nodo Marconi.

Il progetto del nuovo stadio porterà al potenziamento del sistema di trasporto pubblico su ferro: è stata infatti approvata anche la delibera, con lo schema di Accordo di collaborazione tra Roma Capitale e Regione Lazio, che assicurerà il rafforzamento delle infrastrutture di trasporto pubblico locale, in particolare della linea ferroviaria Roma-Lido.

Dopo la "due diligence" voluta dalla Sindaca Virginia Raggi, che ha definitivamente accertato la correttezza formale dell'iter per il nuovo stadio, il prossimo passo sarà il via libera della giunta capitolina al testo finale della Convenzione Urbanistica.

Una volta approvato dalla Giunta, il testo sarà analizzato dal municipio che ospita l’area e dalle commissioni competenti dell’Assemblea di Roma Capitale, prima di approdare all’esame dei consiglieri comunali possibilmente nel mese di settembre: ultimo passo prima di un iter avviato ormai verso la conclusione, che consentirà di dare all’AS Roma, e a tutta la città, il suo nuovo stadio.

17 agosto 2020 - La Roma viene ceduta al Friedkin Gruop.

20 novembre 2020 - Raggi: "Trovato accordo sulla Roma-Lido. Faremo regalo di Natale ai tifosi"
"Sullo stadio siamo pronti, in questi giorni abbiamo fatto ulteriori riunioni e abbiamo trovato un accordo in comune sulla Roma-Lido e mi auguro che entro Natale saremo in grado di fare un bel regalo ai tifosi della squadra". 

7 gennaio 2021 - Raggi: "La nuova governance deciderà se portare avanti il progetto di Pallotta o valutare alternative".

21 gennaio 2021 - Raggi: "Per lo Stadio abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fare come amministrazione, adesso la nuova proprietà deve portare avanti il progetto e siamo disposti ad ascoltare".

26 febbraio 2020 - AS Roma: "Impossibile andare avanti nel progetto". 
Il Consiglio di Amministrazione, riunitosi in data odierna, sulla base degli approfondimenti condotti da advisor finanziari, notarili e legali di primario standing, nonché alla luce delle ultime comunicazioni di Roma Capitale, ha verificato che non sussistono più i presupposti per confermare l’interesse all’utilizzo dello stadio da realizzarsi nell’ambito dell’attuale progetto immobiliare relativo all'area di Tor Di Valle, essendo quest’ultimo progetto divenuto di impossibile esecuzione. Il Consiglio di Amministrazione – dopo aver esaminato le analisi svolte dagli advisor in merito alle condizioni finanziarie, economiche, giuridiche e fattuali del progetto e del relativo proponente – ha preso atto che tali condizioni impediscono di procedere ulteriormente. Il Consiglio di Amministrazione ha constatato, inoltre, che anche la pandemia ha radicalmente modificato lo scenario economico internazionale, comprese le prospettive finanziarie dell’attuale progetto stadio.