Sconcerti: "La permanenza di Zaniolo farebbe la differenza". AUDIO!

09.08.2022 21:58 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Sconcerti: "La permanenza di Zaniolo farebbe la differenza". AUDIO!
Vocegiallorossa.it

Mario Sconcerti intervenuto ai microfoni di A Tutto Mercato, giudica così il mercato estivo delle big di Serie A: "Fino a questo momento l'Inter e la Roma si sono rafforzate di più. La Roma in modo molto intelligente perché non ha tirato fuori soldi. L'Inter si è rinforzata a centrocampo li dove lo scorso anno aveva lagune. L'attacco e la difesa sono uguali allo scorso anno. Forse si è alleggerita nelle riserve dell'attacco".

Il Napoli ha cambiato molto come lo vede?
"Il Napoli ha cambiato il 50% della squadra. Certamente è una squadra che ha perso qualcosa. Il Napoli punta sui giovani e quindi bisogna dargli un po' di tempo".

Al Milan manca una mezzala ha lo stesso problema dello scorso anno?
"Non credo a mio avviso Saelemaekers credo che possa risolvere il problema della fascia destra".

L'Inter ha ancora dubbi su Skriniar a 15 giorni dalla chiusura del mercato cosa ne pensa?
"Se l'Inter vendesse Skriniar e Dumfries avrebbe dei problemi. Un giocatore come Skriniar non si vende all'inizio del campionato".

Sembra che Zaniolo rimanga alla Roma?
"La permanenza di Zaniolo sarebbe importante perché la differenza la fanno 15 giocatori non 23. Non bisogna dimenticare che la Roma ha il miglior allenatore".

La Lazio ha ancora molti punti interrogativi sul mercato.
"Milinkovic è difficile venderlo a ferragosto, non ci sono state richieste e Lotito è uno che tiene il punto. Diverso discorso è per Luis Alberto che non rientra nei programmi dell'allenatore. La Lazio è una squadra pronta che parte ogni anno dai tanti gol di Immobile. Non so se è un bene che alcuni giocatori siano stati presi in base alle esigenze dell'allenatore perché di solito l'allenatore dura meno dei giocatori".

Il Verona sta vendendo tutto, cosa ne pensa?
"Una città come Verona è una piazza appetibile soprattutto dagli americani che si sono interessati a piazze artistiche. Il Verona è una società a costo medio che promette investimenti interessanti. Una campagna acquisti come questa fa pensare ad una ripulitura per una vendita".