Sacchi: "Nessuno poteva prevedere una partenza così da parte della Roma"

03.10.2013 09:47 di Marco Rossi Mercanti   vedi letture
Fonte: Tele Radio Stereo
Sacchi: "Nessuno poteva prevedere una partenza così da parte della Roma"
Vocegiallorossa.it
© foto di Luigi Gasia

Arrigo Sacchi, ex allenatore del Milan ed attuale coordinatore tecnico delle Naizonali giovanili, ha parlato della Roma e non solo:

“Nessuno avrebbe potuto prevedere una partenza simile della Roma, anche a causa delle partenze eccellenti. Ma quello che fa Rudi Garcia conferma come il calcio non sia un gioco per singoli, ma tutto passa attraverso il gioco. La Roma ha abbassato il livello individuale ma alzato quello collettivo, rendendo migliori gli stessi singoli, che limitano così gli errori e si esaltano in un'orchestra che sta anche divertendo oltre che producendo risultati. In un campionato poco propositivo, per non dire negativo, che fa della prudenza il grido di battaglia. In Europa il calcio è d'attacco, tranne che in Italia. In Spagna si dice che per vincere la Liga serve segnare gol, in Italia si dice che vince chi ne prende meno. Sono anni che non arriviamo nei quarti di Champions League, problemi anche per trionfare in Europa League, la vecchia Coppa Uefa. Con la Roma, la Juventus, il Napoli e la Fiorentina il calcio italiano sta provando a cambiare copione, aggiornandosi. Inter-Roma? Da Inter e Roma mi aspetto una bella partita nonostante abbiano due filosofie di gioco diverse tra loro. La Juventus di ieri mi è sembrata poco brillante dal punto di vista fisico. Qualche piccolo calo di tensione può costare caro come ieri sera, ma sono convinto che, grazie al suo grande allenatore, i bianconeri riusciranno a riprendersi. Simone Farina? È drammatico che una persona corretta e seria, che si comporta nel migliore dei modi, debba essere considerato un eroe. Ma d'altronde l'Italia è all'avanguardia nel settore della corruzione, nella speciale classifica è al sessantanovesimo posto”, le sue parole a Tele Radio Stereo.