Pasqualin: "Vado controcorrente: norma extracomunitari è un danno"

07.07.2011 19:00 di Paolo Vaccaro   vedi letture
Fonte: Radio Sportiva, Tuttomercatoweb.com
Pasqualin: "Vado controcorrente: norma extracomunitari è un danno"
Vocegiallorossa.it
© foto di Emiliano Crespi

Per parlare di calciomercato, ma non solo, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Radio Sportiva l´agente di mercato e procuratore Claudio Pasqualin. Queste le sue parole in merito alle nuove norme sugli extracomunitari: "Io credo che questa norma crei più danni che vantaggi. Mi rendo conto di andare controcorrente ma secondo me non è una decisione saggia. Il calcio italiano cambia norme molto spesso, soprattutto quando viene dai flop nelle manifestazioni importanti. Io sarei per il prodotto autoctono, ma è un discorso anacronistico in un mondo globalizzato. L´AssoCalciatori avrebbe dovuto ergersi a paladina del NO ma il Consiglio Federale ha deciso all´unanimità questa norma. Il dubbio è uno solo: arriveranno davvero i giovani talenti stranieri? Sono sorpreso che l´AssoCalciatori non abbia intrapreso una battaglia per questa decisione e abbia lottato per il contratto e per la garanzia di posti di lavori stabili nel mondo del calcio. Il calcio professionistico dovrebbe essere riservato a pochi, non a molti. E quei pochi dovrebbero avvenire dai settori giovanili italiani. Secondo me è fondamentale dare una sforbiciata al settore professionistico, fare una Serie A a 18 squadre e la B con 20. Cosa c´entra la Serie C con il calcio professionistico? In Inghilterra deve avere un certo curriculum prima di arrivare al mondo professionistico. Questa è una norma valida. Nel mercato si dovrebbe essere solo tecnico invece si fanno altri generi di operazioni".