Pasqualin: "Nessuna delle prime quattro sarà molto attiva a gennaio". AUDIO!

16.12.2021 00:00 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Pasqualin: "Nessuna delle prime quattro sarà molto attiva a gennaio". AUDIO!
Vocegiallorossa.it
© foto di Vincenzo Michelucci

Claudio Pasqualin, procuratore sportivo e avvocato, è intervenuto a Stadio Aperto, trasmissione pomeridiana di TMW Radio: "È arrivato Iachini e speriamo faccia sentire la sua virilità. C'è da credere che ai playoff arrivi: deve essere quello l'obiettivo stagionale".

Come giudica la situazione della Salernitana?
"La strada che Lotito ha scelto è quella del trust, del gruppo che non fa intravedere chi sia davvero il proprietario ma che si qualifica attraverso un gestore. Adesso le carte devono essere scoperte entro fine anno, Voglio credere che Lotito non rischi, parliamo di un campionato importante con proprietà straniere che investono; speriamo possa esserci un futuro per il nostro calcio, a partire dalla costruzione degli stadi e da un evento che sia il Mondiale o l'Europeo. La Salernitana sarebbe condannata ad essere cancellata. Il tempo sta scorrendo veloce e l'attesa chiarezza ancora non c'è".

L'estromissione della Salernitana dalla Serie A è difficile?
"Nell'ipotesi sciagurata la Federazione dovrebbe come minimo rimproverarsi di aver consentito dilazioni per non affrontare subito il problema. Speriamo che alla fine ci sia il premio per questo atteggiamento strategico della Federazione".

Cosa pensa del caso plusvalenze?
"Questa specialità che hanno le società di calcio di poter dare un valore aleatorio al patrimonio-giocatore fa l'attivo delle società. È andata così nel momento in cui si mettevano in piedi le spa calcistiche, con uno scopo di lucro non chiaro. Tutto si regge su questa magia, se così la si può definire, ed è un grosso problema. Prima o poi bisognerà smetterla. Non c'è un algoritmo che determini il valore di un calciatore, nessuno può determinare l'obiettività del prezzo".

Arthur oggi risulta difficile da vendere.
"Le ipotesi che fa il magistrato ordinario sono quelle di false fatturazioni, ma i commenti sono nella direzione del possibile proscioglimento della Juventus, proprio perché non c'è l'oggettività, che al magistrato penale che deve applicare la legge serve. Il Chievo e il Cesena furono sanzionate in classifica, in ambito sportivo, mentre Milan e Inter in sede penale furono assolte definitivamente, per lo stesso problema delle plusvalenze. Ma non può reggere questa mancanza di oggettività".

Tra le prime quattro, quale squadra si aspetta più attiva a gennaio?
"Credo nessuna nelle quattro sarà così attiva nel prossimo mercato, perché nessuna ha la possibilità di farlo. Per questo Vlahovic non andrà alla Juventus. Il Milan avrebbe bisogno di qualcosa: Conti dovrebbe portare qualche milione da investire in un nuovo difensore. Se all'Atalanta, che per me con l'Inter è la favorita allo scudetto, arrivasse Boga sarebbe la ciliegina".

Le sembra davvero diverso l'imminente mercato?
"Non abbiamo neppure la prospettiva che le cose si concretizzino. Ci sono difficoltà oggettive sempre più evidenti, da parte di tutti. Il mercato è una componente essenziale del calcio. Ci avviamo verso un mercato molto fiacco".