Intitolata a Franco Sensi la sede del Parco Nazionale dei Monti Sibillini

17.08.2010 22:16 di Redazione Vocegiallorossa   vedi letture
Fonte: asroma.it
Intitolata a Franco Sensi la sede del Parco Nazionale dei Monti Sibillini
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico De Luca

“Mio padre aveva due grandi passioni: Roma - e la Roma in particolare - e Visso. Ci ha trasmesso l’amore per questa terra, e ricordo ancora quando ci annunciò con orgoglio la nascita del Parco”. Con queste parole la Dottoressa Rossella Sensi è intervenuta alla cerimonia di intitolazione della sede del Parco Nazionale dei Monti Sibillini al padre, indimenticato amministratore della città di Visso e grande sostenitore della nascita del Parco; il suo intervento, velato da una comprensibile ma serena commozione, è stato, per due volte, interrotto dagli applausi.

Ancora una volta i cittadini di Visso e i molti villeggianti che la frequentano durante le feste hanno voluto dimostrare il loro affetto verso una delle figure più illustri di questo territorio: in tantissimi, infatti, sono voluti essere presenti alla scopertura della targa che ricorda il suo impegno per il Parco e l’amore per il territorio. La cerimonia è stata preceduta dalla Messa celebrata dal Monsignor Transocchi dell’Arcidiocesi di Camerino.

Mario Tranquilli, vicesindaco di Visso, e Massimo Marcaccio, Presidente del Parco, hanno accolto le tante autorità presenti: dalla Dottoressa Tiziana Tombini, Vicario Prefettizio di Macerata, al presidente della Commissione per lo sviluppo e il territorio della Regione Umbria, Gianfranco Chiacchieroni, dall’Assessore agli Enti Locali e partecipazione della Regione Marche Antonio Canzian fino a Francesco Massi, intervenuto in rappresentanza dell’Assemblea Legislativa della Regione Marche. In platea rappresentati delle province di Ascoli Piceno, Fermo e Perugia, moltissimi sindaci dei comuni del Parco e tanti amministratori che si sono succeduti, nel tempo, nel Consiglio Direttivo del Parco.

Tutti hanno ricordato lo spirito combattivo di Franco Sensi, il suo grande impegno in tutti i settori in cui ha operato e gli indiscussi successi nell’imprenditoria e nello sport. Ma i tanti amministratori hanno anche ricordato i grandi risultati che ha conseguito come sindaco e, soprattutto, la lungimiranza che ha avuto, molti anni orsono, nel considerare il territorio del Parco Nazionale dei Monti Sibillini un tesoro da salvaguardare e valorizzare.

Il Presidente del Parco, Massimo Marcaccio, infine, ha chiesto alla foltissima platea un minuto di silenzio per la scomparsa di Francesco Cossiga di cui si era appena avuta notizia.