Il giovane Scuderi torna a giocare tre anni dopo il rischio amputazione: "I messaggi di Neymar e Totti mi hanno dato forza"

21.05.2019 17:13 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Il giovane Scuderi torna a giocare tre anni dopo il rischio amputazione: "I messaggi di Neymar e Totti mi hanno dato forza"

Una storia a lieto fine quella della del 21enne Dario Scuderi, giocatore di proprietà del Borussia Dortmund. Tre anni fa, durante una sfida di Youth League contro il Legia Varsavia, abbandonò anzitempo il campo per un gravissimo infortunio, con il ginocchio letteralmente in frantumi tanto che il sangue nemmeno circolava più. Lo sfortunato ragazzo rischiò addirittura l'amputazione, ma i medici riuscirono a salvargli la gamba pur non essendo convinti di un suo rientro sui campi da gioco. Scuderi, tuttavia, è riuscito a smentirli: il ragazzo, infatti, è stato convocato per una partita del Borussia Dortmund riserve e, ai microfoni di gazzetta.it, ha parlato di chi gli è stato più vicino durante questo periodo:

“La mia famiglia. Loro sono gli unici che credevano che sarei tornati. Il Borussia Dortmund mi ha pagato gli studi in Management dello Sport, ma dopo un po' ho messo da parte i libri perché volevo concentrarmi solo sul recupero. Per anni il mio unico pensiero è stato quello. Avevo una missione. Mi hanno dato forza i messaggi social ricevuti da campioni quali Neymar, che è il mio giocatore preferito, e Totti”.

L'ex capitano giallorosso, tre anni fa, fu uno dei primi a mandargli un messaggio di augurio di pronta guarigione.